SDEGNATI E OFFESI

SDEGNATI E OFFESI

casaLeggo commenti sdegnati e offesi di coloro che amano visceralmente pagare l’IMU prima casa.
Soggetti che paiono non darsi pace per l’abolizione dell’odioso balzello.
Leggo di giornalisti che l’hanno definita “compra voti”, con scarso rispetto per il cervello degli italiani.
La scrivente, essendo monoreddito, è tra coloro poveri idioti che quando le tasse calano gioisce, dovrei vergognarmene?
Forse con un pingue reddito si ci può permettere di essere un poco più schizzinosi.

Se i soggetti in questione anelano tanto a versare tale somma sono liberi di investirla in opere di bene senza tediare i comuni mortali.

(E’ un pensiero che condivido di Marina Rossi, considerando anche il fatto che le case di lusso, i castelli  e le seconde, terze ecc. continueranno a pagare. Dove sta il male?)

Annunci

18 Risposte

  1. Condivido pienamente quanto hai scritto. Buon proseguimento di giornata

    1. Grazie Sergeyi (nome bellissimo)
      Buon fine settimana e un abbraccio. Spera.

  2. Ho visto che spesso quelli che si lamentano sono quelli che pagheranno comunque avendo case di lusso o seconde case, e gli secca che qualcuno meno abbiente non paghi …

    1. Caro Luca,
      lo sappiamo che chi ha molto, vorrebbe avere sempre di più e soprattutto vorrebbe che fossero gli altri a pagare.
      La ricchezza rende così: ingiusti, crudeli e ciechi.
      Un abbraccio. Spera.

  3. Ciao Spera.

    Considerato che il DEF, almeno fino a ieri, ancora non era pronto (oggi non mi sono ancora informato) e quindi non sappiamo bene cosa ci sia, effettivamente, dentro, immagino ti stia riferendo alle “promesse” fatte da Renzi, sul suo contenuto.

    Ora, se la memoria non mi tradisce, nella sua illustrazione del DEF via twitter o televisiva, affermò che avrebbe abolito l’imu sulle abitazioni. Punto!

    Ora apro una breve parentesi, tutta personale: gran bel favore fatto alla chiesa che anche stavolta se la sarebbe cavata senza tirare fuori 1 euro sugli immobili di pregio e commerciali che ha!!

    Ma torniamo alle sue affermazioni via twitter alle quali, io dico ovviamente, alcuni hanno gridato allo scandalo! Scandaloso abolire l’Imu su TUTTI gli immobili.

    Ora io credo che a questa Marina Rossi e anche a te Spera che ne condividi la riflessione, sfugge un piccolo ma non trascurabile particolare: se è un piccolo risparmio non pagare l’Imu per chi ha faticosamente acquistato un’immobile, magari anche gravato da mutuo ipotecario, per vivere a Centocelle, al Prenestino oppure a Pietralata, estreme periferie della Roma “popolare”, non pagare l’Imu per chi vive in un superattico a Piazza Navona, a Piazza di Spagna o in un bel villone con piscina a Casal Palocco è un grande, grandissimo risparmio. Non pagare l’Imu per chi ha, magari, una seconda casetta a Sorrento oppure tra le colline toscane, è un grosso, grossissimo risparmio!!

    Questo è ciò che i “gufi” hanno criticato e questo è ciò che Renzi, grazie ai soliti “gufi”, pare si sia rimangiato (voglio sempre vedere carta scritta!!), affermando sempre via twitter che le seconde case e le abitazioni di lusso, invece, l’imu dovranno pagarla.

    Perché vedi, Spera, è giusto (e anche di sinistra, cosa che il PD non è) che chi ha di più, paga di più, mentre chi ha meno, deve pagare meno o non pagare affatto!

    Invece le prime dichiarazioni di Renzi non facevano “distinzioni” di sorta tra gli immobili. Solo dopo le “critiche”, quelle che a voi renziani danno tanto fastidio, ha ritrattato, correggendo le sue stesse affermazioni.

    Dove sta il male, ti chiedi? Sta nelle sue prime intenzioni, quelle che hanno svelato, semmai ce ne fosse ancora bisogno, la sua vera natura!

    Ciao Spera, buon fine settimana.

    1. Carissimo Carlo,
      Ma sono proprio le prime intenzioni quelle che rivelano la natura della persona, o piuttosto il fatto di fare una legge, facendo sì che poi il Parlamento la giudichi e ne cambi le eventuali storture?
      Ha detto che toglieva l’Imu a tutti, è vero, ma non è un cretino e sa (o sapeva benissimo) benissimo che un Parlamento l’avrebbe cambiata, nella parte che riguardava la abitazioni lussuose. Ha dato modo di discutere, ok, ma questo è una colpa?
      Ma pensa a quanti, invece, ha tolto una spesa odiosa.
      Perché vedere sempre il lato negativo nelle cose? Si finisce anche col vivere male e non in pace con se stessi. Penso anche che si possono avere opinioni diverse senza doversi odiare.
      Io sono contenta di non dover più pagare una tassa, anche se la mia, data la classifica attuale del catasto, è davvero modesta. E mi rallegro con tutti quelli che, messi come me, con monoreddito e una casa piccola, non paghino più.
      Per quanto riguarda la case lussuose ed i castelli, non invidio né i ricchi che ci abitano né la loro vita. A loro mancherà sempre qualcosa, la felicità di vivere del proprio lavoro e la certezza che quando entri in casa tua, hai fatto il tuo dovere.
      Sono fortunatamente libera da questa schiavitù, dalla schiavitù del denaro. Ho il lavoro e mi sento dignitosamente fortunata.
      Grazie, auguro anche a te un buon fine settimana.
      Un abbraccio Spera.

  4. … e non voglio affrontare il discorso dei “soldi” che non andranno alle amministrazioni comunali oramai allo sfascio! Interi pezzi del Paese soccombono sotto catastrofi, sprofondano nel fango e tra le pietre, finiscono sotto metri di acqua ad ogni pioggia. I servizi pubblici comunali non funzionano più o sono a livelli pessimi… però togliamo l’Imu. A me sta bene, ho solo un’abitazione ed è quella in cui vivo. Non è neanche di lusso e con fatica pago un mutuo… ma i Comuni, senza i soldi dell’Imu, come faranno? Aumenteranno qualche altra tassa locale?

    Quasi dimenticavo: sei contenta dell’aumento stipendiale che il tuo Renzi ci ha concesso, dopo 5 anni che non rinnovavano i nostri contratti e stavamo a stipendio fisso dal 2009?

    Ben 8 euro lordi al mese… francamente, ho qualche difficoltà a programmare come spenderli!!!!

    Però lui s’è fatto l’Air Force Renzi!!

    Per l’efficienza del sistema giudiziario, nella legge di stabilità 2015 ha stanziato 50 milioni di euro per l’anno in corso. Allo screening neonatale per la diagnosi precoce di patologie metaboliche ereditarie, invece, ha destinato appena 10 milioni di euro. Per le bonifiche dei siti di interesse nazionale contaminati dall’amianto, per il triennio 2015-2017, ha stanziato 135 milioni di euro. Per gli asili nido pubblici, 100 milioni di euro.

    Invece per il suo aereoplanino con camera da letto matrimoniale con bagno e wifi, così ci può ammorbare con i suoi insulsi twit, non ha badato a spese. Per solcare i cieli del mondo ha deciso di spendere 175 milioni di euro.

    Grande il vostro Renzi, veramente grande!!

    1. Carissimo,
      per me Renzi è il mio Presidente del Consiglio, rappresenta il mio paese, e sono orgogliosa se, in alcune occasioni importanti, non si presenta in bicicletta.
      Amo questo paese e desidero che sia sempre rappresentato al meglio.

      Le amministrazioni comunali, dicono di essere al verde, ma se si facessero un breve esame di coscienza, non solo saprebbero impiegare bene i soldi che hanno, ma ci farebbero risparmiare. Alcuni servizi si potrebbero accorpare ed alcuni dirigenti sono anche inutili, invece, come sappiamo, (spero non in tutti i comuni) alcune persone, forti del lavoro sicuro, lavorano sì e no qualche giorno la settimana e si fanno pure pagare gli straordinari. Il caso di Sanremo è emblematico, per cui alla manfrina e al piagnisteo che fanno ci credo relativamente.

      Quello che mi sento di criticare di Renzi, è che ci mette poco coraggio e poca decisione (lui che è definito un decisionista), nel considerare sempre e attentamente e magari reprimere, come si dovrebbe alcune cose:
      – la corruzione dilagante (quotidiana) come l’ha chiamata Cantone,
      – la sicurezza delle persone,
      – la mancata giustizia nei confronti di ladri e assassini, dove, mi pare, sia sempre tutelato di più chi commette il reato rispetto a chi lo subisce. Qualunque reato sia, anche l’uccisione di una donna, moglie, amante o compagna che sia.
      – l’evasione e l’elusione fiscale.

      Anch’io sono dipendente statale, non mi lamento perché ho un lavoro sicuro, e non mi dà fastidio se debbo rinunciare a qualcosa. Per esempio alle vacanze. Perché capisco che, di fronte a chi non ha lavoro, io sono più fortunata.
      Per il resto non conosco le cifre da te specificate, forse sono pochi soldi, ma ho la fortuna, credo, di abitare in una città, dove l’assistenza ai più deboli, e la prevenzione viene fatta molto bene. Diagnosticare una malattia ereditaria, non è sempre una grande spesa, la spesa è conseguente, quando per gli sfortunati pazienti afflitti da tali malattie, occorre un’assistenza adeguata.
      Per tutto il resto, comunque, per me Renzi è il miglior presidente del Consiglio che potremmo avere. Mi auguro che resti fino al 2018, che dia maggiore stabilità al paese e che la sua parentesi storica, significhi per tutti, un futuro migliore.

      Un abbraccio, Spera.

  5. Scusa Carlo mi spieghi una cosa che caratterizza te e tutti quelli che vorrebbero che uno si pagasse l’imu della casa in cui abita?

    1° uno che si compra casa lo fa con soldi su cui ha pagato delle belle tasse, quindi se spende di più ha già pagato di più!(se sono frutto dell’evasione la tua tassa tanto amata è solo un modo di chi è incapace di prendere gli evasori di trasferire il mancato incasso su tutti, cosa che già accade per l’irpef!
    2° Uno che compra casa deve poi mantenerla, questo significa che poi il suo acquidto genererà lavoro e altri balzelli.
    3° uno che si compra casa toglie allo stato l’onere di fornirgli un alloggio, cosa che a quanto pare va penalizzata e non sostenuta!
    4° se io dai miei profitti ho accumulato xxx e con questa cifra compro casa, pago tasse, pago IMU, pago i servizi,(e vorrei capire perchè se da solo vivo in 1000 mq secondo te produco più pattumiera di una famiglia che vive in 5 in 100 mq) pago la manutenzione e vengo pure additato da te.
    Se con la stessa cifra prendo un gioiello, un’opera d’arte, ecc ho finito li di pagare tasse e quant’altro!
    eppure non genero nessun flusso di denaro!

    Io mi sono comprato un box per la seconda macchina(lavoriamo in due da due parti diverse entrambi a 10 km da dove viviamo senza nessun collegamento con mezzi pubblici) e come premio per aver tolto una macchina dalla strada mi trovo un’imu pari all’affitto di metà anno!
    Cazzo che affare! Grazie comune! perchè è il secondo box!(in tutto 1+1 box uguale a 2 posti auto)
    Chi invece ha due posti auto in un singolo box…. non paga!

    per toglierti qualsiasi dubbio non vivo in 2000mq ma in un normalissimo (e più che sufficiente) 100mq

  6. Carlo non lamentarti del brodo grasso! I miei pazienti anziani non autosufficienti possono usufruire di un’assistenza domiciliare e sostegno economico in più dei normali anziani INPS il cosiddetto ” progetto home care premium ” previsto SOLO per i dipendenti pubblici. Fra l’altro il contributo economico è erogato anche se sono ricoverati in residenza protetta CONVENZIONATA , quindi molto più economica per la famiglia poiché l’anziano , in queste residenze ,usufruisce del contributo della RER … come al solito figli e figliastri, altro che 8 euro!

    1. Guarda che non tutti gli Italiani hanno il privilegio di vivere in una regione “avanzata” come l’Emilia-Romagna… e vedrai quando toglieranno i benefici anche ai “vostri” anziani, come cambierà la musica…

      1. Massimo
        Su quali basi poni il tuo ragionamento? Quali sono i documenti che attestano che toglieranno questi benefici anche ai nostri anziani?

        1. Semplicemente sui tagli che stanno facendo dappertutto, in primis all’assistenza sanitaria: e poi, scusami, perchè preoccuparsi dei soli cittadini dell’Emilia-Romagna, e non delle condizioni di vita, purtroppo in netto peggioramento in questi ultimi anni, di tutti gli Italiani, anche quelli che vivono in regioni meno “virtuose”? Forse perchè è colpa loro se gli amministratori locali rubano di più (il che, poi, è tutto da dimostrare, visto che i casi scandalosi non mancano in nessuna parte del Paese…)?

          1. Carissimo,
            si tratta solo di rifurre i costi, e se si vuole davvero lavorare bene, si può risparmiare senza diminuire l’assistenza.
            Se gli amministratori di altre regioni non riescono ad aumentare i loro livelli di assistenza, è sufficiente che copino quelle delle regioni che ci riescono. Non debbono andare molto lontano.

  7. http://www.pensionioggi.it/notizie/lavoro/home-care-premium-2015-la-guida-per-beneficiare-dell-assistenza-domiciliare-55444
    .
    ..A chi è rivolto. Il progetto è riservato ai soli dipendenti e pensionati pubblici, sia che siano loro in condizione di non autosufficienza, sia che assistano conviventi o familiari di I° grado che non siano autosufficienti. Rientrano nel progetto Home Care Premium anche i minori disabili, figli di dipendenti pubblici o pensionati deceduti. In questo caso la richiesta può essere effettuata dal genitore ancora in vita, dal tutore o dall’amministratore di sostegno del beneficiario.
    … Il Bonus varia da un minimo mensile di 400 euro ad un massimo di 1.200 euro previo ottenimento di un punteggio calcolato d’ufficio dall’INPS ex INPDAP sulla base dell’ISEE familiare del richiedente. Tale valore mensile del contributo diminuisce proporzionalmente per valori ISEE maggiori.

    Il progetto home care è NAZIONALE e riservato ai pensionati pubblici ! La RER non c’entra nulla.

    1. Ti ringrazio per la precisazione. Ora, a parte che per capirci qualcosa bisogna essere un avvocato (e quindi finisce che ne beneficiano molti meno di coloro che ne avrebbero diritto), ma l’unica cosa chiara è che si tratta di una sperimentazione per l’anno in corso: chi ci dice che verrà mantenuta anche per il futuro? Con questi chiari di luna, permettimi di essere alquanto scettico…

      1. Una sperimentazione che inizia nel 2010 ( da quando il comparto pubblico è entrato nell’INPS, perché non in grado di erogare le pensioni) ed è previsto già per il 2016.
        Ma non vorrei essere fraintesa non giudico negativamente il progetto, anzi, faccio invece fatica a giustificare le lamentele di persone che mantengono ottimi contratti di lavoro rispetto al mondo lavorativo che ci circonda. Certo sarebbe confortante, e soprattutto facile e demagogico, poter dire che tutti dovrebbero avere una assistenza integrativa, ma come sai alla fine si va a bussare , in bolletta come si dice a Bologna, dai soliti noti … il carrozzone INPS appunto!
        Non parlo dei privilegi passati perché ho già affrontato da Spera questo argomento, ma ho avuto modo di dire in tempi pre – Renziani, che certi comportamenti pensionistici sono stati peggio del conte Ugolino … si sono mangiati non solo i figli, ma anche i pronipoti.
        Purtroppo la coperta è corta, per i prossimi 15 anni fare assistenza sociale e sanitaria mantenendo i nostri livelli di assistenza ,che sono ancora i migliori in Europa e secondi nel mondo, sarà dura! E non confrontiamoci per favore con staterelli come la Svezia con 9.596.436 abitanti (come la Lombardia) o la Finlandia con 5,4 milioni di abitanti ( meno del Lazio) perché mi “vengono su i tortellini della prima comunione”.

    2. Grazie Roberta,
      grazie soprattutto per la tua competenza.
      Un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: