Archivi del giorno: 4 giugno 2018

UN INCIUCIO ALLA CARTA

UN INCIUCIO ALLA CARTA

Si doveva fare.

Un po’ di farina, due uova, una presina di sale, due cucchiai di zucchero, il latte, due forni per sicurezza, e così la torta è fatta. E il programma con l’inserimento dei vari personaggi pure.

Altrimenti Di Maio avrebbe perso l’occasione della sua vita. Sia mai.

Salvini avrebbe dovuto salutare gran parte degli elettori del Nord, al mare, il 29 di luglio.

Novanta giorni, tanti, ma alla fine la torta si è cotta, con la sovrumana pazienza del Presidente della Repubblica.

Fatalmente è un grande compromesso, o inciucio alla carta, un budinazzo insomma, composto da due forze estreme che si toccano, ma che hanno obiettivi diversi.

Anodo e catodo, faranno scintille?

Il Presidente del Consiglio non ha nessuna esperienza, ma a quanto pare, tanta ambizione.

I due estremi, dovranno conciliare il ruolo ministeriale con quello di leader, ad uno sta bene la piazza: un comizio vale oro, all’altro il Web, con pochi clik e va avanti.

Diversi anche qui.

Ma Di Maio come farà a conciliare due ministeri, oltre la vicepresidenza ed il leaderismo? Farà i salti mortali. Ma c’è un proverbio che dice: chi troppo vuole……nulla stringe. Vedremo, se riuscirà a “lavorare” su tutto. Ci permettiamo di dubitare fortemente.

Abbiamo un Moavero, già esperto di Monti, che dovrà trovare un tessuto connettivo che leghi le aspirazioni atlantiche e le simpatie filorusse.

Tria (quello all’economia) la pensa come Savona, la musica non cambia, vedremo se sapranno farsi ascoltare in Europa.

Per il resto ci sono grandi punti interrogativi: il ministro della Giustizia riuscirà a calmare gli spiriti bollenti del giustizialismo espresso nel programma con un po’ di buon senso? Si chiama Bonafede e chissà che il nome non porti bene.

Toninelli, col suo sguardo che esprime stupore, non sa neppure lui come mai sia finito lì.

Per ora siamo certi che la flat-tax e il reddito di cittadinanza difficilmente potranno prendere quota prima del 2020-2022. Può darsi che non facciano in tempo a vedere la luce.

Delle signore presenti nel governo non so nulla o quasi, e non sono sicura di volere prenderle un po’ in giro. Sono signore no? Spero solo che non siano relegate a fare le cameriere e a servire la torta già preparata.

 

Annunci