SONO SPARITE LE FELPE E SONO APPARSI I DOPPIOPETTO

SONO SPARITE LE FELPE E SONO APPARSI I DOPPIOPETTO

Chi è Matteo Salvini?

Della sua vita privata non so nulla e non me ne importa niente. Non so se è sposato, se ha figli, quello che so è che si è visto un’infinità di volta una signora Elisa Isoardi che stirava la sue camicie. Per cui su di lui non ho nulla da scrivere, perché da quello che posso vedere quando appare in Tv non è una persona interessante. Tutt’altro, mi sembra troppo sudaticcia e che spruzzi saliva quando parla.

Su Matteo Salvini politico vedendolo spesso in Tv e sentendo quello che dice, mi sono fatta qualche idea.

La sua carriera è partita sui rottami della Lega Nord (prima il Nord). E poi ha avuto la fortuna di sfruttare l’emergenza immigrazione.

Senza la provvidenziale immigrazione, Salvini sarebbe rimasto a sedere sui rottami della Lega Nord (prima il Nord).

In effetti non è molto, ma il problema immigrazione, ha fatto sì che diventasse da Lega Nord (prima il Nord), a Lega Nazionale. Sono spariti i napoletani puzzolenti ed anche i rutti liberi del pratone di Pontida.

Sono sparite le felpe e sono apparsi i doppiopetto. Non è sparita la barba, peccato, perché ingrossa il viso, già sufficientemente grassoccio.

Comunque sia proviamo a capirci qualcosa di questo personaggio politico della Lega e forse fare arrabbiare anche qualche rarissimo leghista che si affaccia a questo blog.

Allora Salvini politico, ovviamente a mio parere e per il poco che ne so, è un bluff. Ossia uno che parla tanto senza una benché minima idea della Politica seria, quella con la “P” maiuscola.

È un politicante della specie peggiore. È un populista che ha imparato a vendere bene le menzogne, e a coloro che ragionano con la pancia, non importa che siano illusioni. Insomma roba normale da populista.

È uno che sfrutta le emergenze, le cavalca e le ingrandisce a proprio beneficio.

Ha una dote: conosce il suo popolo (o meglio la sua massa indistinta) e ne stimola i peggiori istinti, quelli della destra più intollerante.

È uno che non sa che cosa sia il bene comune, o meglio non gliene frega niente, perché conosce solo l’alfabeto razzista.

È uno che ha le mani legate da Berlusconi, un uomo di 81 anni, condannato ed ineleggibile, Berlusconi appunto che se lo spupazza come vuole, e non gli fa fare nessuna alleanza coi 5s, se non con la sua benevola “astensione e benedizione”.

Nelle ultime elezioni ha avuto il successo perché ha proposto solo tre cose: flat tax, cacciata degli immigrati, abolizione della Fornero. Tutte palle, ma sono solo tre, facili, comprensibili, adatte per la massa. Che poi abbiano successo è cosa secondaria. L’importante è guadagnare consensi su promesse. Poco male se non saranno mantenute, per la loro impossibilità materiale di essere realizzate.

Ho capito che teme moltissimo le critiche, per cui sceglie sempre programmi televisivi che lo circondano di benessere e sfugge quelli (pochissimi) che potrebbero metterlo in difficoltà.  Quei pochi che lo fanno vengono da lui querelati.

Annunci

2 Risposte

  1. A Spera, ma ti sembra poco, guadagnare consensi anche se “sparando palle”? I consensi son quelli che poi permettono di governare… se si arriva a prenderne tantissimi di consensi, poi il governo lo fanno quelli… capito Spera? Spera ti prego, fatti un giro nelle varie città italiane se ne hai il tempo ( il tempo è denaro! )..non si può viverci più nelle nostre città, ma perché continuare a difendere l’ indifendibile? A Spera, conosco troppa gente che votava a sinistra, convinta..ma ora, o non vanno a votare o votano Leeeeeeeee.gaaaaaaaaa!! Questo anche nel sud…e togliamo st’ aglio dagli scaffali se vogliamo continuare a vendere frutta e verdura…dobbiamo imparare ad ascoltare il popolo, quello che ci consente di andare a Palazzo Chigi . la storia che anche gli italiani delinquono non fa presa.. e come dire che se io ho in casa un figlio che “marca male”, devo prendermi in casa tutti i marcapazzo del mondo? Ma daiiii
    saluti..
    Mario

    1. Sì, Mario, lo sento anch’io questo vento che tira. Lo sento in autobus, al mercato, per strada, dal parrucchiere, dovunque vada tutti dicono che non se ne può più di questi “negri”, proprio così, che vengono qui per delinquere.
      Sono anche prepotenti, e l’ho potuto constatare ieri, in attesa di essere ricevuta dal mio medico curante. Non era una nera, ma una paciosa, piuttosto in carne signora dell’Est, che pretendeva di saltare la fila perché diabetica. In sala d’attesa forse c’erano altri diabetici, ma ognuno aspettava il proprio turno.
      E’ un problema sensibilissimo e Salvini ha preso voti, per questo. Non so se chi ha dato il voto a Salvini sappia cosa sia la flat-tax, ma sicuramente so che conosce bene gli immigrati.
      Il non riceverli sarebbe l’ideale. Ma chi si sente di lasciarli affogare tutti? E quelli che vengonio dall’est? Sono altrettanti se non di più e nella mia Regione sono i più delinquenti e meno affidabili. Abbiamo avuto Boris il russo, per esempio.
      Sarebbe giusto anche che le navi “salvatrici” non portassero tutte le persone in Italia, ma nei paesi di origine della nave stessa. A questo punto sparirebbero tutti gli aiuti umanitari degli altri paesi.
      E veniamo alle espulsioni. Si possono fare solo bisogna avere tanti soldi.
      Espellere 45 persone su un aereo occorrono almeno altrettanti agenti. Occorre trovare un aeroporto che li riceva, occorre fare tanti accordi dai paesi da dove arrivano, occorrono aerei continuamente a disposizione, costi, costi altissimi. Figuriamoci espellerne 600.000 come ha detto Salvini. L’ha sparata grossa forte, ma la gente si illude.
      Come facciamo noi quando compriamo un litro di latte non sappiamo il lavoro che c’è dietro, gente che non ha mai festa, gente che spala merda, perché noi possiamo berci il latte.
      Così è espellere la gente straniera, dietro c’è lavoro e spese indicibili, ma alle persone non viene detto.
      Per questo ho detto che Salvini ha sparato palle, perché tali sono.
      Ne espellerà qualcuno tanto per fare vedere che fa qualcosa, ma ne ariveranno sempre di più. Il nuovo secolo porta a questo, l’irrigidimento di certi paesi peggiora la situazione.
      Quindi la risoluzione del problema sta nell’allargare la platea di chi riceve le persone, nel condividere le spese con altri paesi, nell’agire in modo diplomatico insieme agli altri paesei. Insomma sta nel farsi aiutare seriamente.
      Cosa difficilissima. Se Salvini ci riuscirà sarà fatto “Santo Subito”.
      Un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: