Archivi del giorno: 17 settembre 2018

LE UMILIANTI MANIFESTAZIONI “CONTRO” E NON ” A FAVORE” SONO FORME DI IMPOTENZA E MANCANZA DI IMMAGINAZIONE

LE UMILIANTI MANIFESTAZIONI “CONTRO” E NON ” A FAVORE” SONO FORME DI IMPOTENZA E MANCANZA DI IMMAGINAZIONE

A me dell’appello all’Unità antifascista non importa una cippa.

Quando ve lo chiedeva Renzi, ve ne siete sbattuti alla grande e voltati dall’altra parte.

Vi siete alleati con i fascisti.

Avete affossato riforme,

Osteggiato il referendum.

Osteggiato in ogni modo le leggi del governo Renzi, mai alzato un dito in difesa di coloro i quali si erano spesi anima e corpo per attuarle.

Mai difeso i vostri compagni di partito, quando venivano vilipesi.

Quello che proponete, forse per dire qualcosa, è un film già visto troppe volte in passato, uniti contro il nemico, come ai tempi del Cav, che poi serviva solo per portare acqua al suo mulino.

Divisi con l’amico per annientarlo.

Stavolta non ci casco.

Unità un cavolo, mai con voi, io non perdono e non dimentico.

Adesso è un’ipocrisia, dopo che avete brindato il 4 dicembre, per la sconfitta di Renzi.

Avete calpestato, senza misericordia, senza pietà e con cattiveria il vostro stesso partito, ora vi trovate un rottame che non arriva al 4%.

Non lamentatevi e non correte dietro a Fico e ai suoi adepti perché vi rendete ancor più ridicoli e poco credibili.

Inoltre, chiamare a raccolta per una manifestazione contro chi ci governa, è una magnifica manifestazione di impotenza politica.

Fare una manifestazione contro il governo è la scelta più facile, più controproducente e più inutile che si possa compiere in questo momento, quindi purtroppo non mi stupisce che Martina ne organizzi una a fine mese.

Quando non hai nulla da dire, vai contro.

Quando vuoi uscire in qualche modo dall’angolo, vai contro.

Quando non sai che altro fare, vai contro.

E servi solo a far sentire ancora più importanti quelli che dici di voler contestare.

E poi perché solo contro Salvini?

È purtroppo un grave segno di incapacità politica non essere in grado di riunire i cittadini a favore di principi ed ideali che oggi sono stati completamente espunti dal pubblico confronto.

A favore di argomenti, proposte e contributi sensati e credibili che possano dare un senso di comunità e di appartenenza, ma soprattutto di speranza, a coloro che non sono caduti nella sbronza collettiva di questo paese e ancora non vogliono arrendersi a questo sfacelo.

Non mi interessa manifestare contro, io voglio battermi per qualcosa.

E finché non sarà possibile farlo, preferisco stare qui a fare l’opposizione bricolage che contribuire ad alimentare le velleità piccole piccole di ancor più piccoli generali senza truppe né futuro.

Annunci