IL BEL PAESE

IL BEL PAESE

Le cose stanno più o meno così.
Se fai un accordo sulle riforme con Forza Italia, non va bene: no al Patto del Nazareno.
Se l’accordo si rompe, non va bene: che arrogante, vuole fare tutto da solo.
Se provi a coinvolgere i Cinque Stelle, vuoi l’inciucio; se non li coinvolgi, hai paura di Grillo.
Se metti la fiducia sulla legge elettorale, è deriva autoritaria.
Se invece ci sono milioni di emendamenti, vuoi l’immobilismo.
Se c’è il ballottaggio, governa una minoranza, questa non è democrazia!
Se non c’è il ballottaggio, allora vuoi le larghe intese, questa non è democrazia!
Voti l’italicum e ti chiedono il mattarellum.
Accetti il mattarellum e ti chiedono il rosatellum.
Accetti il rosatellum e ti chiedono il tedesco.
Discuti del tedesco e ti dicono “Ah, come era bello l’italicum”
Chiamiamolo “kafkianum”, si fa prima.
Se non fosse una cosa seria, ci sarebbe quasi da ridere.
Ma non possiamo permettercelo. E dunque mentre sosteniamo con forza il Governo Gentiloni impegnato negli incontri internazionali e nell’attuazione delle riforme dei MilleGiorni (pensioni, periferie, povertà, dpcm investimenti), riproviamo con la tela di Penelope della legge elettorale.
Ma vogliamo farlo chiedendo a tutti i partiti di tirare giù le carte in modo chiaro.
Per tutta la settimana il PD sarà pronto a incontrare gli altri partiti, nelle forme e nelle delegazioni che siamo pronti a concordare con i singoli schieramenti. E martedì 30, al termine di questo percorso, discuteremo in modo trasparente in Direzione Nazionale della linea da prendere: perché noi siamo un partito democratico nel nome e anche nei fatti.
Alla fine ciascuno si prenderà le proprie responsabilità davanti agli italiani senza giochi e giochetti. Una politica diversa è anche una politica che dice basta a chi vuole solo rinviare, a chi sa solo dire no. Noi ci siamo. E vogliamo andare avanti, insieme.

(Matteo Renzi)

Annunci

Una Risposta

  1. C’era una volta una coppia con un figlio di 12 anni e un asino.
    Decisero di viaggiare, di lavorare e di conoscere il mondo.
    Così partirono tutti e tre con il loro asino.
    Arrivati nel primo paese, la gente commentava: “guardate quel ragazzo
    quanto è maleducato…lui sull’asino
    e i poveri genitori, già anziani,
    che lo tirano”.
    Allora la moglie disse a suo marito: “non permettiamo che la gente parli
    male di nostro figlio.”
    Il marito lo fece scendere e salì sull’asino.
    Arrivati al secondo paese, la gente mormorava: “guardate che svergognato
    quel tipo…lascia che il ragazzo e la povera moglie tirino l’asino,
    mentre lui vi sta comodamente in groppa.”
    Allora, presero la decisione di far salire la moglie,
    mentre padre e figlio tenevano le redini per tirare l’asino.
    Arrivati al terzo paese, la gente commentava: “pover’uomo! dopo aver
    lavorato tutto il giorno,
    lascia che la moglie salga sull’asino.
    E povero figlio. Chissà cosa gli spetta, con una madre del genere!
    Allora si misero d’accordo e decisero di sedersi tutti e tre sull’asino
    per cominciare nuovamente il pellegrinaggio.
    Arrivati al paese successivo, ascoltarono cosa diceva la gente del paese:
    sono delle bestie, più bestie dell’asino che li porta.
    Gli spaccheranno la schiena!
    Alla fine, decisero di scendere tutti e camminare insieme all’asino.
    Ma, passando per il paese seguente,
    non potevano credere a ciò che le voci dicevano ridendo: guarda quei
    tre idioti; camminano, anche se hanno un asino che potrebbe portarli!
    Conclusione:
    ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale
    tu possa andare bene come sei.
    Quindi: vivi come credi. Fai cosa ti dice il cuore…ciò che vuoi…
    una vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali.
    Quindi: canta, ridi, balla, ama…e vivi intensamente ogni momento della
    tua vita…prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi.
    Charlie Chaplin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: