QUESTO RENZI CHE STA SUI CABASISI

QUESTO RENZI CHE STA SUI CABASISI

imageAnche e soprattutto ai giornalisti, a quelli che dovrebbero informarci correttamente, cercando di fare il proprio lavoro con la maggior correttezza intellettuale e con la maggior serietà professionale possibile.

Ma a me non pare proprio.

Qualche esempio. Alla trasmissione di Rai3 “linea notte”, De Bortoli, dà spudoratamente ragione a Monti, che è stato il presidente del consiglio forse più odiato dagli italiani. Oggi Polito scrive che Renzi è spento, ed ha esaurito la sua spinta propulsiva, portando l’Italia quasi al punto dove l’aveva trovata. Ma davvero? Nonostante le riforme fatte si permette di negare tutto?

Su tutti i giornali di destra, di sinistra di centro, tutti i giorni illustri giornalisti scrivono di Renzi, come se fosse stato lui la causa di tutti i nostri guai.

Mi chiedo a che gioco stanno giocando tutti questi pseudointellettuali radical chic? Fanno il gioco del m5s? O fanno il gioco della lega dura e pura? O fanno il gioco di Berlusconi, un povero vecchio puttaniere che si regge in piedi con le bretelle? O fanno il gioco che hanno sempre fatto, cercando di demolire quel poco di buono che faticosamente si sta cercando di costruire nel nostro paese? Faticosamente perché il Parlamento di oggi, è quello uscito dalle urne il 2013 ed è il Parlamento uscito dalla segreteria Pd di Bersani, Parlamento senza una maggioranza definita, che è costretto sempre a cercare alleanze per poter concludere qualcosa. Ma questo giornalisti non ci pensano alle fatiche di Renzi? No, contestano, negano, e criticano quotidianamente. Stancando un po’ tutti.

Che lo facciano i giornalai del fatto, del giornale, di libero, ci può anche stare, ma che lo facciano un De Bortoli e un Polito, due grandi giornalisti, veramente, mi rattrista parecchio.

Secondo loro, noi italiani, in chi dovremmo avere fiducia? In Di Maio? In Salvini? In Berlusconi? Nella Meloni? In qualche statista che sanno solo loro? Nella sinistra-sinistra che praticamente è al 2% di consensi?

Perche’ invece di cercare di demolire in tutti i modi Renzi, non parlano un poco della Lombardia, della lega, di quei pagliacci dei grillini, dei ladri, di chi ruba negli ospedali, generi alimentari, di furbi che campano sulle spalle dei fessi, perché questi giornalisti opinionisti esprimono opinioni negative solo su Renzi e tacciono su tutto il resto?

Io una risposta me la son data.

Renzi e ‘ ingombrante. E’, in un certo qual modo un gigante, al confronto di certi personaggi politici che oggi popolano in nostro paese. Non riusciranno a demolirlo, nonostante gli immani sforzi per farlo.

Ci metto pure la minoranza-dem, secondo la quale Renzi non ne azzecca una..
Prima dicevano che faceva solo chiacchiere. Non l’hanno più detto di fronte all’evidenza dei fatti.
Poi hanno detto che perdeva consensi, anche qui, nonostante l’azione di governo, i consensi sono in ripresa.
Hanno detto ancora che voleva fare il “partito della nazione”, Renzi li ha smentiti alla grande.
Hanno detto che trascura il partito, intanto ha risanato i conti del partito, ed ora parte anche la scuola.
Hanno parlato dei voti cinesi alle primarie a Milano, ma danno l’impressione di essere veramente usciti di senno. Alle primarie di Milano hanno votato i residenti e i cinesi residenti hanno avuto tutto il diritto di votare.

Ma mi fermo qui. Sono cose che ho ripetuto un’infinità di volte e finisco sempre solo col criticare e non con l’apprezzare. Non voglio anch’io mettermi nel calderone dei lamentosi per abitudine, ma desidero apprezzare quello che il nostro governo sta facendo. Ne vedo gli sforzi ed i grandi tentativi di cambiare le cose.

Finisco col riportare le parole di un grande personaggio italiano che ha dato la vita per la verità e per il nostro paese: “Che le cose siano così, non vuole dire che debbano andare così. Solo che, quando c’è da rimboccarsi le maniche e ricominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare”. (Giovanni Falcone)

[Nota. L’immagine di Renzi è stata presa da un articolo sul “Il Tempo” in cui si dice che Renzi, ha inventato la tassa sugli ascensori. Lo sapevate? http://www.iltempo.it/economia/2016/02/17/renzi-inventa-anche-la-tassa-sull-ascensore-1.1509884)

Annunci

6 Risposte

  1. Ciao Spera

    Sai bene che non sono un’estimatore del giornalismo nostrano, sempre molto accondiscendente col potente di turno. Tuttavia, qualche rara “penna” del giornalismo italiano la apprezzo ed il caso vuole che questi siano proprio tra coloro che tu, invece, non sopporti o detesti. Per ovvie ragioni. Ce l’hanno con il tuo premier e con le sue riforme. Tutte, indistintamente, un fiasco totale.

    Su un punto hai ragione: non è il responsabile principale della crisi che oggi viviamo (ancora). Tuttavia non ha fatto nulla per migliorare la condizione degli italiani. Semmai, ha posto le basi per peggiorare ciò che di pessimo stavamo già vivendo.

    Ti chiedi perché “…invece di cercare di demolire in tutti i modi Renzi, non parlano un poco della Lombardia, della lega, di quei pagliacci dei grillini, dei ladri, di chi ruba negli ospedali, generi alimentari, di furbi che campano sulle spalle dei fessi…”

    Io non so su quali mezzi di informazione ti informi ma sappi che qualche giornalista che parla e denuncia quelle malefatte che elenchi, e non solo, c’è e quotidianamente denuncia. Forse dovresti ampliare le tue fonti di informazioni.

    Ti chiedi perché “…questi giornalisti opinionisti esprimono opinioni negative solo su Renzi e tacciono su tutto il resto…” Ma non è vero! E’ di oggi la notizia che il Pd, insieme ai berlusconiani ed a quelli di NcD, hanno negato l’autorizzazione all’arresto del senatore de siano, accusato di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e turbativa d’asta. I democratici, ossia quelli di Renzi. O sbaglio?

    Accusi chi critica di non “apprezzare”. Cosa, Spera?
    Cosa bisogna apprezzare?

    Una riforma della Costituzione promossa da un capo di governo che sappiamo bene come è arrivato a quella poltrona? Una riforma che deve essere approvata da un parlamento eletto con una legge elettorale dichiarata anticostituzionale? Una riforma che abolisce una delle due camere, trasformandola in una camera di nominati che non si sa bene che funzione avranno ma si sono tenuta ben stretta l’immunità parlamentare? Una riforma che trasforma la Repubblica democratica in una repubblica del presidente del governo? Una repubblica con una sola camera, per giunta con quasi la metà dei deputati nominati dal partito, grazie ad una legge elettorale più porcata della precedente? Una riforma che esclude le minoranze e le opposizioni? Una riforma che svilisce e delegittima la nostra Costituzione? Una riforma che ci espone a rischi di autoritarismo, incalcolabili? Questo dobbiamo apprezzare?

    Oppure dobbiamo apprezzare una riforma del lavoro che ha definitivamente negato ai nuovi lavoratori (per ora solo quelli ma a breve anche gli altri) le tutele contenute nello Statuto dei Lavoratori? Dobbiamo forse apprezzare la ridicola definizione di “contratto a tutele crescenti” che s’è inventato Renzi con il suo Jobs Act copiato da Confindustria (o suggerito che è lo stesso), dove di tutele non c’è proprio nulla perché l’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori per loro non si applica, mentre si prefigura un destino di precariato ed un licenziamento molto più facile e senza rischi per l’imprenditore?

    Oppure dobbiamo apprezzare quel milione di posti di lavoro che avrebbe creato Renzi ma che, nella reatà, non ci sono stati perché, sempre in realtà, per la maggior parte sono stati contratti a tempo determinato trasformati dalle imprese in contratti a tempo indeterminato, per incassare gli incentivi? Cioè, io con le mie tasse ho pagato i contributi pensionistici e assistenziali che avrebbe dovuto pagare l’impresa, per far contento Renzi e far credere che le imprese assumevano? Imprese che già stanno nuovamente licenziando perché sono finiti i contributi!! E infatti, da gennaio la cassa integrazione è aumentata!

    Oppure devo apprezzare i sei anni di dipendente pubblico senza contratto e aumenti stipendiali? 3 anni di centrodestra e 3 di centrosinistra, due dei quali di Renzi che ancora non ha mosso un dito!

    Un’ultima cosa: hai scritto che “…alle primarie di Milano hanno votato i residenti e i cinesi residenti hanno avuto tutto il diritto di votare….”

    Certo, a te piace credere alle favole! E perché non c’è stato lo stesso massiccio afflusso di albanesi, marocchini, siriani, romeni… residenti a Milano?

    Alle amministrative di primavera, vedrai che successone avrà il tuo Renzi, grazie a questi due anni di governo ed alle porcate che è riuscito a realizzare! Un gran successo!

    1. Carissimo Carlo,
      Veramente non capisco. E’ come criticare tutto per non cambiare niente.

      Quand’è che è stata dichiara incostituzionale la legge elettorale?

      Renzi è il segretario del maggior partito, perché non avrebbe dovuto formare un governo, se il Presidente della Repubblica aveva decretato di non procedere con nuove elezioni?

      Perché il senato formato da persone elette durante le elezioni regionali, sarebbero dei nominati?

      Perché il Presidente del Consiglio, che ha un parlamento, annullerebbe la democrazia?

      Perché snellire la possibilità di promulgare leggi è una porcata, istituendo una sola camera?

      Perché lasciare che partiti con lo zero virgola qualcosa, e che non rappresentano quasi nessuno se non i loro famigliari o poco più, dovrebbero avere il diritto di bloccare le leggi?

      Perché le minoranze e le opposizioni si frantumano in partiti e partitini a cui quasi nessuno crede? Se si unissero possono benissimo essere elette in parlamento, raggiungere un minimo ragionevole e fare il loro dovere.

      Dov’è che questa riforma svilisce la Costituzione? Considerato che non mi risulta ancora anticostituzionale. Forse perché il premio di maggioranza viene dato al partito e non alla coalizione di partiti? Ma in Italia tutte le coalizioni sono state dei fallimenti, da quella della destra di FI con la Lega a quelle tentate ben due volte da Prodi. Impossibile governare in questo modo, quando manca persino il rispetto tra i partiti della stessa coalizione. Il paese invece deve essere governato.

      Perché tanta paura, visto che saranno i cittadini con un referendum a decidere se la riforma votata piace o no?

      Perché in una Repubblica Parlamentare, con un Presidente della Repubblica, e un Presidente del Consiglio che non ha la stessa autorità di sciogliere la camera, e che hanno compiti diversi, darebbe origine ad un autoritarismo?

      Per quale motivo l’articolo 18 è così importante, quando un lavoratore è serio e fa il suo dovere? I licenziamenti sono stati facili da sempre nel privato. Anche prima, bastava dichiarare bancarotta anche se non era vero. Bastava dire che non si esportava più, bastava delocalizzare, bastava vendere la propria attività. Bastava dire che si doveva riorganizzare l’attività. Tante sono le scuse per mandare a casa e non sono certo tutelate da un articolo 18. Un datore di lavoro onesto, a mio avviso, non va considerato un nemico, ma una persona che tramite il lavoro ti fa vivere meglio e nello stesso tempo un buon lavoratore migliora l’attività dell’azienda. Non si può prescindere l’uno dall’altro in una economia di mercato. Lo si può fare nei sistemi comunisti, che, come sappiamo, in quasi tutti gli esperimenti fatti, nel giro di pochi anni, sono stati più o meno modificati, proprio dall’economia di mercato. Da quella economia (non so quanto giusta) che comunque nel secolo scorso ha vinto.
      Prendiamone atto e guardiamo al futuro e non al passato.

      Ti do atto che le industrie hanno assunto in questo anno, di più e trasformato lavori precari in lavori a tempo indeterminato, ma che si doveva fare per sistemare disoccupati e precari, se non agevolare il loro ingresso al lavoro?

      Prendo atto del mancato rinnovamento del contratto nel pubblico impiego, certamente, ma prendo anche atto del fatto che al pubblico impiego è tutelato da sempre e che con grandissima difficoltà ci si trova sulla strada senza un lavoro. A meno che non si facciano quelle enormi cavolate che abbiamo visto. Ti sei mai chiesto se un ragazzo che lavora in fabbrica, sotto gli occhi del padrone, con la timidezza che c’è in questi casi, non facesse cambio con il tuo lavoro? Be! Io sì. E una buona sedia, anche non troppo pagata, ma sicura, mi farebbe comodo, ed un mutuo la banca me lo concederebbe.

      Una ultima considerazione: non avere troppa fretta nel considerare tutte le cose che ha fatto, sta facendo e farà Renzi, un grosso fiasco.
      Ne riparleremo e magari riuscirò a darti ragione, ma adesso come adesso, io ho una grande fiducia in questo Presidente del Consiglio, nelle sue riforme, perché le considero giuste e attese da anni ed anni.
      Infine, non credo che considerare il governo Monti, un governo di centrosinistra sia vero. Al governo c’erano solo dei tecnici, mentre in parlamento tutti i partiti appoggiavano Monti.
      E adesso, con il senato senza una maggioranza, ci trasciniamo nella solita palude che purtroppo si è verificata anche nelle ultime elezioni del 2013, quando il Pd, doveva stravincere, ma che a forza di parlare solo di antiberlusconismo sotto metafora, come smacchiare il ghepardo, sostanzialmente ha perso. E’ mancata totalmente la politica.

      E questo è il più grande dispiacere che mi porto dietro.

      Mi auguro sinceramente che tutto il disprezzo che leggo nei giornali, che sento e vedo nei talk show, non arrivi a distruggere quel poco di buono che abbiamo, lasciandoci in eredità una massa di populisti, volgari, e spesso ignoranti, come i grillini e la lega.

      Un abbraccio. Spera.

  2. A quelli che dicono le cose come stanno…..non si risponde! Sei diventata peggio della fan del nano catramato….si quella dai capelli rossi che manifestava davanti al tribunale di Milano!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: