Archivi tag: giuseppe albano

LUNA BUGIARDA

LUNA BUGIARDA

E’ un romanzo di Ben Pastor, scrittrice italo-americana. Ed. Sellerio.

La trama gialla è sviluppata secondo regole del giallo classico. Molto apprezzato dalla critica, per me è un racconto, ben scritto, ma non eccellente, non mi è proprio piaciuto tantissimo, tuttavia ha un finale interessante.

Mi è invece piaciuta molto l’ambientazione, come viene descritta. Ed è quella, forse, a fare la differenza: un piccolo paese del Veneto immerso nella neve e oppresso dall’occupazione nazista nel 1943, dopo l’8 settembre. Non ci sono partigiani e non si combattono i tedeschi, ma si indaga su un delitto, che direi, “normale: viene trovato ucciso un uomo invalido che si spostava in carrozzella.

Chi conduce le indagini è un maggiore della Wehrmacht, Martin Bora affiancato da un ispettore italiano di nome Guidi.

Chi ha già avuto modo di incontrare questo personaggio tedesco, il barone von Bora, in questo romanzo lo trova più amaro di sempre. La ferocia della guerra e le vicende personali tendono allo spasimo le sue corde, ma soprattutto macera in lui la tragedia di chi era troppo nobile sia per disobbedire al giuramento del soldato, sia per ubbidire al demoniaco tiranno. E svelare un intricato omicidio, diventa, per Martin Bora, un lenitivo del male di cui si avvertiva burattino.

Ma la mia curiosità si è risvegliata quanto è stato accennato ad un certo personaggio romano chiamato “Il gobbo del quarticciolo”. (In effetti nel romanzo è solo in una riga).

Sono andata alla ricerca ed ho scoperto novità a me ignote, sulla resistenza romana, e mi ha fatto piacere conoscere la storia di questo personaggio. Il “Gobbo del quarticciolo” è un personaggio, poco noto, di nome Giuseppe Albano, giovane emigrato calabrese che diventa partigiano a 17 anni, nella Roma occupata dai nazisti, dopo aver scoperto il famoso bando tedesco che ordinava l’arresto di tutti i gobbi di Roma.

Non la trascrivo, ma se volete conoscerla, vi rimando al sito: http://www.instoria.it/home/gobbo_quarticciolo.htm

Questo dimostra che, leggendo, c’è sempre da imparare.

Mi scuso con la scrittrice se ho apprezzato di più questo accenno al gobbo del quarticciolo, che il suo barone von Bora. Comunque un ringraziamento alla scrittrice è d’obbligo, quando attraverso i suoi scritti si imparano altre cose.

 

Annunci