Archivi tag: tv la 7

MORTICIA D’ALEMA

MORTICIA D’ALEMA

Ho assistito alla trasmissione di Floris, perché c’era Renzi, e Scalfari.

Poi, ho sentito le prime battute di D’Alema. Ha sparato subito, in un minuto, un’offesa a Renzi e una cazzata sul Sud. Mi è venuta la nausea subito.

Ha detto che il ragionamento di Renzi, sul fatto che chi vota, liberi e uguali, sostanzialmente è come se desse il voto alla destra (o dei 5s o di Salvini), è una “meschinità” (la prima offesa).

Ma più grave ancora, è che abbia detto che al Sud ci sono solo due partiti: Berlusconi e 5 stelle, che si giocano testa a testa il voto e D’Alema si chiede se deve votare i 5s.

E qui casca l’asino, D’Alema ha fatto un ragionamento fuori dal vaso, perché al Sud non c’è un BALLOTTAGGIO tra due partiti, perché la scheda consegnata al Sud è identica a quella consegnata al Nord, e se il suo partitino da quattro gatti, esiste nel senso che ha il simbolo sulla scheda, esiste anche il Pd col suo simbolo sulla scheda, chiaro?

Ripeto: al Sud non ci sono solo due partiti, tra cui scegliere, perché questi due partiti sono testa a testa nei sondaggi, questo sì che è meschino sostenerlo, ma  si può scegliere altro, tra tutti i simboli che ci sono sulla scheda, liberi e uguali, come D’Alema suggerirebbe, o il Pd, visto che c’è il simbolo.

Però, se non si vuole mettere il paese in mano agli estremisti, votare un partitino come Leu, per quanto insignificante, vuol dire togliere forza al partito della sinistra più grande, significa, come ha detto Renzi, consegnare su un piatto d’argento, il paese agli estremisti di destra.

E’ talmente chiaro! Ma D’Alema fa il pesce in barile, fa finta di non capire, pur di mantenere il suo rancore contro Renzi.

D’Alema certe stronzate è meglio che non le dica, farebbe una miglior figura.

Dopo di che ho chiuso.

Lascio ad altri il commento del resto della serata della7, tv che non guardo mai, per mantenere la mia calma e la mia salute.

Come ultima nota sulla7, sottolineo il fatto che Renzi, durante tutto il tempo dell’intervista con Floris, non ha mai potuto dire una sola parola sul “programma” del Pd, perché il giornalista ha insistito solo sulle quisquiglie che non interessano chi deve votare.

Chi va a votare vorrebbe sapere come sarà il futuro dei figli, come sarà il proprio lavoro e quello dei precari, quali tasse, quali lavori per il paese, cosa il Pd farà per risolvere il problema della Tav, o delle industrie che delocalizzano e licenziano, o dell’immigrazione, o della sicurezza o della sanità. Tanti sono gli argomenti che possono interessare e non le chiacchiere.

Che differenza fa se Presidente del Consiglio sarà Gentiloni o Renzi? Sono uguali, sono del Pd entrambi, hanno solo diversi stili. Forse si desidera che litighino e si separino? Non lo faranno mai. Gentiloni non è Bersani, non è D’Alema e non è neppure Speranza o Grasso.

Perché insistere su De Luca figlio, che si è dimesso, per cercare di mettere in cattiva luce tutto il Pd e soprattutto indebolire Renzi? Mentre si mette a tacere Renzi sugli imbrogli e le truffe del m5s?

Perché non si è mai parlato del Pd, ma solo di quali alleanze farebbe?

Perché dovrebbe allearsi con Berlusconi, se Berlusconi non sarà neppure candidato? Perché dovrebbe allearsi con solo Forza Italia, e non con la Lega, se Forza Italia e Salvini hanno messo in lista gli stessi nomi di candidati? È ovvio che non c’è possibilità di scelta, non c’è voto disgiunto, qualsiasi candidato si voti si sceglie Forza Italia e Lega insieme.

Perchè continuare a sostenere che l’Italia è sempre ultima a crescere in Europa, nonostante sia passata dal meno 2 al più 1,6% di crescita, senza tener conto che nessuno degli altri paesi europei, a parte la Grecia, è partito da un meno 2%, ma da livelli assai più alti? Se si paragona la crescita con i dati giusti si vede che l’Italia è cresciuta più della Germania. Ci guardino ai numeri, se vogliono essere dei bravi giornalisti imparziali.

E così via, con le balordaggini.

Ogni volta mi stupisco della capacità di risposta di Renzi, della sua calma e prontezza di fronte a domande tendenziose e offensive.  Deve proprio essere forte anche di carattere perché a me sarebbero saltati tutti i nervi periferici e centrali.

Annunci