UN BEL DÌ VEDREMO LEVARSI UN FIL DI FUMO

UN BEL DÌ VEDREMO LEVARSI UN FIL DI FUMO

“Abbiamo fatto l’Italia. Ora si tratta di fare gli italiani”.

Sicuramente il Marchese Massimo D’Azeglio, uno dei politici piemontesi protagonista del processo di unificazione dell’Italia, non aveva previsto che la celeberrima frase con cui commentava la nascita del Regno d’Italia proclamata nel 1861, sarebbe diventata proverbiale.

Cerchiamo di rettificare il senso del motto.

Nella prefazione del suo postumo “I miei ricordi” (1867), scrive: “Il primo bisogno d’Italia è che si formino italiani dotati d’alti e forti caratteri. E pur troppo si va ogni giorno più verso il polo opposto: pur troppo si è fatta l’Italia, ma non si fanno gli italiani”.

Dunque il nostro marchese non si riferiva all’unità degli italiani dal punto di vista politico, ma alla loro maturità culturale, civile e morale.

Ce ne dà conferma Ferdinando Martini che ne “L’illustrazione italiana” del 16 febbraio 1896 racconta che, in una conversazione in pubblico a Montecatini, D’Azeglio avrebbe affermato: “Se vogliamo fare l’Italia, bisognerà che pensino prima a fare un po’ meno ignoranti gli italiani”.

E qui viene ancora in mente l’altro motto di Alfonse de Lamartine: “L’Italia è una terra di morti”, ribadito nell’apostrofe antitaliana: “Io cerco (in Italia) uomini e non polvere umana”, che faceva eco allo storico tedesco B. Giorgio Niebühr, diplomatico a Roma dal 1816 al 1823, il quale ebbe a scrivere: “L’Italia è una terra di morti che camminano”.

Siamo ancora qui, nel 2018 nel vedere un’Italia spezzata, con più ignoranti di allora.

E politici morti politicamene che vogliono governare.

“Un bel dì vedremo levarsi un fil di fumo” cantava con la speranza nel cuore la dolcissima Butterfly, ma adesso non credo proprio che neanche un fil di fumo noi vedremo, ma solo una triste realtà e il timore di non uscire mai da questo fango, o, se per caso succedesse, ne usciremmo con tutte le ossa rotte, e senza sorriso in bocca.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: