CI OSTINIAMO A RICORDARE – 2 AGOSTO 198O

CI OSTINIAMO A RICORDARE – 2 AGOSTO 198O

orologio okOgni anno ci ostiniamo a ricordare.

Continuiamo a ricordare quella tragedia che ci ha colpito, ma di cui non sappiamo quasi niente.

Sappiamo chi sono stati gli esecutori materiali senz’anima, quelli che hanno messo, senza pensarci un attimo, che la valigia che lasciavano nella sala d’spetto di seconda classe della Stazione Centrale di Bologna, avrebbe provocato decine di morti e decine, decine di feriti. Tutti innocenti.

Non hanno avuto un ripensamento, no, e anche loro, senza coscienza si sono macchiati di un delitto enorme. Ma ora, dopo pochi anni, girano tranquilli per il paese, fanno figli, vanno al cinema, sono felici.

Io mi chiedo, ma non sognano mai il disastro che materialmente hanno procurato? No, probabilmente no, perché la loro vita è bella, adesso, tranquilla e serena, tuttavia senza dignità. Se ne fregano della coscienza e della dignità.

Ma prima degli esecutori, ci sono stati i mandanti. I veri colpevoli della strage.

Ma chi sono? O chi erano?

La setta P2 di Licio Gelli? Sappiamo comunque che è stata implicata in tutti i depistaggi che ne sono seguiti, impedendo, per anni, di scoprire la verità e istituire un giusto processo.

I servizi segreti “deviati”? Deviati da chi? Con ogni probabilità da una deriva fascista, finanziata dallo stato, deriva che era la vera anima di quei servizi segreti. Con la complicità della criminalità organizzata.

Lo stato italiano ed i suoi rappresentanti? O il famoso “Gladio”, nome in codice di un’operazione promossa dalla CIA, il servizio di spionaggio per l’estero del USA e della Nato, per costituire varie strutture paramilitari segrete, per contrastare e soprattutto per combattere il comunismo in qualunque modo, in particolare con forma di guerra psicologica e, nel caso della Stazione di Bologna e non solo, anche materiale, come gli attentati.

Sostanzialmente sotto sotto, la paura del comunismo, di quella fede politica che era in grado radicarsi nella popolazione, e che convinceva, rispetto ad un governo passivo e pieno di intrallazzi poco chiari.

Quindi anche strage di innocenti, pur di incutere paura e fare in modo che non prevalesse quel comunismo che il Vaticano si era affrettato a scomunicare e la cui scomunica non è mai stata ritirata in modo chiaro, lo stesso Vaticano che benediva le armi e taceva sulla ideologia nazista che ha portato a genocidi.

Chiunque fossero i mandati, forse ora sono morti, ma sono morti con una grave colpa e con un peso sulla coscienza enorme, ammesso che l’avessero una coscienza, che tuttavia non li ha fatto pentire neppure in punta di morte.

Forse in questo post ci sono tante inesattezze, ma il dolore comunque è ancora molto vivo e forte. Io c’ero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: