Archivi del giorno: 25 gennaio 2020

CON BOLOGNA NEL CUORE


Alma Mater Studiorum
Università di Bologna

CON BOLOGNA NEL CUORE

L’Emilia-Romagna, una grande regione ben amministrata.

di Giuseppe Turani |

Si vedrà lunedì, cioè oggi, a urne finalmente chiuse, come andranno le cose. Per il momento va detto che i mercati non credono a terremoti politici imminenti (che invece magari ci saranno). Lo spread viaggia regolarmente poco sopra quota 150, Tranquillo. D’altra parte, il giudizio complessivo dei mercati sull’Italia è dato da tempo: siamo in una fase di stagnazione (che potrebbe essere anche molto lunga), ma nonostante tutto continuiamo a comprare e a produrre le nostre belle cose.

Armani è sempre Armani, cioè l’eleganza pura. E la Ferrari è sempre la Ferrari, cioè il massimo in fatto di automobili. E le Ducati, anche se ornai sono straniere, sono sempre fra le più belle moto del mondo. Come diceva una battuta di qualche anno fa: se metti il culo su una Ducati, metti il culo su una leggenda.

Tutto questo è venuto prima delle elezioni di ieri e continuerà anche dopo. A suo tempo il sindaco di Bologna, il comunista Giuseppe Dozza, fu ben felice di partecipare alla cena per la ricostruzione dello stabilimento Ducati

Nessuno, all’estero, pensa che in caso di vittoria della destra in Emilia-Romagna possano accadere disastri in campo economico. Il sistema di quella regione ha superato ben altre prove. È un sistema complesso, fatto di intelligenza e talenti. Impossibile da smontare, perché non si regge su contributi aiuti di Stato, ma sul saper fare.

Un saper fare che lo puoi vedere solo se entri e percorri queste fabbriche. Con le Ferrari fatte praticamente a mano, come una volta capitava solo con le scarpe. E alla Ducati, dove hanno su computer tutte le piste del mondo, con le difficoltà e i punti difficili, e dove fino a qualche tempo fa ti poteva capitare di vedere le ex ragazze La Perla che spostavano indifferenti questi bolidi, quasi fossero semplici reggiseni o mutandine.

Ma, ancora: se parli con quelli che mandano avanti Ducati e Ferrari, i due simboli più noti di questa bellissima regione, ti diranno che queste cose si possono fare solo a Bologna e a Modena perché, intorno, nell’hinterland, ci sono tutti gli artigiani che rendono possibile questo miracolo. Ferrari e Ducati, come mille altre cose che si fanno qui, non sono fatte da ingegneri, ma dalla storia. Una storia che nei decenni ha preparato maestranze, manager, progetti.

Chiunque abbia vinto, non potrà che inchinarsi. L’Emilia-Romagna viene prima di loro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: