Archivi del giorno: 6 aprile 2020

DEI NO VAX SI È PERSA TRACCIA


DEI NO VAX SI È PERSA TRACCIA

Quanti anni abbiamo passato, a discutere sull’utilità dei vaccini!

Quante discussioni inutili e quante false notizie abbiamo visto, sparse sui nostri social e persino sui giornali più “prestigiosi. Persino un movimento semipolitico ha marciato, per la libertà di scelta se vaccinare o no.

Quante volte abbiamo sentito dire “10 vaccini sono troppi”. “Voglio essere libero di scegliere”, e così via.

È stato, e purtoppo è ancora presente, il periodo (disgraziato) dell’uno-vale-uno, che metteva sullo stesso piano il virologo di fama e il praticone che discettava in internet e persino in Tv.

Il “questo lo dice lei” era diventato il ritornello quasi quotidiano di chi pretendeva, dal proprio nulla, di sapere tutto.

Il grande economista poteva essere contraddetto, come se nulla fosse, da un diplomato in ragioneria.

Nessuno parla più di «big pharma», che era la rovina del paese, e anzi, adesso, stiamo tutti sperando che «big pharma» metta in campo la propria potenza di fuoco e ci liberi al più presto dal male pandemico che ci affligge.

C’è voluta così la pandemia del coronavirus per farci capire che se vogliamo uscire dall’incubo di una nuova ondata virale, in autunno, servirà un vaccino.

Se non altro, le migliaia di notizie false, abbondantemente diffuse in rete, sono servite a dare valore all’informazione professionale e alla competenza.

Bentornata competenza, e speriamo che resti sempre.

Altrimenti sarebbe messa di nuovo in discussione la nostra salute, la nostra economia, la nostra educazione e la nostra vita.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: