CIÒ CHE GLI ITALIANI HANNO CAPITO DEL GOVERNO RENZI PER CUI IL PD È PASSATO DAL 41 AL 18%

DAL 41 AL 18%

Ciò che gli italiani hanno capito del governo Renzi per cui il Pd è passato dal 41 al 18%

Concetto N. 1: Immigrazione. Le regole europee e la nostra Costituzione impongono di salvare gli immigrati. Renzi ha fatto questo, ma a tanti italiani gli immigrati fanno paura.

Concetto N. 2: Unione Civili. Siamo un Paese cattolico e con tanti omofobi. In molti non hanno digerito questa legge di civiltà.

Concetto N. 3: Renzi ha rovinato l’Italia, mentre prima era il giardino dell’Eden e non c’erano problemi di sorta.

Concetto N. 4: l’Italia in mano agli immigrati e ai froci è un Paese insicuro e rovinato.

Concetto N. 5: bonus 80 Euro: Da alcuni definiti “marchette elettorali”. Invisi a chi non ne aveva bisogno. I fondi sono stati presi dall’IMU sulle seconde case e dalle rendite finanziarie. Ovviamente chi è stato colpito non ha gradito.

Concetto N. 6: bonus Bebè. Anche questa è stata definita “mancia elettorale”.  Come sopra, i fondi sono stati presi dall’IMU sulle seconde case e dalle rendite finanziarie. Molti non hanno gradito.

Concetto N. 7: agevolazioni sulle ristrutturazioni. I piccoli imprenditori e i piccoli artigiani sono stati costretti a non fare più nero e dunque a fatturare. Non potevano fargliela passare liscia. Il nero è sacrosanto.

Concetto N. 8: agevolazione acquisti case nuove o invendute. Le imprese edili erano abituate a fatturare la sola parte del mutuo, riscuotendo in nero la quota non mutuata. Renzi non doveva passarla liscia.

Concetto N. 9: Articolo 18. Molti contratti non prevedevano questa tutela. In pratica l’art. 18 era valido solo per alcune categorie, ma è diventato un simbolo negativo ad opera dei sindacati che non l’hanno mai applicato ed hanno fatto credere che fosse stato totalmente eliminato. Cosa che è del tutto falsa perché milioni di dipendenti a tempo indeterminato ne godono ancora. Inoltre non esiste in nessun altro Paese OCSE.

Concetto N.10: contratto di ricollocazione. Un grosso guaio per tutti quei tantissimi che normalmente usufruiscono dell’ indennità di disoccupazione mentre svolgono un lavoro in nero o mandano avanti la propria attività privata.

Concetto N.11: Riforma elettorale. Renzi voleva che la sera delle elezioni si sapesse che avrebbe formato il nuovo Governo. Lo volevano pure i cittadini, ma poi si sono fatti convincere che era un interesse del solo Renzi.

Concetto N.12: Abolizione Province. Sarebbero venuti a mancare tanti posti di lavoro, ma specialmente tante poltrone. Ergo….

Concetto N.13: Finanza. Messi sul piatto strumenti a favore delle Imprese e del loro sviluppo, ma riservate a imprenditori onesti e infatti schifate da imprenditori che usano tutt’altri metodi di sviluppo. Il mondo bancario, costretto a ridurre il personale, non ha gradito.

Concetto N.14: La buona scuola. È stato introdotto un nuovo concetto: il merito. Ma nell’italia di oggi è un concetto inesistente. E come pretendeva Renzi di imporlo? Sindacati e insegnanti (ritenutisi persino deportati) non l’hanno presa affatto bene.

Concetto N.15: Sblocca Italia. Provvedimenti invisi agli ambientalisti e alla sinistra nostalgica. Qualunque opera è diventata motivo di scontro. Qualunque infrastruttura, anche se di interesse nazionale, va a colpire un dogma sinistroide e causa lacerazioni sociali.

Concetto N.16: Lotta alle Eco-Mafie, Anticorruzione. I provvedimenti colpiscono anche chi non è mafioso, ma intrattiene rapporti d’affari con le mafie. Di conseguenza colpire la mafia ha significato colpire anche coloro che con la mafia trattavano. Poteva mai piacere?

Concetto N.17: Riforma Pubblica Amministrazione. Potevano essere mai gradite nuove regole quando lo scandalo dei furbetti del cartellino è radicato ovunque? Si poteva mai essere contenti di un provvedimento che prevedeva il licenziamento dei furbetti?

Concetto N.18: Riforma della Giustizia. Ai Magistrati non si possono toccare le ferie, ma lo scontro vero è stato sulla loro Responsabilità Civile. Inviperiti e decisi a vendicarsi! E allora giù con inchieste e indagini campate in aria contro l’ambiente renziano. Il risultato che una persona incensurata come Renzi è passata, con l’aiuto di giornalisti e TV compiacenti, come un grande disonesto. Forse il più grande disonesto in Italia.

Concetto N.19: Ius Soli. Ha scatenato un grandissimo putiferio perchè si voleva riconoscere a dei bambini, figli di stranieri regolari, che spesso neanche conoscono la lingua del loro Paese di origine e che si sentono Italiani al 100%, il diritto di essere cittadini italiani effettivi.

Concetto N.20: Canone RAI in bolletta Energia. Si è scoperto che erano in tanti a non pagare nulla. Chi non ha mai pagato poteva mai dire grazie a Renzi? Erano 5 milioni gli evasori del Canone RAI.

Conclusione N.1: In Italia provare a diventare un Paese moderno, giusto, corretto, decente e efficiente significa impiccarsi da soli.

Conclusione N.2: Riformare non è un verbo che si accorda con il mantenere i privilegi. E chi ha privilegi, anche minimi, non intende cederli, anche se dentro di sé pensa il contrario.

Conclusione n.3: Se Renzi si fosse fatto i fatti suoi e avesse fatto compromessi con Partiti e Sindacati, oltre che con giornalisti e proprietari di Media, non sarebbe passato dal 41 al 18%.

 

Annunci

4 Risposte

  1. DAL 41 AL 18%, e scenderete ancora!

    1. E se così fosse, potresti brindare.
      Ma dimmi hai capito qualcosa di quello che ho scritto o ti sei limitato al titolo?
      A volte succede.
      Forza quando avrete il 100% sarete dittatori.
      Vi piacerà, già si vede.
      Ciao Mario, mi raccomenderò a te nel caso.
      Un abbraccio.
      Il tuo commento mi suggerisce di cambiare il titolo.

  2. sono le 19.43 e scenderete ancora! dormite brava gente!
    a me viene da ridere a leggere sempre: e scenderete ancora!
    e allora? che dovremmo fare per risalire, promettere che gli asini voleranno e lasceranno cadere al posto di grosse popo’ pacchetti di soldi alla brava gente?
    o allora per risalire, dovremmo promettere ad un popolo talmente onesto che si precipita a pagare le tasse poverino! che vabbé, gliele le abbassiamo va! e per premiarlo, gli diamo pure una somma di soldi i al mese senza far nulla e per completare l’offerta, voila! referendum a gogo’ per uscire, entrare, stare di lato, a testa in giu’ nell’unione europea e per i primi cento che telefonano, anche il referendum per lasiare il cattivo euro! chi dice emglio? eh?
    o allora per risalire dovremmo dire: abbiamo la botte piena e la moglie ubriaca,
    o meglio: continuiamo a dare un colpo al cerchio ed uno alla botte,
    ma anche: siamo per questo e quello ma anche contro, evidémment!
    cosi’ non si scontenta nessuno, e dicendolo con la cravattina da prima comunione ed il sorriso denti belli, passa onestamente bene!
    In ogni caso, si riparte dal 18% e pregherei tutti, ( signori e signore della stampa e televisione), di darci il tempo di rialzarci, di rimetterci a pensare , a scambiare opinioni, ad analizzarci, magari all’assemblea e dopo al congresso, non certo sui plateaux televisivi.
    Adesso che il tiranno brutto e cattivo é stato cacciato e con lui le orde di migranti sbarcanti quotidianamente sulle coste italiane, il sole pare piu’ grande ed il cielo piu’ azzurro,
    come in una canzone di Celentano…. e mentre gli asini volano, noi risaliremo.

  3. Carissima,
    l’augurio di “scenderete ancora” non è che faccia un grande effetto si di noi.
    Abbiamo già provato cosa significa cercare di fare il meglio possibile per le persone e abbiamo anche imparato che “fare il meglio” non è la cosa giusta per gli italiani.
    Andava bene Berlusconi che si faceva i fatti suoi e che governando dal 2001 al 2008, ha fatto solo il bene della sua azienda e l’ha triplicata nei valori, andava bene la lega che si intascava milioni di euro (vedi il signor Belsito, poi sparito coi soldi in tasca o i diamanti da qualche altra parte o gli investimenti in Tanzania), insomma quando uno maneggia soldi pubblici non c’è scampo, cadono tutti nella trappola dell’ingordigia. L’unico è stato Renzi che c’ha rimesso tutto, lavoro, stipendio e quant’altro. Ma a nessuno interessa, pare abbia fatto solo male alla gente.
    Ma come ho scritto nel post successivo, sembra che si faccia a gara a prendere le distanze da Renzi. Tutti fanno i piagnoni, persino la Serracchiani. Ecco questo non lo capisco.
    Per questo ho consigliato che nell’assemblea (comunque rimandata) del Pd, si dicano solo le solite cose, banali, innocue, inutili, senz’anima e forse è quello che la gente vuole sentirsi dire.
    Come fai notare tu, gli sbarchi continuano, ma nessuno ne parla.
    Il tipo di informazione che abbiamo è talmente disgustoso che non solo fa pena, ma fa pensare che solo alcuni (molto pochi) siano in grado di fare il loro lavoro.
    Ho saputo che Berlusconi ha cacciato i direttori delle sue reti, perché si è accorto che durante la campagna elettorale e anche prima hanno fatto propaganda per la lega. Troppo tardi per Berlusconi, i buoi sono già scappati e per quanto si sforzi, non è più al centro dell’attenzione delle persone.
    Gabbato dalle sue stesse reti televisive. Credo che gli roda parecchio qualcosa.
    Grazie tristesse e consoliamoci, finchè siamo circondati da certa gente, anche il 18% brilla come l’oro a 18 carati.
    Un grande abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: