PER ME È ARABO

PER ME È ARABO

È un episodio vero accaduto un anno fa.

Se sentite qualcuno esclamare «Per me è arabo!» mentre guarda un’espressione matematica, sappiate che, di questi tempi, il senso della frase potrebbe andare al di là del semplice «Non ci capisco una fava!», e rivelare invece diffidenza o addirittura timore, paura.

Volo interno negli U.S., da Philadelphia a Syracuse, 45 minuti in tutto. Una ragazza sui 30 guarda con perplessità il suo vicino di posto che continua a tracciare misteriosi tratti sul suo tablet. Prova ad attaccare discorso: «Abita a Syracuse?» La risposta è laconica: «No», e il tizio ritorna rapidamente al suo tablet.

La ragazza si agita, annota qualcosa su un foglietto di carta, chiama l’hostess e le chiede di consegnare il suo messaggio al comandante.

Ancora qualche minuto e l’aereo spegne i motori. Subito dopo i passeggeri vengono invitati a scendere dall’aereo.
A terra il tizio del tablet, capelli ricci, carnagione mediterranea, viene avvicinato da un agente FBI che comincia a fargli qualche domanda. Alla fine arriva quella cruciale: «Abbiamo ragione di sospettare che lei sia un terrorista. Può spiegarci cosa stava scrivendo sul tablet?»
«Un’equazione differenziale».

Già, perché il tizio misterioso è Guido Menzio, laurea con lode in Economia a Torino, insegnante alla University of Pennsylvania, in mezzo diversi premi: Kravis Award for Outstanding Undergraduate Teaching nel 2007, Carlo Alberto Medal for Best Italian Economist Under 40 nel 2015.
E sul tablet stava rivedendo il modello di price-setting che avrebbe presentato nel suo intervento alla Queen’s University di Ontario, non il modo per far saltare in aria l’aereo.

I passeggeri risalgono sull’aereo. Solo la ragazza, non ancora convinta, chiede di salire sul volo successivo. Alla fine, con quasi due ore di ritardo, l’aereo decolla.
Trump’s America is already here. It’s not yet in power though. Personally, I will fight back, ha scritto Menzio sulla sua pagina Facebook.
L’America di Trump, mix di ignoranza e razzismo è già qui.

Tranquillo, è in buona compagnia. Vogliamo parlare dei muri che si sono costruiti in Europa? O rimanere in casa nostra e parlare delle esternazioni salviniane e grilline?

(Nell’immagine: Guido Menzio)

Annunci

8 Risposte

  1. il terrorismo è una realtà!
    Il tuo vicino che diventa improvvisamente un assassino è un’altra triste realtà!
    io cercherei la responsabilità di certe insicurezze anche in chi non controlla cara spera, perchè improvvisamente ora dopo anni che c’è chi dice che un flusso incontrollato può essere un pericolo, pare che pure il tuo idolo ne sia diventato consapevole.
    Improvvisamente i numeri che prima venivano snocciolati da Salvini & C. con parole di dubbio gusto, vengono ora condivisi da quella parte a cui tu sei così affezionata.
    Le Iene mi confezionano un servizio in cui si evince che il tuo governo paga gli ex mercanti di immigrati per tenerli in Libia.(se l’avesse fatto un governo di cdx …apriti cielo)
    Peccato che non si domandino come mai tunisini, marocchini, ivoriani, ecc siano considerati profughi e sopratutto come mai un marocchino passi dalla Libia per venire in Europa.
    Ora delle persone profondamente razziste come il sindaco di Pozzallo indicano pure negli arrivi dalla Tunisia come probabili jihadisti o ex carcerati!
    Insomma la ragazza ha avuto paura, ha sbagliato? Questa volta si ma onestamente chi ha creato questo clima di paura?
    Trump?
    Non ne ha avuto ancora il tempo! Ma direi che chi sta gestendo le cose in Italia di sicuro non aiuta a farci sentire sicuri.
    Avere persone NON identificate libere di circolare non aiuta.
    Se domani dovesse succedere qualcosa in Italia vedrai veramente la diffidenza scoppiare e “l’ottimo” lavoro buonista darà i suoi frutti

    1. Questo racconto, che è vecchio di un anno, l’ho trovato solo ora, ma mi è piaciuto molto inserirlo nel blog perché, a mio avviso, ci insegna una cosa importante: capire chi abbiamo vicino, capire se possiamo fidarci.
      Non è detto che tutti quelli che vengono nel nostro paese siano dei delinquenti e non mi sento di giudicare tutti allo stesso modo.
      Credo che da noi ci siano le forze adatte per scoprire chi delinque e chi no.
      Se poi guardiamo il terrorismo che c’è in altri paesi, ci rendiamo conto che si tratta solitamente di persone giovani di seconda o terza generazione, già da tempo in quel paese.
      Il mio idolo, come lo chiami tu, se n’è reso conto da parecchio tempo che un afflusso così grande di stranieri crea molti problemi e quante volte l’ha detto in Europa e gli altri hanno fatto orecchie da mercante?
      Si tratta dii scegliere, in questi anni e forse anche in tanti anni successivi, se lasciare morire la gente, o in qualche modo accioglierla, distribuirla un po’ a tutti i paesi e comprendere se possono restare o, nell’eventualità, estradarli. E ovviamente alleviare i problemi dei loro paesi, con quello che sarà possibile fare. Con realtà.
      Inculcare nelle persone la paura ad arte, fa male non solo a se stessi, ma a tutta la nostra vita
      I problemi bisogna cercare di risolverli e non aggravarli con una inutile propaganda per racimolare voti.
      Non ha senso ed è un opportunismo che alla fine non paga.
      Persino i tuoi amici stellati non dicono molto sui migranti, dovresti capire perché.
      Ciao, carissimo, è sempre un piacere sentirti.
      Un abbraccio.

      1. Amici stellati? Mah!
        mi dispiace ma chi ha cavalcato contro il presunto razzismo di altri era proprio Renzi!
        E il suo governo ombra oggi attua le medesime pratiche fatte dai contestati governi precedenti.
        Il problema esiste? certo ma il non voler capire perchè caspita certa gente fa migliaia di km per passare proprio dalla Libia dovrebbe far pensare.
        Un Siriano si trova molto vicino all’europa e lontano dalla Libia.
        Un marocchino(che NON ha diritto di asilo) vive in un paese a 14 km dall’europa e invece decide di attraversare paesi pericolosi per passare dalla Libia?
        queste domande perchè nessuno se le pone?

        PS
        la retorica sui nostri immigrati poi fa schifo!
        1° spesso e volentieri venivano reclutati qui dopo visite mediche(vedi operai per belgio)
        2° spesso venivano chiamati per ripopolare zone deserte(vedi sud america)
        3° nessuno onora la memoria delle migliaia di Italiani morti sulle navi che li portavano via ma ricordiamo invece gli altri!

        Prendere delle persone e metterle in case (che non ci sono per italiani in difficoltà) libere di circolare(ma impossibilitate a lavorare) prima di averli identificati mi sembra poi una cosa di grande sicurezza ed immensa integrazione.

        Togliere il buonismo, la propaganda elettorale ecc e fare qualcosa di utile per tutti sarebbe forse finalmente ora!

        1. ps
          europa volutamente minuscolo!!!

          1. Certamente in minuscolo. Siamo ben lontata dall’Europa sognata dai padri fondatori.

        2. Sì c’è tanta retorica attorno ai migranti e tanto sfruttamento. Ma io ho vissuto già molto a lungo purtoppo, e mi ricordo con quanto astio le popolazioni italiane del nord, ricche di lavoro, hanno accolto altri italiani che stavano peggio e, nonostante siano passati tanti anni, sono considerati ancora “terroni di merda” perché hanno avuto la sfortuna (o la fortuna la chiamo io) di nascere al sud.
          La Libia? Sì fa pensare, ma non saprei rispondere se non col fatto che è più vicina all’Italia.
          E che comunque gli italiani sono considerati persone migliori, anche se non è vero. Non è vero per niente.
          Ciao carissimo, un abbraccio.

          1. Da lombardo posso dirti che spesso quelli che usano i termini che dici tu sono figli di immigrati della 2° o 3° generazione

            1. Ciao,
              tuttavia questo non mette la coscienza a posto, vuol dire che abbiamo insegnato loro cose sbagliate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: