Archivi del giorno: 11 novembre 2018

GRAZIE PROFESSORE BATTISTON, L’ITALIA BELLA E CIVILE È CON LEI

GRAZIE PROFESSORE BATTISTON, L’ITALIA BELLA E CIVILE È CON LEI

Con un colpo di mano da dittatura sovietica o sudamericana, hanno rimosso Il professore Roberto Battiston, uno dei più prestigiosi e titolati fisici italiani, fiore all’occhiello della scienza e della ricerca italiana nel mondo, dalla carica di Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

È uno dei pochi campi in cui l’eccellenza scientifica italiana primeggia, ancora, nel mondo.

La brutta, mediocre, incolta, primitiva e dispotica Italia populista non poteva tollerare questo primato nazionale in campo aerospaziale, primato che affonda le sue radici in una storia tecnologica, industriale, scientifica antica e gloriosa, ormai di quasi un secolo.

Troppo per questi filibustieri.

Per loro la scienza è una fastidiosa opinione come le altre.

Per loro uno scienziato prestigioso come Roberto Battiston vale il curriculum bianco dei loro politici ed esperti.

Incompetenti che credono alle scie chimiche, che credono nei riti woodoo, invece che nei vaccini, che credono che l’uomo sulla luna, sia un complotto della CIA, che odiano la tecnologia e aspirano alla decrescita.

Primitivi che ci renderanno infelici.

A Roberto Battiston, la mia solidarietà. Grazie professore, l’Italia bella e civile è con lei!

Il ministro, militante della Lega, che ha rimosso Roberto Battiston, nominato dalla Fedeli, secondo lui in modo irregolare, si chiama Marco Bussetti.

Si è laureato a 38 anni in Scienze Motorie presso l’Università Cattolica Sacro cuore, con una tesi dal titolo “Il minibasket, giocosport educativo”.

Bussetti, oggi, è ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Roberto Battiston sarà sostituito, probabilmente, dal generale Pasquale Preziosa. Tradotto: un militare alla guida di un ente civile come l’Asi.

Il m5s, sullo spazio, non ha toccato palla. Forse non sa cosa sia.

Roberto Battiston, si è laureato a 24 anni in Fisica, presso l’Università di Pisa e la Scuola Normale di Pisa con una tesi sulla produzione di muoni in interazione p-p agli ISR del CERN.

I muoni, per rendere un’idea, molto vaga, appartengono alla famiglia dei “neutrini”.

Annunci