IL PIANO DI CALENDA SULL’ILVA ERA MEGLIO

IL PIANO DI CALENDA SULL’ILVA ERA MEGLIO

L’accordo Di Maio è peggiorativo al 97%.

È vero, è l’accordo di Calenda, ma su due punti aggiustati, per salvare la faccia a Di Maio e così il nuovo testo peggiora il testo di Calenda.

Confrontiamo i due testi.

Occupazione: 10 mila assunti da Mittal (Calenda), 10.700 (Di Maio).

Meglio quest’ultimo, direte. No. Il contrario.

Nel piano Calenda si affidava, a due società (di Invitalia), per l’esternalizzazione dei servizi a Taranto e Genova, l’assunzione di 1500 persone.

Il totale di Calenda faceva, perciò 11.500 assunti.

Quello di Di Maio, invece, fa 10.700.

Dove stanno gli 800 lavoratori che mancano all’appello?

Sono già esuberi?

Da mantenere in Cig?

Le due società scompaiono (perché?).

Gli esuberi (800 subito e altri che dovessero manifestarsi) sono caricati su Mittal. Che, ovviamente, ha fatto i suoi piani per 10.000 lavoratori.

Ora promette di assumerne, in futuro 11.500. In futuro.

Con Calenda e le due società (ora scomparse) sarebbero stati assunti subito.

Bah.

Temo che resteranno esuberi per tutta la durata dell’accordo.

Poi diventeranno esodati.

È certo.

Secondo punto. Strategico.

Calenda consentiva, giustamente, di poter aumentare il tetto delle 6 milioni di tonnellate, prodotte da Ilva senza burocratici vincoli.

Per la competitività di un impianto siderurgico i volumi prodotti sono tutto.

L’accordo Di Maio, inopinatamente e per pura demagogia, vincola i 6 milioni di tonnellate.

In modo assurdo: possono aumentare solo a parità di emissioni.

Con questa idiozia decine di impianti e centrali elettriche sono state chiuse dalla magistratura.

Non sempre è possibile, tecnicamente, aumentare la produzione a parità di emissioni.

Si apre la strada di contenziosi infiniti, richieste di costi all’azienda fuori piano, blocchi e chiusure.

E qui Emiliano ci metterà del suo, imponendo tutti i vincoli burocratici che la sua fervida mente, può inventare.

E Ilva riprecipiterà nel caos.

In definitiva, il piano Calenda era meglio.

(Umberto Minopoli)

Qualcos’altro ci sta:

Al pavone Di Maio serve un piccolo riepilogo:
La vertenza ILVA risale ai tempi della precedente proprietà Riva & Co circa 6 anni fa. Le acciaierie si rivelavano particolarmente inquinanti e lo stato se ne fecce carico per un periodo di tempo mantenendo inalterata l’occupazione. In seguito, visto i costi troppi elevati e preferendo non chiuderla, il precedente governo nella persona del ministro Calenda aveva indetto una gara di vendita al miglior offerente. Si è presentata a tale gara uno dei piu’ grossi gruppi siderurgici mondiali Arcelormittal che propose di mantenere buona parte dei dipendenti al lavoro e un piano di bonifica ambientale che avrebbe potuto risolvere in parte i problemi d’inquinamento. Sul piatto c’erano in ballo 14000 posti di lavoro + 6000 nell’indotto. La gara venne esperita e vinta dal gruppo Arcelomittal. Alla definizione dell’accordo mancava il beneplacito di un referendum degli operai e dei sindacati e la firma definitiva del ministero. Dopo le elezioni il nuovo governo ha ripreso in mano il dossier e rendendosi conto che non poteva né esperire una nuova gara, né chiudere l’ILVA come avrebbe voluto (Grillo, Casaleggio …ecc), si è inventato un contenzioso che non esisteva. Ha richiesto un parere all’avvocatura di stato sempre con l’intenzione di arrivare a una chiusura dell’ILVA . Si è poi reso conto dell’impossibilità di invalidare quella gara (Di Maio l’Ha chiamata “delitto perfetto” ) ed è ricorso ad una serie di pretesti per trascinare per altri 90 giorni la vicenda (Costo 90 milioni per lo stato) e alla fine è stato costretto a mollare l’osso e a chiudere visto anche il gradimento degli operai espresso con una soddisfazione del 94 % negli stabilimenti di Piombino, Novi ligure e Taranto. Il pavone Di Maio si fa bello con le penne degli altri . Visto cosi’ puo’ sembrare un’aquila e invece è un povero tordo.

Annunci

4 Risposte

    1. Mi dispiace signora Emma, ma non posso risonderle meglio, perché ho tentato di aprire i siti che mi ha consigliato, ma il mio pc è stato invaso da un sacco di virus, dal Trojan in sù.
      Ho chiamato un tecnico.

      1. Una vera iattura questi virus…. però, quasi quasi è una fortuna la sua! Così non proverà delusioni nel constatare che certe notizie sono fasulle, false, completamente infondate! Continuerà a credere a quello che dice “il partito” è ad essere felice così! Non chiami il tecnico, meglio non rischiare di vedere la realtà!

        1. E sì è stata una vera iattura, perché ho speso un sacco di soldi per il tecnico, il virus si chiama Trojan, credo, e aveva infettato non il blog, ma tutto il resto del pc e non potevo più scrivere niente. Poi il tecnico ha messo troppi filtri e alla fine ero isolata da tutto. Insomma una vera iattura come dice lei.
          O una maledizione mandatami da altri, che ne so.
          Delusioni? Mai signora mia. Ho superato ben di peggo e sopportato pesi enormi che questi della politica sono per me un vero divertimento.
          Si sarà accorta che scrivo tutti i giorni che posso, è un modo per divertirmi e se a qualcuno non piace, faccia finta di avere davanti un piatto cucinato male e lo rifiuti. Semplice.
          A lei tante buone cose e stia serena. Il tempo è una gran bella cosa e ci aiuterà tutti.

          P.S. Lei mi invita a non guardare la realtà, da buona signora pensa che stia male?
          Le assicuro di no, ma perché la realtà di adesso con dei signori caricatissimi di boria, è davvero spassosa, non rinuncerei per niente al mondo.
          Mi diverte come mi divertiva la giostra, quando ero bambina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: