Archivi del giorno: 11 settembre 2018

NEGOZI CHIUSI LA DOMENICA, CHE PENSATA!

NEGOZI CHIUSI LA DOMENICA, CHE PENSATA!

Tenere chiusi negozi e centri commerciali di domenica e nei festivi non è una scelta intelligente.

Nei festivi un lavoratore dipendente ha la possibilità di effettuare acquisti con calma.

In certe località turistiche i negozi sono aperti nei festivi e nei feriali fino a tarda sera.

Un imprenditore capisce queste cose, ma i politici attuali hanno grosse difficoltà a capirle.

La loro mente è rutta rivolta a distruggere ciò che è stato fatto prima, semplicemente perché fatto prima.

Basterebbe effettuare turni ai dipendenti.

Il Sole 24 ore stima una perdita di oltre 50.000 mila persone che perderebbero il lavoro.

La materia, che ha implicazioni di costume, politiche, amministrative e sindacali, va certamente regolata.

Ma non strangolata.

L’asse Lega-Grillini che vuole il black out degli acquisti alla domenica è antistorica.

Se dovessimo seguire la stessa logica per altre attività dovremmo chiudere i bar, i ristoranti, i pub, gli autogrill, i negozi di fiori, i vivai. Forse anche i cinema e i musei potrebbero far festa.

L’elenco potrebbe continuare a lungo.

Dunque, non si comprende dove sia la pretesa giustizia socio-economica domenicale.

E se si facesse un referendum c’è da scommettere che, molti di coloro che arrotondano lo stipendio con un festivo in più, non sarebbero così scontenti come si crede.

I dati confermano che la liberalizzazione degli orari e dei giorni ha portato beneficio ai consumi.

Ora si vuole tornare indietro.

Forse sarebbe meglio riflettere (in un giorno feriale).

Arthur Schopenhauer potrebbe sintetizzare lo stato d’animo e il tipo di reazione dei nostri attuali governanti: «Dovunque e comunque si manifesti l’eccellenza, subito la generale mediocrità si allea e congiura per soffocarla».

Così come in Europa si sta perdendo tempo per discutere se abolire o no l’ora legale, qui si discute se chiudere o no i negozi.

Bellissime pensate, per non risolvere problemi maggiori, più importanti.

Ma la famiglia sta davvero cosi male se per tenerla unita devono star chiusi i negozi?

Annunci