SOLO PER QUESTO VERRA’ RICORDATO

SOLO PER QUESTO VERRA’ RICORDATO

mineo-corradinoPiccolo, immensamente piccolo e mediocre si è dimostrato il senatore Mineo nel momento del commiato.

Livido e rancoroso, allusivo e strisciante.

Miserando inventore di banali fantasie, nelle quali nel 2015 per una donna essere avvenente ed intelligente pare essere colpa.

Non è così povero senatore, la sorprenderò affermando che non esiste incompatibilità alcuna tra le due cose, che sia pur con fatica e senza passare tra le lenzuola di un uomo, con forza e tenacia anche noi possiamo farcela, malgrado esistano ancora uomini come lei.

Mi auguro che le donne che, a sinistra lei pretenderebbe di rappresentare, provino per loro cultura, formazione e storia un sussulto di sdegno di fronte alle sue esternazioni.

Che ogni donna possa vederla per quello che lei è nel profondo e che purtroppo per lei ha manifestato.

Provo un senso di vergogna per la sua mediocrità.

Si può essere osceni anche senza proferire parolaccia, lei lo è stato e solo per questo verrà ricordato.

E inoltre quel “io so che tu sai che io so”, mi sa tanto di atteggiamento mafioso.

Penso infine che liberandosi di personaggi come costui, il Pd ci guadagni molto. Ma ne restano tanti altri. Non ho dimenticato il momento in cui Bersani disse a Berlusconi “Noi abbiamo portato in Parlamento il 40% di donne e tu quante bambole hai portato?” Non mi colpi e non mi fece male quella parola “bambole”, ma la parola “portare” come se le donne fossero sacchi di patate e fossero un peso.

 

Dai Quotidiani si apprende:

“Renzi sa che io so”. In una nota il senatore Corradino Mineo attacca il segretario Pd e presidente del Consiglio. Il giornalista ha lasciato il partito in polemica con la linea renziana e ora, dopo i vari botta e risposta, torna con dichiarazioni che fanno riferimento in modo confuso a notizie di cui sarebbe a conoscenza e che non può (o vuole) rivelare: “Renzi non si fa scrupoli, rivela conversazioni private, infanga per paura di essere infangato. E sa che io so. So quanto si senta insicuro quando non si muove sul terreno che meglio conosce, quello della politica contingente. So quanto possa sentirsi subalterno a una donna bella e decisa. Fino al punto di rimettere in questione il suo stesso ruolo al governo. Io so, ma non rivelo i dettagli di conversazioni private. Non mi chiamo Renzi, non frequento Verdini, non sono nato a Rignano“. Mineo allude a una donna che sarebbe a fianco dell’ex segretario e che avrebbe, sempre secondo le parole del senatore, un’influenza sulle sue scelte”.

La donna cui allude Mineo è molto probabilmente Maria Elena Boschi.

Emerge infatti chiaramente il fastidio che la presenza di donne competenti e preparate, capaci di esercitare al meglio il proprio ruolo, anche in politica, anche nel Partito democratico, suscita al senatore Mineo.

Annunci

6 Risposte

  1. Io più che mafioso lo definirei sessista, visto che ce l’ha con noi femminucce che comandiamo (???)

    1. Cara amica,
      quando gli uomini non hanno più argomenti attaccano sul sesso. Con quest’argomento pensano di essere superiori, ma sono soltanto degli uomini deboli e senza idee, in politica, negli uffici, nelle carriere, ecc.
      Il famoso Presidente della Repubblica “Leone” proibì alla donne l’accesso alla cariche della magistratura, perché secondo lui non erano “equilibrate”, quindi non secoli fa, ma l’altro ieri e nel nostro paese.
      Così Fanfani impedì alle donne (poche) che sedevano in quel tempo in parlamento di “portare i pantaloni” e di vestirsi in modo “decente”. Non so che cosa intendesse lui per decenza.
      Di casi come questi ce ne sono a centinaia, e pensiamo che uomini come Mineo non abbiano avuto un minimo di capacità di “crescere” su questo argomento.
      Un abbraccio. Spera.

  2. Veramente anche per me è stato una gran delusione, ma ancora quando contestato di non versare la sua quota al partito disse che lui in Parlamento ci rimetteva in quanto in televisione guadagnava molto di più.

    1. Carissimo Sileno,
      tutte noi donne abbiamo sentito da sempre questa “storiella” maschilista.
      Anche per me è successo la stessa cosa, perché l’ambiente dove lavoro è assai competitivo e se qualche donna “ce la fa” a fare carriera, più di un uomo, allora ci riesce, perché la dà via con facilità.
      Ci siamo capiti.
      Un abbraccio. Spera.

  3. Io mi limito a girare quanto sopra scritto al compagno Corradino, che nel caso sapra’ come rispondervi.

    Hasta
    Zac

    1. Carissimo Zac,
      su Corradino Mineo ho scritto diversi post, nell’anno scorso, nei quali anche tu rispondevi che eri d’accordo, per cui è un personaggio di forte personalità che credevo andasse apprezzato anche se non sempre era d’accordo con Renzi. Ma aveva un grande rispetto per quel “centrismo democartico” che abbiamo noi tutti rispettato.
      Ma quando se ne esce con delle battute sessiste oltre che brutte, mi cascano la braccia, e tutta la stima che avevo si è sfumata.
      Mandaglielo l’articolo, sono curiosa di vedere se mi risponde o se li accumula come tanti altri simi al mio e se ne sbatte. Ma prima di tutto deve rispettare le donne a cominciare da quelle che sono o erano nel suo partito. Da lui, una cosa del genere non me la sarei mai aspettata, e proprio per questo la delusione è enorme.
      Pare che si sia scusato, ma non so con quanta sincerità.
      Un saluto ed un abbraccio. Spera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: