Archivi del giorno: 6 luglio 2018

LA NOIA CI ASSALE

LA NOIA CI ASSALE

Stiamo vivendo un periodo di tempo politico, in cui ci assale la noia.

Tutto è prevedibile.

Le battute al fulmicotone di Salvini che stoppano qualsiasi discussione e soprattutto qualsiasi voglia di controbattere, fanno venire il latte alle ginocchia tanto sono stupide, ripetitive e gelide.

La noiosa tiritera di Di Maio ansioso di abbattere qualsiasi cosa fatta dal governo precedente, anche se è costretto a percorrere la stessa strada, perché le idee originali gli mancano.

I vaccini sì, i vaccini no. Una vera solfa infinita.

Lo stereotipato e autolesionista atteggiamento del Pd. I capi o reggenti o chiunque sia dalle parti delle sedi romane di comando, come sempre, si ammazzano tra di loro, ignorando totalmente quella che loro stessi chiamano: la base. La base di che? Non si sa, visto che non la conoscono.

E Fico cosa fa Fico, cosa dice? Si divide dagli altri pentacosi? Questa è un’attrazione che ci affascina così tanto che alla fine abbiamo gli occhi strabici.

La punzecchiatura noiosissima, quotidiana, di Travaglio, a Renzi. Se non lo fa non dorme per una settimana per inventare che cosa poter dire di “originale”.

Tutto prevedibile, tutto già detto, tutto noioso fino allo sfinimento.

Ma forza è coraggio, non tutto è noioso, resta la curiosità di sapere se i 49 milioni incassati dalla lega ladrona, saranno restituiti. Ecco una notizia che non è una notizia.

Persino i nostri post sono diventati noiosi. Ne leggiamo solo il titolo e siamo sicuri di conoscerne già il contenuto.

Quant’è vecchia questa gente che sembra avere facce giovani.

Quant’è povera di idee la classe che si dice “dirigente”.

Quant’è diventato povero questo paese.

Forse non solo la noia, ma anche lo schifo.

http://www.unionesarda.it/articolo/politica_italiana/2018/07/05/di-maio-sbloccati-280-milioni-per-i-centri-per-l-impiego-il-pd-fo-1-746484.html

Ecco.  Vantarsi di fare cose già predisposte da chi c’era prima è davvero miseria mentale, ma soprattutto ipocrisia.

“I 235 milioni che Luigi Di Maio si vanta di aver destinato ai centri per l’impiego non sono altro che i fondi destinati alle regioni dalla legge di bilancio 2018, grazie a un emendamento a prima firma Gribaudo e al governo a guida Pd, che ha previsto la distribuzione tra le regioni già a gennaio di quest’anno. Di Maio finge ancora di portare a casa grandi risultati mentre sta solo usando la buona eredità del centrosinistra”, hanno dichiarato la Deborah Serracchiani e la vice capogruppo Pd alla Camera Chiara Gribaudo.

(Unioneonline/L)

Solo che il Pd non sbandierava le cose fatte come questo ipocrita. Oppure le gente non voleva ascoltare, mentre ascolta questa marionetta di Casaleggio.  Incredibile ma questo paese è diventato così, stravolto dalla ipocrisia.

 

 

Annunci