VIVERE 5000 ANNI

VIVERE 5000 ANNI

libri1«Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è un’immortalità all’indietro».

Umberto Eco

 

Annunci

4 Risposte

  1. Non fatelo sapere a Berlusconi, per carità!
    Ciao Spera.

    1. Carissimo,
      non c’è pericolo, ho l’impressione che il Berlusconi, non abbia tanta voglia di leggere. Gli piace fare altre cose.
      Un abbraccio. Spera.

  2. Cara Spera,
    ASSOLUTAMENTED’ACCORDO TUTTO ATTACCATO per enfatizzare il concetto!

    E’ giusto ricordarlo spesso

    http://www.huffingtonpost.it/2015/10/19/lettura-libri-gioco-del-lotto_n_8294522.html

    1. Carissima,
      anche se la lettura non fa vivere la vita fisica di più, fisiologia permettendo, sicuramente fa vivere meglio. Mi piace l’idea di Umberto Eco quando dice che “la lettura è un’immortalità all’indietro”.
      Complimenti anche a Nicoletta Moncalero per il suo bel post sull’Huffington, di cui trascrivo solo le ragioni per cui si dovrebbe leggere di più:
      Per capire meglio gli altri
      Per liberarsi dallo stress
      Perché fa bene alla mente
      Per diventare aduti intelligenti
      Per essere più coraggiosi nell’affrontare la vita
      Perché sarà più facile innamorarsi.

      Ti racconto solo una piccola cosa personale, a proposito della lettura. Ho regalato alcuni anni fa un libro “Lo scudo di Talos” di Valerio Massimo Manfredi, ad una mia nipote che iniziava le scuole superiori. Fu entusiasta perché si intrecciava un po’ con le cose che aveva studiato a scuola, ma assorbito poco. L’entusiasmo fu tale che “attaccò la malattia” della lettura anche a suo fratello. Da allora ci scambiamo libri, perchè spesso capita che compriamo gli stessi e non vogliamo fare doppioni, per poterne avere a disposizione sempre di più. Domenica sera mio nipote mi ha chiamato per dirmi di non comprare un libro “Morire in primavera” di Ralf Rothmann, uscito in gennaio 2016, perchè sa che l’argomento mi interessa, ma vuole comprarlo lui. Poi me lo darà. Così negli anni, insieme, abbiamo una biblioteca di tutto rispetto. Per me motivo di orgoglio.

      Grazie Roberta, credo che tu, col mestiere che fai, abbia una facilità di parlare diversa con chi legge molto e con chi non legge. E non è solo questione di scuola, ma proprio di stile. Ci sono persone con solo la quinta elementare che leggono moltissimo, altre, laureate, che non riescono e leggere neppure un libro all’anno.
      Ancora grazie e un grande abbraccio. Spera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: