Archivi del giorno: 29 gennaio 2020

AL SIGNOR FONTANA PRESIDENTE DELLA REGIONE LOMBARDIA


AL SIGNOR FONTANA PRESIDENTE DELLA REGIONE LOMBARDIA

Lei ha detto che, “pur di vincere, in Emilia-Romagna la sinistra ha accompagnato ai seggi ultracentenari e disabili con i pulmini”.

Se abitassi in Lombardia mi vergognerei di avere un Presidente che parla in questo modo. Un Presidente che sghignazza dietro le disgrazie altrui.

In realtà voleva coprire il fallimento del suo partito in Emilia-Romagna, ma lo ha fatto in modo vergognoso.

Sono felice che non sia della mia terra.

Anche lei, presidente della Regione Lombardia, pur ricoprendo una carica importante, fa parte della macchina social del bullismo.

Se la disabilità, la malattia, la vecchiaia sono una colpa e un disvalore da attaccare, e se queste persone non hanno diritto di esprimere un proprio voto, è l’arroganza a vincere. Non la politica, perché ha perduto la sua etica.

I cittadini, secondo lei, sono di serie A e serie B e chi si esprime “contro” il suo partito merita di essere messo alla gogna? O di essere un cittadino di serie B senza diritti?

Quello che lei sta sostenendo corrisponderebbe al famoso “prima gli italiani”, ma con l’idea che prima vengano solo quelli che votano lega.

Quel “prima gli italiani”, voi leghisti, lo trasformate in un “dopo” che riguarda donne, disabili, anziani, immigrati e tutti quelli che non la pensano come le bandierine senza anima che sghignazzano delle fragilità altrui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: