MOLTO PROBABILE

MOLTO PROBABILE

“Fra trent’anni l’Italia sarà non come l’avranno fatta i governi, ma come l’avrà fatta la televisione”.

Ennio Flaiano

 

Vorrei aggiungere, con grande malizia, l’Italia sarà come la vuole il “Fatto Quotidiano”, la Tv7 o Grillo? O come vuole l’Annunziata, la Berlinguer e tanti loro seguaci? Attualmente sembra siano proprio loro che parlano a rotta di collo, dettano le leggi e mettono le fondamenta di un futuro piuttosto tenebroso. Sono dappertutto! Brutta prospettiva per chi ci sarà. I politici pare esistano solo per essere giudicati e criticati.

Annunci

4 Risposte

  1. Insomma, in parte è vero quello che dici, (difatti il Travaglio= il FQ ” di tutti dice mal fuorché di Cristo”) ma i politici cosa fanno per essere ben visti? Ma cosa ci vuole a capire che non se ne può più di vedere i “semaforisti”( i finti poveri) che prendono per i fondelli le persone oneste e si fanno i loro 10.000 euro al mese fingendosi poveri? Quelli che al mattino hanno due bambini da mantenere ed al pomeriggio cambiano cartello dicendo che hanno due nipotini da mantenere? I politici li fanno entrare in massa e ce li scaricano a noi.. non se ne può più di questi negazionisti (negano che questi immigranti ormai hanno rotto i cog….),di questi irresponsabili che vogliono islamizzare a tutti i costi l’ Europa, cosa che accadrà entro al massimo 30 anni. Alla faccia della solidarietà! Il Comunismo condannava il parassitismo, (chi non lavorava andava dentro)quelli che sono venuti dopo, hanno legalizzato l’anarchia, la criminalità e il parassitismo! Diciamolo una volta per tutte..il più pulito( dei politici) ha la rogna”
    saluti.

    1. Carissimo,
      abbiamo perso il senso del rispetto, noi verso i politici, ed i politici verso quei cittadini per i quali dovrebbero governare. La sfiducia reciproca che ha radici abbastanza lontane, ha portato alla nascita di movimenti sfascisti, senza ideali, senza prospettive se non quella di parlare male di tutto. Questi movimenti, una volta che abbiano in mano le redini del potere, sono peggio degli altri.
      La politica esercitata come fosse un interesse personale, e per arricchimento personale, non è politica ovviamente, ma sete di potere che finalmente si può avere tra le mani. Manca la capacità, l’intelligenza, il pensiero del bene di tutti, mancano prospettive.
      La cosa che fa più male è proprio il fatto che persone che paiono a livelo culturale più alto della “massa” spingano avanti questi personaggi dediti al catastrofismo.
      Appena si prospetta all’orizzonte un personaggio nuovo, che forse dà qualche speranza di cambiamento, subito come sciacalli gli sono addosso, e cominciano a mettere merda nel ventilatore delle loro bocche, cercando di sporcare tutto e di annebiare la nostra mente.
      Si mettono ad attaccare i padri, le madri, le mogli e persino le nonne.
      Da dove nasce questa mancanza di rispetto? Dalla poca considerazione che hanno soprattutto di loro stessi e soprattutto dall’odio e dal rancore perché forse qualcuno vuole cambiare e migliorare stato delle cose, in questo momento sto pensando al movimento Mdp. Questi che praticamente non hanno capito niente della sinistra, stanno bene così, guadagnano senza lavorare, prospettano catastrofi e insicurezze, se non ci sono loro. a Questo movimento abbino ovviamente anche quello di grillo, movimento privato, personale, oscuro, poco trasparente, che ha in sé solo “urlatori” e parecchi ignoranti (non nel senso bonario di chi ignora, ma nel senso di somari, come si diceva a scuola). Dopo di che ci si lamenta della mancanza di nascite. E chi vorrebbe, oggi vome oggi, mettere al mondo figli, se quello che viene loro prospettato è un mondo così confuso, cattivo e senza prospettive?
      Chi si azzarda, prova, cerca di fare politica seria e utile come si dovrebbe, corre un rischio grosso, per la sua vita personale e per la sua famiglia.
      E così avanzano gli ignoranti.
      Lo misuriamo tutti i giorni.
      Grazie Mario, un abbraccio. Spera.

  2. di cognome mi chiamo “Galizia” e quindi impiego un pizzico in più di MALIZIA per dire che oggi, domani e chi più ne ha più ne metta, l’Italia – alla faccia dei politici e dei giornalisti sia della tv che della carta stampata – sarà esattamente come ciascuno di noi avrà consentito di farla. Se qualcosa non va le colpe sono innanzi tutto nostre, o meglio, sono e saranno solo le nostre. Democrazia non significa delegare ad altri un potere che non hanno, per poi poterci lamentare; quanto meno mettiamoci la nostra faccia.

    1. Carissimo Piero,
      grazie, sei una bella sorpresa perché le tue parole, finalmente, ci consentono di guardarci dentro, per cercare di capire che, se le cose vanno male, è anche colpa di tutti noi. Qualcuno diceva che ci meritiamo la classe politica che abbiamo, è vero, la votiamo, e ce la dobbiamo tenere.
      Tuttavia propendo nel credere anche che, con la bassa cultura che c’è in giro, molti si informino solo attraverso i media, attraverso le cose più semplici, per esempio ascoltare piuttosto che leggere. Ebbene coloro che hanno in mano questi potenti mezzi, possono influenzare moltissimo la gente.
      Non dimentichiamoci che nei paesi dove la Democrazia non c’è, una delle prime cose che la dittatura fa, è quella di mettere la mordacchia all’informazione.
      Io vedo purtoppo, in questo momento, forse con grande malizia, che l’informazione pende tutta da una parte. Positiva verso il populismo grillinico, negativa verso il governo, chiunque lo diriga, e avverso fino all’incomprensibile, contro Renzi, che, al momento, è solo il segretario di un partito.
      Si può anche provare a cambiare, ma l’avversità, l’informazione se è potente e penetra senza che la si approfondisca, è una sconfitta per un paese.
      Grazie Piero. Un saluto. Speradisole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: