È IL GOVERNO DEL POPOLO SOVRANO, SIGNORA MIA

È IL GOVERNO DEL POPOLO SOVRANO, SIGNORA MIA

Dunque, ti impegni a scrivere una riforma istituzionale, superi tutte le votazioni di Camera e Senato per farla approvare.

Non contento la sottoponi al giudizio dei cittadini tramite referendum, e ti trovi contro una pletora di costituzionalisti imbelviti.

In più sindacati imbruttiti.

ANPI e strani compagni di viaggio tipo Forza Nuova pronti alle barricate contro il nuovo dittatore che vuole imporre al paese la deriva autoritaria peggiore che si sia mai vista dai tempi di Mussolini.

Poi, arrivano due faccette di tolla.

Buttano giù un contratto privato che prevede due cose che cambiano sostanzialmente la prima parte della Costituzione:

– la riduzione  dei parlamentari in stato di asservimento ai partiti, tramite l’introduzione del vincolo di mandato, (cambio dell’art. 67 della Costituzione: “Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato”).

– l’istituzione di un Comitato di controllo extraparlamentare (non previsto dalla Costituzione) che svuota del tutto i poteri del Parlamento, del Presidente del Consiglio che non sarà più primo ministro, ma un “Esecutore” ridotto a semplice comparsa che deve solo leggere in pubblico i provvedimenti decisi da altri. Uno che deve eseguire e basta, ubbidire e basta, e nel caso gli saltasse il ticchio di dire qualcosa di “suo”, di un po’ diverso dal contratto privato firmato dai due signori, cosa potrebbe succedere? Mah” O il cambio, con la cacciata di “traditore” o la “sedia elettrica”?

Tutti i costituzionalisti che si sono slogati le tonsille a forza di contraddire Renzi nelle Riforme Costituzionali proposte, adesso tacciono?

Si può cambiare la Costituzione nella sua prima parte fondante, senza una legge apposita?

Solo perché si firma un contratto privato con una S.r.l.? Costituzionalisti, svegliatevi, sembra che da belve imbestialite siate diventati dei polli.  Dove sono i sindacati? (forse è meglio tacere sull’argomento). L’AMPI?

Almeno Renzi aveva modificato solo la seconda parte, quella che regolava il “funzionamento della Costituzione, non la prima parte che è fondamentale. Eppure ha avuto tutti contro in modo malvagio, e stucchevole. Con danno di tutti come possiamo constatare.

Si dirà: “signora mia questo è il futuro! Si rassegni, anzi questa è la volontà del popolo sovrano decisa con un contratto privato a tavolino”.

Il futuro, sì, ma quale? Quello del no Tav, no Vax, no Tap, no vattealapesca? Col no si può costruire il futuro di un popolo?

Veramente, in fin dei conti, popolo è formula generica, la classica foglia di fico che copre il vuoto.

Dov’è il futuro dei giovani?

Dov’è il lavoro?

Dov’è il Sud?

Dov’è la crescita?

Dov’è la formazione?

Dov’è la gestione della questione generazionale?

Dov’è l’innovazione?

Vuoi vedere che niente niente la Raggi ha già trovato le pecore per rasare le aiuole? Si, mi pare proprio di sì.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: