RICORDATE LE QUOTE LATTE? PAGHIAMO NOI I PASTICCI DELLA LEGA

RICORDATE LE QUOTE LATTE? PAGHIAMO NOI I PASTICCI DELLA LEGA

La situazione è questa: per anni i criminali della Lega Nord hanno spalleggiato, per fini elettorali, la protesta degli allevatori contro le quote latte. (Vedi immagine)

Cosa sono le quote latte? Le quantità massime di latte che ogni paese della UE poteva produrre. Un meccanismo di controllo del mercato a livello europeo, congegnato per evitare che una produzione eccessiva facesse crollare il prezzo del latte, gettando sul lastrico i produttori. Quindi una cosa a discapito, semmai, dei consumatori, che pagavano il latte più del prezzo di mercato. Avrebbero dovuto protestare i consumatori, invece da noi protestavano i produttori.

Spalleggiati dai populisti della lega, che ovviamente li avevano convinti che fosse possibile avere la botte piena e la moglie ubriaca: godere del prezzo artificiale garantito dal meccanismo delle quote senza però rispettarle. Facciamo rispettare le quote a tedeschi, olandesi e francesi e fottiamocene. La conseguenza è stata che l’Italia,quindi i contribuenti italiani, tutti noi, abbiamo ha dovuto pagare 4,5 miliardi di sanzioni, al posto degli allevatori che oggi suscitano compassione.

Ora lo stato prova, ma dico, prova, a recuperare giammai i 4,5 miliardi ormai prelevati dalle tasche dei cittadini, ma appena meno del 10%,in totale circa 450 milioni. Ma molti allevatori questi soldi non li hanno più, vuoi per l’immancabile giustificazione della crisi, vuoi perché qualcuno aveva loro fatto credere che sarebbe tutto passato in cavalleria.

Oggi, per colmo di beffa, le quote latte non ci sono più, come voleva la Lega, ma gli allevatori protestano perché il prezzo del latte, guarda un po’,  sta crollando e molti stanno fallendo. Così stanno le cose.

Un po’ come certe banche dell’operoso nord-est che voleva fare la secessione contro lo Stato ladrone con le sue efficienti banche che valutavano le azioni a 62 euro perché tanto non c’era la borsa sporca e pericolosa che le valutava al mercato. Così oggi quelle azioni valgono 0,1 euro e tanti risparmiatori hanno visto andare in fumo i loro risparmi.

Però il sagace leader della Lega Nord, Salvini, invece che nascondersi sotto lo sterco di una vacca, è sempre in televisione a pontificare.

Questa è l’Italia.

(Giuseppe Turani)

CONDANNATI I PROTETTI DELLA LEGA

Un certo Giovanni Robusti, Cobas del latte, ha tentato la via della politica e dopo sorti più o meno favorevoli, è subentrato, nel 2008, al parlamento europeo al posto di Umberto Bossi, nel frattempo diventato ministro dell’attuale governo Berlusconi ter.

Però è in politica da tempo, anche lui fa parte del ventennio e percepisce stipendi tali da non dover più mungere le vacche e puzzare di bestia.

Anche Antonio di Pietro, nel 2001, in cerca di candidati con un certo corredo di seguaci, lo candidò ma la cosa finì male e Robusti sì è dato definitivamente alla Lega. ( ecco un po’ della sua storia)

Il 1° luglio di quest’anno è uscita la sentenza della Corte d’Appello di Torino che ha condannato per associazione a delinquere i Cobas del latte del Piemonte e l’europarlamentare leghista Giovanni Robusti.

Per non pagare le famose multe dell’Ue sullo sforamento delle quote latte, avevano inventato il sistema di vendere latte finto a cooperative inesistenti.

La vicenda delle quote latte parte da lontano: gli allevatori dichiaravano molto meno di quanto ricavavano, sempre per fregare il fisco.  L’evasione salì oltre i 200 milioni di euro.

Tutte furbate ai danni degli allevatori onesti. Illegalità che la Lega copre e protegge (soprattutto il Trota è molto attivo in questo campo), allo scopo di spillare qualche voto in più.

Da qui parte l’antieuropeismo e l’antistatalismo  e la propaganda antifiscale della Lega, che pare legata a doppio filo con questi allevatori disonesti che, con l’aiuto della Lega, fanno pagare a tutti noi, le loro illegalità.

E Bossi che blatera tanto contro i terroni, dovrebbe tener conto che le condanne per frode dei suoi preziosi allevatori disonesti, sono un brutto affare anche al Nord.

Di queste frodi sulle quote latte si è parlato pochissimo, perché dell’agricoltura non importa niente a nessuno, ma hanno colpito seriamente gli agricoltori ed allevatori onesti, costretti ad accettare prezzi bassissimi dei loro prodotti.

Gli espedienti messi in piedi dai Cobas del latte e dai  furbastri alla Giovanni Robusti, hanno ingiustamente offeso l’onore di tanti allevatori onesti, trascinati tutti nella fanghiglia puzzolente di quei disonesti protetti dalla Lega.

Per sapere qualcosa di più preciso,  leggere qui. 

(https://speradisole.wordpress.com/2011/07/03/condannati-i-protetti-della-lega/)

Annunci

9 Risposte

  1. E ora, cara Spera, potremo bere il buonissimo latte parmalat http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/04/14/parmalat-lactalis-rompe-con-i-produttori-di-latte-genovesi-e-contro-il-gruppo-francese-parte-il-boicottaggio/2632306/
    posiamo mangiare i pomodori quasi pachino
    http://www.coldiretti.it/News/Pagine/63—29-gennaio-2016-.aspx
    grazie anche ad una massiccia adesione da parte del PD!

    Forse ciò che viene raccontato non è proprio corretto.
    Infatti mi chiedo come mai percorrendo l’A22(Brennero) abbia sempre incrociato tantissimi TIR con cisterne per trasporto latte
    evidentemente in Italia non ne produciamo a sufficienza tanto da doverne importare quantità notevoli

    Non credo che l’atteggiamento leghista sia stato proficuo, ma mi chiedo seriamente quanto i nostri rappresentanti europei siano capaci di difendere i nostri prodotti.
    Quella dei pomodori e dell’olio, per esempio è un’autogol fantastico, salvo poi in Italia salire sul carro di chi difende allevatori e coltivatori!

    1. Infatti, grazie al buridone e al pasticcio della Lega paghiamo noi un sacco di soldi, in più beviamo il latte francese, soprattutto olandese. So che gli olandesi portano il latte alla granarolo per 10 centesimi al litro e lo portano fin dentro alla fabbrica. I nostri produttori sono costretti a chiudere, ma vi chiedete perché? Perché si deve fare il furbo e lasciare pagare agli altri? Vi chiedete perché gli allevatori adesso si lamentano? Con il pasticcio fatto dalla Lega abbiamo perso qualsiasi credibilità in Europa e adesso l’Europa ce la fa pagare.

      1. E grazie a chi berremo olio tunisino?
        Poi spiegami, la lega che peso aveva in Europa?
        Non ricordo che abbia mai superato la sinistra!
        Comodo dare la colpa ad un 10% quando c’era e non prendersi le proprie responsabilità!
        Le quote latte, cara spera, hanno periodicamente penalizzato la nostra produzione, e la favola che ora siamo penalizzati non giustifica i decenni in cui siamo stati obbligati ad importare prodotti buttando i nostri!
        Il problema cara Spera è che difficilmente chi è andato in europa ha fatto i nostri interessi, non ricordo particolari difese del nostro paese e dei nostri prodotti!
        Anzi, basta appunto vedere come e chi ha votato a favore di prodotti che ci penalizzano!

        Una mucca dovrebbe produrre circa 28 lt di latte al giorno(quindi una mucca produce 2,8€ al giorno????????????
        Con produzione intensiva arriva a 60lt..certo però la mucca ha mastiti e varie patologie che probabilmente ti ritrovi nel latte!

        Per concludere nel 2000 il latte venina pagato 630€/lt… direi che i 35/40 centesimi richiesti siano tra i pochi prezzi che non si sono impennati con l’avvento dell’euro

        Ma se tu sei convinta che tutto questo è colpa della lega….. significa che il PD è sempre stato inutile in tutte le sue forme, infatti se un piccolo partito riesce a fare tanto… gli altri dove erano?

        1. Caro Stefano,
          se le quote latte fossero state rispettate, gli allevatori non ci avrebbero rimesso, perché il prezzo era sostenibile. Ma siccome la Lega non ne voleva sapere di produrre solo una determinata quantità, siamo stati multati. Quei 4-5 miliardi che abbiamo dovuto pagare, in quante infrastrutture potevano essere impiegati? Pensa alla ricaduta negativa sulla nostra produzione di lavoro anche fuori dalle stalle.
          Detto questo, mi sembra impossibile se non incredibile che la Lega, se fosse stata al governo, avrebbe potuto far fronte al commercio e al mercato globale. E’ un sistema che si sta imponendo a discapito dei nostri prodotti apparentemente. Dico apparentemente perché se noi siamo in grado di produrre buoni prodotti, questi avranno sempre un buon mercato.
          C’è un fatto del passato che ci insegna. Ricordo la battaglia del vino. Sembrava che dovessimo produrre vino in quantità enorme, anche sconsideratamente, tanto da allungarlo con metanolo. Cos’è successo. Molti vigneti di scarso valore sono stati sostituiti da vigneti di grande valore sotto tutti i punti di vista e adesso i nostri vini sono all’avanguardia nel mondo. E’ certo che non riusciamo a produrre tutto quello che serve, ma chi produce e ci lavora ha un rientro economico notevole e non fallisce.
          Per quanto riguarda il latte, non riusciamo a produrne per 60 milioni di persone e siamo costretti a ricorrere ad altri mercati, ma se il prezzo del latte nostrano fosse rimasto adeguato ai costi degli allevamenti, questi non sarebbero falliti. E l’adeguamento del prezzo era sostenibile con le quote latte, ma la Lega non l’ha capito. Io imputo questi fallimenti alla oscurità mentale della Lega, capace di guardare solo al proprio orto o a due voti in più, senza pensare alle conseguenze. Quelle che ora stiamo pagando a caro prezzo.

          1. Dunque, dovevamo rispettare delle quote che limitavano la nostra produzione interna ma poi dici che non ne produciamo abbastanza.
            Spera?
            Ripeto, è singolare il potere che dai alla Lega, incredibile che il PD nelle sue varie espressioni in questi ultimi 20/25 anni non sia riuscito mai a fare altrettanto!
            Eppure sono sicuro che il numero di rappresentanti in Europa della lega(e non parlo della qualità perchè ben nota) fosse risibile!
            E’ incredibile come in questo paese si possa sempre vedere quello che si vuole.
            I tir di latte che entrano sono quelli.
            i prezzi della concorrenza sono quelli
            il fatto che produrre olio e pomodori in tunisia costi meno è un fatto, il fatto che ora entrino senza dazi pure e di chi sia la corresponsabilità(nota che non do la colpa solo a loro) pure!
            Se credi davvero a ciò che dici sono preoccupato!

            PS
            Abbiamo una banca era una frase che chiudeva una conversazione che in qualsiasi paese sarebbe stata considerata REATO
            Infatti altri che hanno fatto manovre simili sono finiti sotto processo.
            Infine, stranamente è forse l’unico caso di un giornale condannato per aver pubblicato intercettazioni.
            Cosa mai accaduta neppure quando ad essere pubblicate furono conversazioni assolutamente non pertinenti ma lesive per le persone.

  2. Ps
    dimenticavo, evita il populismo sulle banche!
    “abbiamo una banca” è l’unico caso in cui è stato condannato chi ha pubblicato un’intercettazione…eppure quanto emerso era chiaramente di dubbia legalità!
    Infine chiariamo bene di chi sono le colpe(tra parentesi vorrei ricordarti che hai tralasciato alcune banche molto ben legate al tuo amatissimo Renzi! e non mi risulta facessero parte del nord/est che tanto attacchi!)visto che mi risulta ci sia un organo di controllo molto ben pagato che non ha fatto il suo lavoro…. per non parlare di un presunto suicidio(che puzzava di imbroglio dal primo giorno) che sistemava la questione a Siena…li siamo probabilmente arrivati all’omicidio

    1. Dimmi Stefano dire di avere una banca è un reato?

      1. Ok spera!
        Se la metti così!
        Neanche spingere le persone giù da una finestra!

        1. Dai Stefano, non dirai sul serio. Dire di “avere una banca” non è come commetgtere un assassinio buttando uno dalla finestra. In questo modo non si ragiona su tante cose, soprattutto politicamente.
          Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: