8 MARZO – NON REGALARMI LA MIMOSA SE…

8 MARZO – NON REGALARMI LA MIMOSA SE…

– Non regalarmi la mimosa se quando torno a casa (perché anche io ho lavorato!) trovo ancora il letto sfatto e il pavimento da pulire, e tu sei al computer. Perché quelli non sono lavori “da uomo”.

– Non regalarmi la mimosa se per ogni piccola cosa che faccio e che non ti va mi chiami “scema”, o troia.

– Non regalarmi la mimosa se “Quella ha fatto carriera perché l’ha data al capo”.

– Non regalarmi la mimosa se “Hai visto quella macchina quanta fatica ha fatto a parcheggiare? Scommettiamo che è una donna?”

– Non regalarmi la mimosa se: “Se non fai così ti do uno schiaffone/una testata/un pugno

– Non regalarmi la mimosa se poi devo inventarmi che questo livido l’ho fatto sbattendo contro una porta.

– Non regalarmi la mimosa se “le prostitute lo fanno perché gli piace il cazzo

– Non regalarmi la mimosa se “ Ma quella ragazza è molto simpatica e intelligente!” “Sì, può darsi, ma è un cesso e mi fa schifo”.

– Non regalarmi la mimosa se “Tutte le donne sono puttane tranne mia mamma e mia sorella. Anzi, a pensarci bene anche loro due.”

– Non regalarmi la mimosa se “Te la sei cercata”.

– Non regalarmi la mimosa se quello che vorrei diventare non ti interessa, l’importante è che ci sia la tavola apparecchiata (e che mi sia ricordata di prendere la pillola).

– Non regalarmi la mimosa se “L’Uomo è cacciatore”.

– Non regalarmi la mimosa se “Con chi cazzo eri al telefono?” “Con mia sorella.” “Ah. Però che palle, la chiami ogni tre ore.”

– Non regalarmi la mimosa se: “Tu lì non ci vai.”

– Non regalarmi la mimosa se: “Lei non lavora, se quando arrivo a casa non è tutto pulito e in ordine mi incazzo.”

– Non regalarmi la mimosa se “Quando usciamo devi metterti la minigonna, ma se esci da sola mettiti il burqa!”

– Non regalarmi la mimosa se: “Vieni qui, abbracciami. Tanto quello che stai facendo non è importante”.

– Non regalarmi la mimosa se litighiamo e tu mi chiedi se mi devono venire le mestruazioni.

– Non regalarmi la mimosa se “Le donne sono più pettegole di noi uomini e molto più stronze sul lavoro!”

– Non regalarmi la mimosa se concepisci che un tizio mollato abbia preso una pistola ed abbia sparato alla ex e commenti con qualcosa tipo: “Era folle d’amore, poveraccio.

– Non regalarmi la mimosa se “Non puoi.” “Perché?” “Perché una donna queste cose non può farle bene”.

– Non regalarmi la mimosa se “La moglie per la rispettabilità e la puttana per il divertimento.

– Non regalarmi la mimosa se: “Che male c’è ad andare a divertirsi un po’ al night?” “Ma sei fidanzato!” “Appunto!”

– Non regalarmi la mimosa se: “Lui è andato con 100 donne, che figo! Lei è andata con 100 uomini, che troia!”

– Non regalarmi la mimosa se “al figlio maschio compriamo il motorino, alla figlia femmina l’aspirapolvere

– Non regalarmi la mimosa se “Stai zitta!”

– Non regalarmi la mimosa se “Non parlarmi di femminismo. Non parlarmi di quello che hai letto. Quella cosa ti interessa? E’ una stronzata.”

– Non regalarmi la mimosa se quando ti dico che l’anno scorso più di 100 donne sono state uccise dagli ex mi rispondi: “Sì, ma è gente fuori di testa.”

– Non regalarmi la mimosa se “Lei era consenziente.” “Ma lui ha usato una spranga!” “Eh, a certe donne piace fare i giochini.

– Non regalarmi la mimosa se “Si è sicuramente inventata tutto.”

– Non regalarmi la mimosa se “Ci vorrebbe un bel corso di autodifesa.”

– Non regalarmi la mimosa se “Io un miliardario di settant’anni che si scopa a pagamento delle ventenni lo ammiro!”

– Non regalarmi la mimosa se “sotto la quarta non è vero amore”.

– Non regalarmi la mimosa se “devo sempre insegnarti tutto!”

– Non regalarmi la mimosa se “una Vera Donna sa tenere la casa, è efficiente al lavoro (ma senza guadagnare troppo) è una madre attenta, è sufficientemente graziosa per farmi fare bella figura in giro. E anche un po’ porca a letto, ma non deve dire che le piace.

– Non regalarmi la mimosa se “Come sei esagerata, è solo una pacca sul sedere! Stavo scherzando quando ti ho detto se mi fai un lavoretto con la bocca!”

– Non regalarmi la mimosa se “è bellissima e quindi è deficiente

– Non regalarmi la mimosa se “è femminista, quindi è un cesso frustrato

– Non regalarmi la mimosa se “è mamma, dovrebbe mettere la testa a posto e smetterla di uscire due volte alla settimana! Il papà, invece, poverino, deve pur distrarsi in qualche modo!”

– Non regalarmi la mimosa se: “Non ha figli, perciò non può essere pienamente realizzata e felice”.

– Non regalarmi la mimosa se “Ha abortito. E’ un’assassina.”

– Non regalarmi la mimosa se “Allora come mai i geni del passato sono tutti maschi?

– Non regalarmi la mimosa se “Io una donna come collega non la vorrei. Non mi fido. E’ troppo pericoloso, mi dovrei preoccupare anche per lei.”

– Non regalarmi la mimosa se il rapporto sessuale finisce quando vieni tu (e il mio godimento è un optional).

– Non regalarmi la mimosa se “per le donne si vuol dire sì e no vuol dire sì”.

– Non regalarmi la mimosa se “se la sua vagina non viene mutilata , i nostri uomini non la rispetteranno

– Non regalarmi la mimosa se “Sì, però era ubriaca/drogata/fuori alle 3 di notte. Se l’hanno aggredita bene, così la prossima volta impara a stare al suo posto

– Non regalarmi la mimosa se “Denunciami pure, tanto non fanno niente.”

– Non regalarmi la mimosa se “la legge è tutta a favore delle donne. E io non ci ho più i soldi per mantenere l’amante ucraina!”

– Non regalarmi la mimosa se ti fa ridere una vignetta in cui c’è una donna imbavagliata e legata su un divano e la scritta “Non è stupro. Se non voleva poteva dire di no.”

– Non regalarmi la mimosa se “è tutta colpa di Eva.”

– Non regalarmi la mimosa se “la violenza psicologica delle donne sugli uomini è peggiore!”

– Non regalarmi la mimosa se “è stato scientificamente dimostrato che il cervello delle donne non è fatto per le scienze.(Università del Michigan)”

– Non regalarmi la mimosa se “è stato scientificamente dimostrato che fare sesso tre volte al giorno aiuta a prevenire il cancro al seno (Università di Timbuctù)

– Non regalarmi la mimosa se “è stato scientificamente dimostrato che se una donna guadagna più del marito lui diventa impotente (Università di Honolulu).

– Non regalarmi la mimosa se “la donna ha desideri sessuali assai inferiori a quelli dell’uomo. E se li ha uguali è un po’ zoccola.”

– Non regalarmi la mimosa se “L’ha picchiata!” “E che c’entra? La violenza non ha genere.”

– Non regalarmi la mimosa se “Uguali? Voi non siete uguali! E’ evidente!” “Ma io intendevo pari.” “Ah. Pari? Uhm…ecco…sì…

– Non regalarmi la mimosa se “Le piace Hello Kitty, è scema per forza.

– Non regalarmi la mimosa se “il computer di mio figlio è blu e grigio con 100 funzioni, quello di mia figlia è rosa con i brillantini ed ha 50 funzioni

Se siete arrivati fin qui siete coraggiosi. Ma il brutto è che ci sarebbero altri 1000 motivi per cui non dovreste regalarci la mimosa. Non prima di aver eliminato tutto questo. Dopo, come gesto di gentilezza (e la gentilezza fa piacere a tutti e a tutte, credo), la accetteremo volentieri.

PS.: Le affermazioni contenute in questo post sono tutte TRAGICAMENTE vere. Sentite in giro o lette nell’ultimo periodo. E davvero sono solo una goccia nel mare.

https://lazitellafelice.wordpress.com/2013/03/07/non-regalarmi-la-mimosa/

E solo due giorni fa, nelle alte sfere del Parlamento europeo, l’eurodeputato polacco Janusz Korwin-Mikke, si  è superato: «Giusto che le donne guadagnino meno, ha detto durante un dibattito sul gap di genere nei salari, perché sono più deboli, più piccole e meno intelligenti».

 

festa-della-donna-2016-frasi-auguri-messaggi-cosa-fare

Annunci

4 Risposte

  1. un argomento decisamente spinoso perchè:
    – se ad essere picchiato è un uomo non lo dirà mai, ma se dovesse dirlo non gli crede nessuno
    – Quando un uomo uccide la moglie, fidanzata(o ex) è il peggio del peggio, quando capita che lo fa una donna(solitamente preferisce il suicidio dopo aver eliminato i figli) è colpa del marito perchè “chissà cosa le ha fatto passare”
    – quando c’è una separazione i figli vengono dati col contagocce ad un padre, e se invece c’è un’equa divisione dei tempi non si capisce perchè ma lui deve comunque dare il mantenimento
    – ecc

    Mi dispiace ma proprio perchè considerò donne e uomini sullo stesso piano non concordo su leggi speciali (come quelle per l’omofobia) ma leggi severe(e certe!) contro ogni tipo di violenza.

    Poi devo fare alcune grandi critiche proprio alle donne, siete le prime a dare della “puttana” ad un’altra donna, siete voi che crescete quei bimbi che poi saranno uomini e che saranno violenti, siete ancora voi che nel mondo del lavoro quando ce la fate(e le altre vi danno della poco di buono) trattate le donne peggio di un uomo.

    1. Carissimo Stefano,
      a parte che le uccisioni di donne sono molto, ma molto più numerose di quelle di uomini e quasi sempre per mano di chi diceva di amarle, ogni assassinio è abominevole.
      Tu consideri uomini e donne sullo stesso piano?
      Non credo, vista la tua frase finale.
      Ma quello che mi fa più male, come donna e madre, è che tu, proprio tu, scarichi sulle mamme e solo su di loro il compito di crescere ed educare i figli. Ed è così che diventano violenti?
      E il padre? che ci sta a fare in casa? Non partecipa al compito essenziale dell’educaziione dei figli? Se ne sta in panciolle davanti alla Tv, perché ha lavorato, lui, tutto il giorno?
      La donna che lavora, (diciamo fuori casa), ha anche i lavori di casa sulle spalle, vedo pochi uomini dare una mano in questo.
      La rivalità che hai visto tra le donne, non è certo maggiore di quella tra gli uomini, sta nella natura umana.
      Rivelatrici sono le tue parole: “quando ce la fate”, credo che tu abbia inteso, a sfondare sul lavoro. Proprio così Stefano, quando ce la facciamo. Poco, poche volte. Troppo poco. Ma sempre per merito, non per l’aspetto.
      Ma la riuscita di una donna la si deve anche a chi le sta accanto, a chi l’ama veramente, a chi l’aiuta, a chi l’appoggia, a chi l’incoraggia e soprattutto a chi la rispetta e la stima.
      Auguri alle donne che ti stanno vicino.
      Un saluto. Spera.

      1. Cara Spera mi dispiace ma leggi quello che vuoi tu!
        Il riferimento all’educazione dei figli aveva un significato che tu hai facilmente distorto.
        Un uomo può insegnare e dare esempi sbagliati, è un uomo che tu dipingi come il male assoluto.
        Ma un figlio è cresciuto da una donna, lo dicono i tribunali in quasi ogni causa di separazione!
        questo intendevo e non che la donna ha il compito esclusivo di educarli.
        E guarda che non sono rari i casi di donne che giustificano la violenza del proprio figlio!
        Sul fatto che le donne ce la fanno per capacità e non per l’aspetto, scusa ma credo che ci siano casi e casi, come capita per gli uomini.
        Ci sono i/le raccomandate(figli di), ci sono i/le leccapiedi, ci sono quelli/quelle che si sono conquistati il loro ruolo.
        Il quando ce la fate è proprio riferito al fatto che purtroppo non sono tante quelle che ci riescono(anche se conosco diverse donne che hanno eccelso nel proprio ruolo conquistando ruoli importanti)
        Che la competizione sia la medesima non so, secondo me no! Ripeto siete decisamente le più critiche verso le vostre parisesso.
        Sulla violenza? non credo di aver detto che i numeri sono altri, ho detto una cosa diversa!
        La donna che uccide è tendenzialmente giustificata dalla stampa e dalla società cercando delle colpe che poi ricadono sulla vittima, quando è un uomo no!
        Grazie per gli auguri alle donne che mi stanno vicino!
        Ma grazie a questo mi hai dato un gancio perfetto!
        Non troppo tempo fa ho sgridato mio figlio e indirettamente mia moglie.
        Ho fatto notare a mio figlio come lui si rivolga a sua madre sempre con “ordini” o con affermazioni dove viene dato per scontato che la mamma sia a sua disposizione.
        Gli ho spiegato che deve rispettare quella donna che è sua madre, gli ho fatto notare cosa fa lei per lui, quanto sia disponibile per lui e che tutto questo NON è dovuto.
        Indirettamente ho detto a mia moglie che dovrebbe farsi trattare in modo diverso, che il “perfavore” e altre cosine simili non sono inutili ma anzi.
        mio figlio ha 8 anni ma se già adesso si dovesse convincere che sua madre è a sua disposizione cosa penserebbe poi delle altre donne?

        PS
        il caso della violenza sugli uomini è una cosa che ho vissuto di riflesso, dall’amico che veniva pestato (ma come può un uomo prenderle dalla moglie?) alle ex mogli che usano i figli come arma di ricatto, ecc.
        Ne ho viste sia da una parte che dall’altra.
        Il mio discorso voleva semplicemente dire che non si devono fare categorie da “salvare”, se si insegna il rispetto a 360° e non verso solo le donne o verso i gay o altre categorie forse si fa un lavoro più completo!

        Ora sfogati e dammi del misogino

        1. Che vuoi che mi sfoghi!
          Sono millenni che gli uomini la pensano così. Si sono inventati di tutto, anche le religioni contro le donne.
          Ma credo che il problema di fondo sia uno solo, senza le donne non c’è vita.
          Sono loro che danno vita nuova, che maturano i frutti. L’uomo è un passaggio. Lo si vede in natura.
          Forse è per questo che è tanta l’acrimonia contro l’altro genere.
          In ogni modo ripeto, finché ci sono questi atteggiamenti, anche nel mondo cosiddetto occidentale, civile, del tipo maschilista, sarà sempre una battaglia dura per le donne. Lo stupro di massa continua.
          Ciao Stefano. Io oggi festeggio e vorrei che fosse una festa mondiale.
          Spera.

          P.S. E’ un po’ lungo, ma leggilo anche te, forse ne vale la pena. Qui c’è quello che le donne dovrebbero sapere. E’ un post che ho scritto, poco dopo aver iniziato il blog.
          https://speradisole.wordpress.com/2009/08/16/simone-de-beauvoir-quando-leccellenza-e-donna/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: