L’ASSASSINO

L’ASSASSINO

Ecco l’assassino. Si chiama Amedeo Mancini, un allegrone che quando vedeva un negro gli tirava le noccioline, ma lo faceva solo per scherzare.

Di fronte a personaggi simili anch’io sono una scimmia africana.

Sono una scimmia africana ogni volta che un ignorante, idiota, razzista offende, ferisce, uccide in nome di una presunta superiorità di razza.

Lo sono quando una donna provata da una vita di guerra, dolore e morte viene oltraggiata, svilita offesa per il colore della sua pelle.

Ogni volta che la ragione e l’intelletto lasciano il posto alla barbarie ed alla violenza bruta.

Sono una scimmia africana, orgogliosa di essere tale, quando una donna decide di darci una lezione di civiltà e solidarietà, donando gli organi del suo compagno ucciso per mano di un vile buffone, quando quegli organi permetteranno ad un essere umano di un’altra razza, poco importa quale, di vivere.

Lei si chiama Chimiary e lui, il marito ucciso con un pugno, Emmanuel. Erano scampati agli orrori di Boko Haram in Nigeria ed Emmanul ha trovato la morte  qui nel nostro paese, per mano di un esaltato, stupido e vigliacco.

Io sono una scimmia africana, le mie lacrime di dolore non hanno colore, il mio sangue rosso come il tuo, brutto e vile personaggio del mio paese, i miei occhi neri che perforano l’anima di chi ho di fronte, sono lo specchio della vita mia.

Annunci

20 Risposte

  1. A parti invertite avresti definito il tuo articolo un tantino frettoloso.
    Pare che le cose non siano proprio andate come raccontate in un primo momento e pare(fino a quando non c’è certezza non mi esprimo ne a favore di uno ne dell’altro) che lo confermino pure gli esami autoptici!
    Essere stupidi e dire parole sbagliate non credo sia perseguibile con reazioni violente, non lo si accetta neppure quando uno difende la propria casa, a maggior ragione per delle parole che mi risulta non abbiano mai ucciso nessuno!
    Trovo offensiva la precipitosa presenza dei rappresentanti dello stato che invece sono stati ben lontani in occasioni differenti(erano solo cittadini italici quindi non degni della loro presenza)
    Trovo fastidiosa la veloce offerta di doni alla vedova, sia perchè sembra dare un valore alla perdita sia perchè i fatti stanno prendendo una piega ben diversa!

    1. Se qualcuno passeggia per strada con la moglie e uno dice alla donna “puttana” che succede? Le parole hanno un peso. Per una nera, “scimmia” vuol dire esattamente puttana: “non sei nessuno, sei un animale, una bestia”. Emmanuel si è ribellato, ma l’aggressore non sopportava che potesse farlo, e l’ha ammazzato. Questa è la verità. Attenuanti non ce ne sono.
      Emmanuel è stato massacrato di botte. L’emorragia interna è stata provocata da un pugno che gli ha fratturato la mascella. E non aveva un ematoma alla gamba, ma la rottura dei legamenti. Indizi di come contro di lui abbia agito una volontà persecutoria, cinica e violenta. Non è stato accettato che pretendesse rispetto per la sua compagna e per se stesso.

      1. potresti cortesemente riportare dove hai trovato simili notizie?
        detto questo a me è stato insegnato che MAI si risponde con la violenza agli insulti.
        Altrimenti in strada ci sarebbero 600/700 morti al giorno

        1. Certamente. le ha dette il vescovo che ha celebrato il funerale.

          1. prova a leggere i giornali, prova a vedere cosa dice l’autopsia invece di vedere cosa dice un vescovo qualunque.
            E poi parliamo!
            Nemmeno i denti gli avrebbe rotto(se dobbiamo credere a repubblica!)
            Questo non riduce le responsabilità di chi insulta, ma attenzione a far passare il messaggio, “mi insulti ti carico di botte” altrimenti domani sarà pieno di razzistelli che sfrutteranno questa ottima scusa!
            Attenta a ciò che giustifichi perchè poi deve valere per tutti senza distinzione di colore, ceto, religione, ecc

            1. Sinceramente che gli abbia rotto i denti o no, quello che ha fatto questo uomo, di fronte ad una normale reazione per una offesa alla proprio donna, è eccessivo. Tanto più che a cominciare la provocazione era stato proprio lui, con le sue parole offensive. L’uccisione non ha alibi, né giustificazione. Quello che rimane è la morte di una persona anche se è “negro”. E la persona che compie questi atti, deliberatamente e con cattiveria, si merita il nome di assassino.

    2. E oggi che facciamo? La guerra?
      Perchè se secondo te è lecito rispondere ad un insulto con la violenza, oggi che si fa?
      Si mandano razzi e aerei a devastare qualche paese?
      Se giustifico un’aggressione per un’insulto per quanto becero cosa facciamo ora?
      Sarò un illuso ma credo che le cose debbano essere risolte in maniera diversa e che chi si pone in maniera violenta perda ogni scusante, ogni giustificazione.
      O il pensiero , l’accettazione della violenza è solo in funzione di tratti somatici precisi?

      1. Perché dobbiamo, per primi, insultare la gente senza aspettarci una reazione? Sono ragionamenti, i tuoi, che non capisco. Ma sei proprio tu lo Stefano che conosco?

        1. Sei tu la Spera che ho conosciuto?
          Ad un insulto non si risponde mai con la violenza!
          é la base dell’essere civili.
          Altrimenti giustifichi la violenza negli stadi, i femminicidi, i delitti d’onore, ecc?
          Ma stiamo scherzando?
          Non m’interessa il colore, il motivo, quanto è pesante l’insulto!
          Non c’è giustificazione ad una reazione violenta! MAI

          1. Sì Stefano, sono io sempre la stessa speradisole.
            In questi ultimi anni è successo che in Italia, è stato introdotto, dal vaffaday in poi, un tipo di linguaggio, tale che se non ci si esprime con l’insulto, si è dei debosciati, dei deboli. Mi capita, a volte, di sentire cosa succede in parlamento, per esempio, e sento solo insulti, malvolenze e una sterilità di idee che spaventa. C’è qualcuno che si mantiene calmo e pensa le cose prima di dirle, ma sono solo, quelli, per così dire, della vecchia guardia, che sanno bene cos’è la politica. E chi è capace di mantenere la calma in una bolgia simile, è una grande persona.
            Anche a me scappa la mano, lo so, ma è la reazione ad un insulto che subisco quotidianamente, per esempio quando si insultano coloro che sono iscritti al PD. Cosa centro io, perché si deve fare di ogni erba un fascio e dare dei puttanai a tutti?
            In cosa io dovrei essere diversa? Sono onesta, come tanti, sono leale, almeno questa è la mia convinzione e credo in un partito, in una società più giusta, che vuole combattere la povertà. Dove sta la mia diversità?
            In altro modo perché non dovrei reagire (virtualmente) ad una offesa? So anche che in questo modo ho perso alcune persone che visitavano il mio blog, ma questo è una cosa che capita a tutti. Si crea anche una forma di stanchezza, perché la persona che scrive (come me) è spesso ripetitiva priva di capacità di fantasia.
            Comunque se hai voglia di leggermi, sono sempre qua.
            Un abbraccio. Spera.
            Questo modo di fare ha creato imitazione sconfinata, la vediamo sui social, nei commenti e si traducono in comportamenti.

  2. Ops, e ora che è la vedova a ritrattare credi ancora al vescovo o alle prove?
    Il razzismo è nelle persone che come te sono cadute nel tranello dell’odio.
    Pensi davvero che il razzismo sia solo una questione di colore?
    Tu hai condannato senza se e senza ma un uomo perchè ignorante, bianco e presumibilmente di destra(ammesso che conosca la differenza)
    E’ razzista?
    SI
    E’ da condannare il suo insulto?
    Certo
    Ma se le cose sono andate come sembra è responsabile tanto quanto la moglie della vittima e la vittima stessa.

    1. Certo, potrà dire quello che vuole, ma dopo che ha perso il marito, in modo così brutale, è forse possibile perdere anche la testa e confondersi? Io dico di sì.

      1. avresti risposto uguale a parti invertite o sei semplicemente razzista nei confronti dell’idiota ignorante?

        1. Avrei risposto allo stesso modo. Per me una vita è sacra e mi è indifferente il colore della pelle. Se fosse stato un negro ad ammazzare un bianco penso che le reazione dei bianchi (parliamo di italiani) sarebbe stata anche peggio. Perché credo che in ognuno di noi, anche se lo nascondiamo bene, ci sia una piccola radice razzista.

          1. Spera, mio figlio è stato preso in giro(1° elementare) dai bambini più grandi per tratti somatici “non caucasici”
            Credi gli abbia insegnato a ribellarsi con la violenza?
            Credi che gli abbia trasmesso rabbia o rancore?
            Gli ho spiegato dell’errore in cui cadevano quei bambini(5° elementare), gli ho spiegato che come si sente lui quando gli dicono certe cose si sente il bambino chiamato “ciccione”, il bambino preso in giro perchè imbranato e così via.
            Mai gli dirò che è giustificato a reagire violentemente.
            Sono razzista?
            Probabilmente lo sono più di quanto credo, ma lo sono molto di più verso chi non rispetta le regole, verso chi trascina questo paese nella totale inciviltà.
            la vita è sacra ma non hai scritto di chi è stato ucciso, torturato o violentato come di questo caso.
            Come mai?
            Avevi il mostro bello e pronto?
            Era servito?

            Poi non farmi la tiritera della fedele PD che si sente offesa.
            Per anni la sinistra ha offeso senza troppi problemi gli eletti e gli elettori delle altre fazioni(Lega, FI, ecc)
            ora ti senti offesa?
            Sinceramente sento molte offese in meno ora!
            Non mi risulta che si sfotta per altezza, problemi tricologici, che si dica che gli elettori sono ladri, ignoranti, razzisti, ecc come è stato detto ad altri.
            Non mi risulta che ci siano scandali su “pompini” inventati
            Non mi risulta che ora si calchi la mano come è stato fatto verso gli altri!…. anzi!
            Quindi per favore recupera il tuo essere civile e nega che la reazione violenta è giustificata.
            Altrimenti hanno ragione gli USA, tutti con le armi!

            1. Veramente io non capisco tutto questo pietismo. Ho solo descritto un fatto che è successo ed un responsabnile di omicidio. Ed ho descritto la cattiveria politica che si è instaurata da qualche anno. Le cose stanno così. Adesso l’Italia è questa. Per cortesia non voglio lezioni di Bon Ton, se difendi i razzisti frustrati. E non offenderti se non ho capito bene cosa intendevi dire.

  3. Spera non ti è arrivato il mio commento ?

    1. Carissima,
      su questo posto no, non mi è arrivato. Ho cercato nell’eventuaità che mi fosse sfuggita l’approvazione, ma l’archivio dei commenti non porta traccia del tuo. Quelli ricevuti sono tutti approvati ed in attesa non ce n’è nessuno.
      Mi dispiace, se riesci a recuperarlo mi fa piacere, perché ci tengo alla tua opinione.
      Grazie e un abbraccio. Spera.

  4. il mio computer ed io di questi tempi siamo un po’ “scocomerati”
    ciao

    1. Comprendo benissimo, a me è successo con la posta. Un caos, poi alla fine ho dovuto cambiare indirizzo. Un problema, soprattutto perché il precedente era in possesso di molte persone amiche (ovvio) ma anche di alcuni enti di cui mi servo. Dal Comune all’Inps, dal sindacato alla banca e a qualcuno ancora probabilmente manca ancora.
      Ma rassegnamoci, i tempi moderni richiedono anche questo.
      Un abbraccio. Spera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: