PERCHE’ DOVRESTE EVITARE LE NOCCIOLINE SUL BANCONE DEI BAR?

PERCHE’ DOVRESTE EVITARE LE NOCCIOLINE SUL BANCONE DEI BAR?

nuts-587970_1280Forse avete sentito di quegli scienziati che hanno analizzato una ciotola di noccioline in un bar e vi hanno riscontrato tracce di urina appartenenti a ventisette persone diverse. Johnny Depp sicuramente sì: ne ha parlato durante unì’apparizione a The Tonight Show  con Jay Leno nel luglio 2005.

Questa storia allarmante viene tirata fuori  a più riprese e torna in mente a parecchi nel momento in cui allungano la mano verso gli snack sul bancone.

Per quel che ne sappiamo, un simile studio scientifico non è mai esistito, ma nel 2003 l’«Evening Standard» di Londra ha compiuto un giro ufficiale di sei bar londinesi prelevando campioni delle noccioline gratuite. Le analisi hanno rilevato che quattro su sei contenevano enterobatteri presenti anche nelle feci.

C’è di che preoccuparsi circa le abitudine igieniche di molta gente. Nel 2000, l’American Society Microbiology ha domandato a mille persone se si lavassero le mani dopo aver usato il bagno pubblico e il 95 per cento ha risposto di sì. I ricercatori però non erano convinti e così hanno nascosto delle telecamere per vedere come si comportava davvero la gente. La percentuale di quelli che si lavavano effettivamente le mani è risultata del 38 per cento.

Un altro sondaggio condotto negli Stati Uniti ha prodotto un dato ancora più singolare: l’otto per cento degli americani ha così paura di buscarsi germi nei bagni pubblici che tira l’acqua con i piedi.

I francesi, almeno, sono più onesti, o forse meno paranoici: il 56 per cento degli uomini e il 66 per cento delle donne, ha ammesso di non lavarsi mai le mani dopo aver visitato les toilettes. Questo ha suggerito ad un ingegnere francese un dispositivo che chiude gli utenti dentro i bagni dei ristoranti finché non lo fanno.

La storia delle noccioline ricorre identica anche a proposito delle mentine offerte nei ristoranti. Quando la notizia arrivò in Canada e fu riportata dall’«Ottawa Sentinel» nel 1994, le autorità sanitarie regionali mandarono i loro ispettori a verificare che tutte le mentine fossero incartate, oppure offerte in modo da essere mangiate da un’unica persona alla volta.

Ma sono più pericolose le noccioline o le mentine? La risposta è: i cubetti di ghiaccio.

Studi ufficiali condotti di recente su hotel e pub di Cardiff nonché fast food di Chicago hanno riscontrato che almeno il 20 per cento dei cubetti di ghiaccio erano contaminati con «materia fecale»  dovuta al fatto che il personale non si era lavato le mani.

Nel gennaio 2010 uno studio della Hollins University di Roanoke in Virginia riferiva che la metà dei drink serviti in novanta locali del posto era risultata positiva al test dei batteri coliformi, indicazione di una possibile contaminazione fecale.

I ricercatori concludevano però con una nota di ottimismo osservando che, comunque, non si era verificata una particolare diffusione di malattie di origine alimentare a Roanoke nel periodo di studio.

Adesso però,  laviamoci le mani.

Annunci

15 Risposte

  1. Cara Lidia, da quello che hai scritto da robi e da me intuisco che sei una brava persona, sensibile e spontanea. Non avere alcun dubbio che anche tu sarai nei miei pensieri in quei pochi minuti che trascorrerò in vetta. Spero di farcela in giornata, un bivacco in parete in questa stagione non è mai un piacere anche se va messo in conto.
    Un caro saluto e un sereno Natale anche per te.
    haffner

    1. Lidia ti ha risposto (appena sotto vedi il commento), mi dispiace che non riesco a spostare la sua risposta sotto il tuo commento.
      Accetta anche da me tanti cari auguri di buone feste.
      Ciao.
      Speradisole.

  2. Carissima Speradisole,
    commento questo tuo interessantissimo post facendo almeno 4 considerazioni:
    1) Di queste cose se ne parla sempre troppo poco e la disinformazione su una cosa apparentemente banale come il lavarsi le mani e su cosa tocchiamo e ingeriamo nei luoghi pubblici, si taglia con il coltello
    2) Il fatto che non si era verificata una particolare diffusione di malattie di origine alimentare a Roanoke nel periodo di studio, non significa che la gente debba continuare a non lavarsi le mani perchè non tutti hanno gli anticorpi grossi come conigli
    3) E’ una varia ed eventuale e io non potevo mancare, dopo tanto tempo
    4) Ultima considerazione ma non meno importante, permettimi di dire che uno come Johnny Depp può sempre avere solo ragione 😉

    A parte tutto, sappi che atterro nel tuo blog dopo un lungo periodo di latitanza, ma non mi sono mai scordata della mia amica Spera.
    Buone Feste a te e famiglia e a tutti gli amici del blog. Un bacione e un grandissimo abbraccio, ciao! 😀

    1. Quanto tempo pesciolina! Temevo di averti persa. Grazie che sei tornata, come sempre sulle mie “varie ed eventuali”.
      Si parla poco, hai ragione, di lavarsi le mani. Basta poco un po’ di sapone ed una asciugatina, meglio se con la carta messa a disposizione.
      Ma questa omissione purtroppo si verifica anche in ambienti molto più pericolosi di un bar, come negli ospedali, nelle case di riposo, negli asili, nelle scuole, in tutti quei luoghi dove c’è molta gente, negli autobus dopo che ci si è afferrati ai pali di sostegno.
      Non bisogna diventare ossessivi, ma certamente è opportuno per la salute nostra e degli altri, acquisire la buona abitudine di lavarsi spesso le mani. E’ stato dimostrato, per esempio, che basta questo semplice gesto anche per evitare fastidiose influenze.
      Grazie pesciolina, un grande abbraccio con tanta simpatia.
      Auguri di buone feste.
      Speradisole.

  3. Assaggio raramente le noccioline dai bar o la merce in bella mostra sul bancone …troppa gente intorno….. alle tracce che dici tu cmq non avevo mai pensato…

    1. Vedi, non solo le mani sporche, ma anche gli sternuti, i colpi di tosse, possono inondare le “noccioline” di goccioline pericolose, soprattutto quando ci sono in giro le “influenze di stagione”. Quindi meglio non mangiarle, se sono scartate e scoperte e lavarsi le mani spesso.
      Ciao carissima, un abbraccio. Spera.

      1. Serena e rilassante Notte Spera 🙂

        Rosy

  4. Con tutti i soldi che (forse) tocca l’evasore (quello famoso), dovrebbe essere pieno di batteri fino al cervello!
    Ciao e buone feste a tutti.

    1. Anche i soldi sono veicoli di microbi, e quindi è bene non “baciarli”, Ma c’è chi è immune a questi contagi, ha acquisito l’immunità a forza di maneggiarli.
      Comunque è sempre una questione di mani “sporche”, quando si evade.
      Ciao carissimo, grazie e tanti auguri anche a te.

  5. Non so quanto sia bene, vivere con una persona pignola al massimo, è un continuo lavarsi le mani qualsiasi cosa tocchi. Al bar poche volte, non mangerebbe mai cose che non sono incartate. Figurati le noccioline, se poi deve andare in bagno è una tragedia e, di conseguenza condiziona anche me. Ma preferisco uno così che una persona che all’igiene non tiene per niente.
    Ciao spera un grande abbraccio e Buone Feste, mi associo a pesciolina per fare gli auguri a tutti Lidia.

    1. Nel mio ambiente di lavoro abbiamo dovuto appendere cartelli e cartelli in tutti i bagni: Lavarsi le mani!!!!! Il che è tutto dire.
      Meglio le buone abitudini, anche se a volte sembrano ossessive.
      Ciao Lidia, E auguri di tante belle cose e soprattutto di buona salute.
      Un abbraccio
      Spera.

  6. @haffener, grazie per la risposta, ma stai molto attento, come ti ho già detto, due anni fa ho perduto un’amico e collega di lavoro in Svizzera nel monte Zermatt.
    Un caro saluto anche a te e famiglia, Buone Feste ciao Lidia.
    Scusa spera, se ho usato il tuo blog Ciao.

    1. Cara Lidia, non ti preoccupare, sai bene che qui sei a casa tua.
      Un abbraccio. Spera.

  7. Io preferisco di gran lunga i servizi dove trovo le salviette di carta anziché gli asciugatoi ad aria soffiata, poiché uso la salvetta anche per aprire le porte, evito sempre, per quanto possibile, di mettere la mano nuda sulla maniglia.

    1. Anch’io. Tant’è vero che in in tutti gli ospedali per esempio, ci sono le salviette di carta. Anche lo strofinare delle salviette contribuisce a pulire e a detergere.
      Ho visto usare le amuchine per lavarsi le mani, è buona norma, ma prima di disinfettare sarebbe cosa buona pulire e detergere e poi disinfettare.
      Ciao Sileno, un abbraccio e auguri cari.
      Speradisole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: