UN NATALE DI CRUDELTA’

cancelli stazione centrale-3UN NATALE DI CRUDELTA’

Due notizie. A Milano stanotte è morto un clochard. E’ morto al freddo, per strada, solo. ll Comune, che fa molto per l’assistenza, assicura che non è morto di freddo, che gli era stata comunque proposta ospitalità, e questo ovviamente conforta. Ma questa non è una notizia che faccia scalpore, non è il punto. Il punto è che mentre questa persona, un egiziano da poco in Italia, moriva, sola, perduta, reietta, le Ferrovie procedevano a un gesto che all’amministrazione comunale e alle associazioni non piace: l’installazione di cancelli anticlochard. Tutti al lavoro, dunque. E come direbbe Salvini: ruspa! Dall’una alle quattro tutto sbarrato. In queste gelide notti d’inverno chi ha bisogno non potrà ripararsi nemmeno sotto la galleria delle colonne. Così mentre noi ce ne stiamo al caldo sotto i piumoni, siamo ben rassicurati: l’ordine e la disciplina impediranno un riparo anche precario, parziale, minimo a chi ha bisogno. Guardate che lo capisco, la stazione sporca, i barboni danno fastidio, orribile e insopportabile anche solo la vista di chi vive emarginato e non ha scarpe o borsetta firmata. In fondo, se ci pensate, è il modo perfetto per i benpensanti di celebrare un vero Natale di crudeltà. E Salvini porta in giro il Presepio, per i cristiani simbolo di pace, amore e povertà.

Annunci

8 Risposte

  1. Natale di crudeltà. E Salvini ……….cosa c’entra salvini?Ci siete voi al governo,e cosa fate per i senza tetto? E poi perché solo Natale,e gli altri 364 giorni??

    1. Caro Mario,
      perché in questo paese manca il senso dell’accoglienza, e si infierisce su chi è povero.
      Ciao Spera.

  2. Io un commento l’avrei scritto, senza offese per nessuno,ma vedo che non viene pubblicato……cos’è censura?Perché?

    1. Caro Mario,
      l’ho detto già a diverse persone che hanno scritto qualche commento. Non c’è censura, ma solo ho applicato la “moderazione”, cioè si aspetta che il commento venga letto da chi ha scritto il blog, prima che appaia. Questo perché, di recente, non potendo io stare al computer spesso, succedeva che apparivano commenti offensivi per me e per chi commentava, commenti che si intrecciavano tra di loro, creando cattiverie inutili e confusioni.
      Se hai pazienza anche il tuo commento, apparirà, non appena mi sarà possibile, stare davanti al computer.
      Un abbraccio. Spera.

    1. Caro Mario,
      l’ho letto e spesso ho seguito anche il forum con Gilioli, finchè non ho scoperto che è uno dei soliti benpensanti che pensa di poter guidare la complessa macchina governativa, senza patente e senza volante.
      Siamo capaci tutti di criticare, e se fossimo su quelle sedie saremmo delle persone sapientissime che nel giro di due giorni sapremmo risolvere tutti i problemi.
      Adesso ci si interroga sul fatto che le pensioni dei giovani saranno bassissime, e almeno del 25% inferiori alle attuali.
      Ci credo e mi pare ovvio. Io per esempio ho cominciato a lavorare a 15 anni, durante il liceo facevo tre mesi all’anno, quelli delle vacanze, presso uno zuccherificio, ed ho quindi accumulato anno dopo anno, anzianità. Finiti gli studi univeristari, lavoravo già prima di dare l’esame di stato.
      Quindi ciò che manca adesso è quel lavoro che invece anni fa si trovava e presto. Questo governo fa una politica seria sul lavoro, con fatica, ma ci prova e come! Se le industrie delocalizzano, si tenta di abbassare le tasse, ma pare che non piaccia ai sindacati, se si aiuta un po’ chi ha poco, non va bene si doveva dare ai vecchi pensionati che hanno ancora meno, e così via.
      In un clima di sfiducia totale dove giornalisti bravi del calibro di gilioli, soffiano sempre contro vento, invece di aiutare, distruggono la fiducia della gente.
      Così otterremo il peggior risultato politico che si possa pensare. Per esempio che vadano al governo i pentastellari.
      Totalmente incapaci di governare, si vede a Livorno. Siccome non sanno come risolvere le questioni amministrative complesse (ammettendo che debbano affrontare anche debiti) portano i libri in tribunale ed affidano alla “mamma” magistratura i loro problemi. Ma si può? Che razza di gente è quella che, inceve di prendere decisioni e lavorarci bene sopra, corre dalla mamma? Ridicolo. E se tutto il paese diventa così pentastellato tanto vale abolire tutto, loro compresi, e lasciare che i magistrati governino liberamente.
      Ciao Mario, un saluto. Spera.

  3. Natale di crudeltà. E Salvini porta in giro il Presepio….che c’entra salvini,al governo ci siete voi,fate vedere che date un tetto e lavoro ai diseredati che vivono sotto i ponti…….Natale,e gli altri 364 giorni dell’anno??

    1. Caro Mario.
      Hai ragione, Salvini non c’entra niente, ma mi è venuto così spontaneo, pensare che il presepe (o presepio) rappresenti un valore di umiltà, povertà, bontà, amore e fiducia, e anche accoglienza (Giuseppe ed Maria tra l’altro erano profughi venivano dalla Galilea e andavano nella Giudea), e trovarono una stalla per rifugiarsi per la notte. A Salvini non va bene che i rifugiati e clandestini o comunque quelli che non sono italiani, stiano qui, e li caccerebbe tutti.
      Quelle sbarre che chiudono la stazione e lasciano che i poveracci muoiano di freddo, mi ha fatto venire in mente questo post.
      Ciao. Un asaluto. Spera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: