Archivi del giorno: 12 dicembre 2019

LA GENIALATA DI SALVINI


LA GENIALATA DI SALVINI

“Non mangerò più Nutella perché non è prodotta con nocciole italiane, ma turche”, dichiarazione di Salvini, durante un comizio, subito smentita il giorno dopo, perché è troppo buona e gli piace molto. Però la sparata è stata fatta. Ed è quello che conta per lui.

Per salvaguardare il cibo italiano, spara sulla terza industria più grande italiana, produttrice di un gustosissimo alimento, diffuso in ogni parte del mondo e col nome italiano.

Difficile imitarla, quel nome ”Nutella” resta una sicurezza italiana.

Questa cosa per cui Salvini ha dichiarato che non mangerà più Nutella perché la Ferrero compra le nocciole in Turchia, è una delle tante stupidaggini uscite dalla bocca del sovranista.

La Turchia produce il 75% delle nocciole in circolazione nel mondo e circa un terzo di quelle nocciole le compra proprio la Ferrero.

Se, un domani, il sig. Ferrero dovesse decidersi a comprare solo nocciole italiane, bisognerebbe obbligare una gran parte degli agricoltori italiani a riconvertire i loro terreni in campi di nocciole, altrimenti non si potrebbe proprio fare materialmente.

Una genialata.

Se vuoi mangiare italiano al 100%, o sei un troglodita-raccoglitore del paleolitico, oppure puoi solo nutrirti di carne, frutta e verdura comprate al mercato dal contadino.

Se entri in un negozio o, peggio, in un supermercato, l’ingrediente immigrato clandestino è praticamente inevitabile.

Comunque è bello sapere che c’è chi, come Salvini, che difende i nostri valori e i nostri cibi, specialmente in un paese come il nostro, che in gran parte vive di esportazione, in maggioranza proprio di generi alimentari.

Immaginate per un istante che, in giro per il mondo, gli altri leader mondiali ragionassero come lui.

Immaginate cosa succederebbe se il Salvini lussemburghese boicottasse le arance italiane, se quello guatemalteco si lanciasse contro l’importazione di pesce dal mediterraneo, se il Salvini canadese e quello norvegese mettessero un bello stop alla pasta e ai formaggi italiani.
Perché prima i lussemburghesi, prima i norvegesi e via dicendo, ovviamente.

A quel punto noi andremmo in default nel giro di qualche mese, ma in maniera molto sovranista, vuoi mettere la soddisfazione?

Io non so se riusciamo a renderci conto di quanto sia dannatamente demenziale il momento storico che stiamo vivendo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: