INVECE DI AFFERMARE CON FORZA LA RAGIONE E LA BUONA FEDE, SI ASSISTE AL TRISTE SPETTACOLO DEL CAPRO ESPIATORIO

INVECE DI AFFERMARE CON FORZA LA RAGIONE E LA BUONA FEDE, SI ASSISTE AL TRISTE SPETTACOLO DEL CAPRO ESPIATORIO

Di fronte alla tracotanza e inabilità dei Cinquestelle e contro la rissosità e i distinguo degli ammucchiati di centrodestra, dobbiamo mostrare, fin da subito, un desiderio di rivincita, alla luce delle contraddizioni degli avversari, che, di fatto stanno dimostrando una incapacità totale, una politica di bassissimo livello, perché utilizzano tutta la loro forza numerica, solo per ottenere poltrone.

Programmi zero. Prospettive per il futuro catastrofiche.

In democrazia si scambia l’elemento numerico della maggioranza con la verità. Spesso la ragione sta dalla parte della minoranza.

In questa situazione il Pd sta mostrando tutti i suoi limiti strutturali: conserva i vizi dei democristiani, come le correnti per la spartizione del potere, conserva anche le perversioni dei comunisti, con il perenne detestarsi dei dirigenti tra loro e la naturale pratica del farsi fuori reciprocamente.

Oltre a ciò, oggi, il Pd appare affetto da smarrimento post elettorale. La batosta c’è stata, è vero, ma rimane pur sempre il secondo partito.

A questo punto, anziché l’immobilismo e la paura di esagerare per non offendere i tracotanti ed inefficienti cosiddetti vincitori, il Pd deve reagire.

E’ ora di dire basta e di mostrare le mille e mille buone ragioni per cui il Pd è un partito di eccellenza.

Il Pd deve dimostrare con forza e subito le ragioni del SÌ al referendum.

Queste ragioni sono oltremodo evidenti e hanno bisogno di essere rivendicate a gran voce, proprio ora, perché si sta mettendo in evidenza tutta la negatività espressa dai sostenitori del no.

Si capisce che non hanno avuto ragione, ma torto marcio, ed è anche a causa di quel “no”, che ora, gli stessi si trovano in queste difficoltà.

Bisognerebbe farglielo ammettere e dirlo a gran voce: ”avete avuto torto, vi siete sbagliati a dire “no” al referendum”. Avevamo ragione noi e la ragione sta ancora dalla parte nostra, nonostante i numeri elettorali.

Il buon operato dei governi a guida Pd dovrebbe essere “gridato” a fronte dell’evanescenza delle posizioni grilline, delle rivalità interne al centrodestra e delle false promesse fatte da entrambi in campagna elettorale.

Insomma un comunicare agli elettori il desiderio di attribuirsi i meriti di una gestione politica che ha migliorato questo paese.

Invece nulla.

Tono dimesso e continui inutili mea culpa.

Anziché reclamare gli obiettivi raggiunti dai governi a guida Pd, si vede solo la voglia di resa dei conti interna in funzione antirenziana.

Invece di affermare con forza la ragione e la buona fede, si assiste al triste spettacolo del capro espiatorio, della persona simbolo del torto e della colpa.

 

Annunci

2 Risposte

  1. Buongiorno
    senza grandi riforme, non si va da nessuna parte, non si va avanti, si resta fermi..
    certo nello stare fermi, si puo’ guardare il paesaggio, il proprio ombelico, recitare poesie per chi le conosce o fare fotografie ed immortalare attimi di vita per sempre fermi nel tempo.
    Ggli italiani non amano i cambiamenti reali, perché cambiare vuol dire pazientare, prendere tempo, ma niente da fare, vogliono tutto e presto.
    Adesso anelanti aspettano i redditi di cittadinanza e le flax tax magari comodamente seduti al caffé discutendo di come l’abbiamo scampata bella liberandoci da un feroce dittatore fiorentino.
    Cosa deve fare il PD?
    deve assolutamnete e convintamente non lasciarsi tirare per la giacca, i vincitori ci sono ebbene adesso governino.
    Deve stare all’opposizione, ricostruirsi, e smetterla di andare in giro col cilicio , che poi sono sempre gli stessi eh… li vedi dappertutto in tv, a soffrire e dire che buuuuuuuuu! quant’é cattivo Renzi, senza capire che i militanti che sono tanti, i piangenti portatori di cilicio non li vogliono manco vedere dipinti, io per esempio, non li sopporto piu’!
    la confraternita del ciclicio, penso sia al 3 %? 4%?
    perché? non si pongono mai la domanda: ma com’é? che nessuno é venuto a piangere e fare analisi profonde con noi?
    Se la canzone che siapprestano a cantare é sempre: guardate come il fiorentino ci ha ridotti e come soffriamo allora spero che il PD sparisca e che le persone di buona volonta’, quelle che credevano nel SI delle riforme, dell’andare avanti, verso qualcosa di nuovo, si mettano insieme e facciano un cammino diverso con idee, proproste, discussioni e soprattutto, DECISIONI.

    1. Ciao carissima,
      Un dato di fatto c’è, lo abbiamo visto in Molise ieri: Con la sinistra dentro o fuori, il Pd perde. Quindi non è questione di andare a sinistra o più a sinistra, la gente non lo capisce questo discorso, il rimedio è fare le riforme, e se si fossero concretizzate quelle espresse il 4 dicembre 2016, non saremmo a questo punto. Purtroppo c’è anche chi, a suo tempo, ha avuto paura di cambiare. La paura che Renzi diventasse troppo potente li ha travolti, fino ad arrivare all’odio concreto.
      Peccato, queste sono le conseguenze.
      In più la segreteria collegiale di Martina, con tutta la buona fede che ci si può mettere, è un po’ mancante. Proprio perché non è decisiva.
      Un giorno dice che si deve appoggiare il m5s (non proprio Martina, ma il collegio) il giorno dopo no, non si può fare un governo col 5s.
      Poi ci sono i rompicoglioni che sono sempre contrari a tutto, qualunque decisione si prenda.
      Capisco che sia un partito democratico, ma verso gli elettori ci dovrebbe essere un po’ più di rispetto.
      E poi alla fine ci si meraviglia che il Pd stia perdendo.
      Per forza, o riformiamo noi stessi, persino cambiando nome e non solo la pelle, o chiudiamo baracca e burattini.
      Però ribadisco sono nauseata di questo continuo meaculpa. io non ho colpa di niente e sono fiera di aver avuto un segretario come Renzi.
      Grazie carissima amica. Un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: