LORO SONO BUONI E NOI TUTTI CATTIVI

movimento-5-stelleLORO SONO BUONI, ONESTI E NOI TUTTI CATTIVI E DISONESTI

Loro sono buoni e Noi tutti cattivi che stravolgiamo la Costituzione.
“Il governo non ci deve entrare…” gridano scandalizzati e citando impropriamente i padri costituenti. Ma il Calamandrei non aveva a che fare con degli ammutinati. Con dei pirati che non gli frega niente di niente. Con gente che si allea con qualunque fascista del pianeta pur d’incassare i contributi istituzionali.

Quando si è vissuta e combattuta la dittatura vera, allora sì che emerge una classe dirigente responsabile e che le istituzioni parlamentari democratiche le rispetta e pensa ai Principi e Doveri Costituzionali, tarati per non far più precipitare il Paese in una tirannia e sospensione dei diritti civili.

Oggi, in ragione della modificata realtà europea e le nuove istituzioni sovranazionali, si rende necessaria una semplificazione e contenimento delle rappresentanze parlamentari. Per dare più efficacia alle procedure ed alla legislazione che deve integrarsi a quella europea.

Calamandrei non ci avrebbe pensato due volte a realizzare queste semplici riforme. Invece, gli immobili ed ammutinati parlamentari stellati, si appropriano dell’antifascismo per allearsi coi fascisti. Si auto-eleggono unici depositari della Costituzione rivendicandone i valori e le royalties ma poi praticano le peggiori epurazioni delle dissidenze e lanciano anatemi contro una presunta dittatura della maggioranza, per nascondere la vera dittatura della minoranza che scappa per irresponsabilità, oltre a pretendere di bloccare le istituzioni democratiche impedendone il processo legislativo. Posta lì a impedire di fare, ostacolare ogni cosa, aggredire la presidenza fino a rumoreggiare, offendere i colleghi ed opporsi fisicamente al voto per evitare di registrare la propria inutilità, zero proposte, vuoto culturale e conseguente sconfitta.

Allora, di fronte a cotanta arroganza ed a seguito di decenni di discussioni, su riforme da fare, andate a vuoto, Renzi ha dato al suo governo la missione di superare questo “impasse”. Fissato un’agenda e calendario dei lavori oltre a proposte aperte al contributo di tutte le forze sinceramente repubblicane. Per rimuovere la ruggine e proiettare nel futuro il nostro Paese.
Quando si fanno accordi con parti di esse si grida contro l’inciucio ed i presunti patti criminali. Poi, dopo che si sono buttate traverse sulla rotaia per fermare il treno in corsa, protestano se vedono il governo al lavoro per far proseguire il viaggio, interrotto dai sabotatori.

Ma come in tutte le storie a lieto fine, cercheremo di far prevalere la ragione e le riforme. Contro gli ammutinati  e i nullafacenti.

Presentandosi come partito anti-sistema, non potranno mai governare il Paese. Saranno sempre e solo dei “grilli parlanti” pronti a raccogliere il malcontento che serpeggia nella società e faranno fare ad altri il “lavoro sporco”. Una buona tecnica per continuare a sopravvivere.

E presentandosi sempre come “semplici cittadini” e non come onorevoli, dovrebbebro non percepire nulla dallo Stato, come tutti i cittadini normali. Anche se loro, quelli che si definiscono buoni, onorevoli lo sono, ma dicono di restituire una parte dei loro introiti parlamentari, noi comunque li paghiamo tutti, per intero. Che cosa ne facciano dei loro “stipendi” piuttosto ponderosi, a noi non viene in tasca niente.

E che dire di un vicepresidente del Senato, un Calderoli del Nord, che presenta 85.000.000 (ottantacinque milioni) di emendamenti per una proposta di legge? Nulla se non che assomiglia a quella parola che lui ha dato alla sua riforma elettorale, oppure che gli scappa la sedia da sotto il sedere.

 

Annunci

14 Risposte

  1. Buon giorno. Che gli altri facciano un lavoro sporco s’è capito da tempo. Basta leggere le cronache e contare gli indagati nei consigli regionali e in parlamento. Quando ero giovane nel mio paese alcuni comunisti venivano attaccati dai democristiani perchè avevano la macchina o la casa di proprietà. Secondo loro un comunisti avrebbero dovuto vivere in povertà. Non mi dilungo oltre. Cara Spera, con i tuoi argomenti dimostri che siamo la coscienza pulita che parla al peccatore. Buona domenica.

    1. Carissimo Luigi,
      sono tali e tanti gli attacchi a questo partito che mi sembra di rivivere certi tempi in cui avevo la tessera del Pci. Allora eravamo, così pareva, la feccia dell’universo.
      Ora è la stessa cosa, non si trova mani niente di buono in noi, siamo brutti, cattivi, disonesti, sleali e chi più ne ha più ne metta.
      Ma chi vive dentro un partito e cerca di vivere bene le proprie convinzioni, non solo non offende nessuno, ma ascolta e continua sulla propria strada se è convinto di quello che fa e non lo fa per lucrare.
      Grazie, un abbraccio Spera.

  2. Ma infatti, Spera, un Governo non può cambiare la Costituzione, è previsto dalla Carta e su questo, se fosse, Calamandrei non potrebbe far altro che dare ragione a quelli del Movimento.

    Calamandrei non aveva a che fare neanche con “pirati” o “gente che si allea con qualunque fascista”.

    Calamandrei ebbe a che fare, invece, con un’Assemblea costituente che ha provveduto alla stesura della nostra Costituzione e non con un Parlamento di nominati, grazie ad una legge elettorale dichiarata incostituzionale.

    E comunque, ripeto, è il Parlamento che deve e può intervenire ed approvare modifiche alla Costituzione e non c’è nessun Governo che, invece, può imporle o farle.

    Sul dover integrare la nostra legislazione a quella europea e sulla “modificata realtà europea”, credo proprio che tu non sappia di cosa stai parlando.

    Intanto, perché non è vero che stiamo modificando la nostra Costituzione ed il nostro assetto istituzionale perché “ce lo chiede l’Europa”.

    Semmai, sono le dinamiche economiche all’interno dell’Unione che ci “costringono” a modificarle.

    L’Unione europea, figurati, non ha neanche suoi confini, come dovrebbe essere una confederazione di stati che condivide una Costituzione, delle leggi comuni, la politica comune, un sistema fiscale comune. L’Unione europea non è, ancora ad oggi, un’entità statuale.

    E’, invece e per effetto dei trattati tra stati stipulati negli ultimi 60 anni, una zona dove capitali, beni, servizi e persone si muovono liberamente. Quindi una zona commerciale che, per di più, ha adottato una moneta comune. E neanche tutti perché dei 28 Stati che hanno aderito all’Unione, solamente 19 hanno adottato l’euro.

    Quindi, noi stiamo solamente cambiando la nostra Costituzione e le nostre istituzioni per favorire le politiche mercantilistiche dell’Unione (vedi fiscal compact). E quando dico “politiche mercantilistiche”, non mi sto riferendo a nulla che sia positivo per noi, tanto per capirci.

    Quindi, lascia perdere Calamandrei e pure tutti i Padri costituenti… che a vedere ciò che sta accadendo in questo Paese e in Europa si staranno rivoltando nella fossa.

    Sono le politiche dei governi conservatori europei o di quelli finto progressiti come il nostro che, in tutta Europa, stanno dando spazio ai partiti anti sistema e anti europei. Ciò che sta accadendo da noi, avviene anche in Spagna con Podemos, in Grecia con Syriza, in Portogallo l’Unione democratica portoghese, in Irlanda il Sinn Fein e perfino in Germania con i Barbari.

    Prima o poi verrete travolti, Spera. E la responsabilità sarà solo vostra e delle politiche che avete portato avanti. La gente è stufa e anche stanca di questo sistema e se voterà per quelli del Movimento, per i Leghisti o per i nuovi fascisti, è solamente perché voi non siete stati capaci di ascoltare e capire.

    Ciao e buon proseguimento di domenica

  3. ecco le riforme di “sinistra”………Riforme, Alfano: “Scritte con la mano destra. Con Renzi realizziamo programma Ncd”

    1. Carissimo Mario,
      rispondo solo a questa tua provocazione, semplicemente perché lavoro nel campo della sanità. Conosco bene la situazione e so anche che centinaia di esami prescritti sono veramente del tutto inutili.
      Non si proibisce niente, se il medico giudica che sia necessario un determinato esame è liberissimo di scriverlo, senza preoccuparsi di ricevere chissà quali multe. I controlli in questo campo sono molto frequenti ed i medici stessi sono coscienti dell’eccesso di alcuni esami. Ma molti lo fanno per scaricare un paziente noioso, che magari ha letto la notizia su internet, o che sul giornale ha visto una cosa meravigliosa che fa proprio il caso suo.
      Ma se il medico sospetta che un suo paziente abbia un problema, ha mano libera per giustificare la richiesta.
      Nella ricetta elettronica oggi in uso per il medico curante, c’è scritto il quesito diagnostico, ossia perché si chiede un certo esame. Il medico semplicemente giustifica la richiesta, mette il suo nome, il suo codice del servizio sanitario e la risposta gli arriva direttamente nel suo computer.
      Un saluto Spera.

  4. Le prossime primarie del PD saranno tra Renzi, Verdini e Berlusconi, e forse Salvini!

  5. Vorrei aggiungere, a proposito di buoni e cattivi…

    Avete difeso uno come De Luca, impresentabile e improponibile presidente della Campania.

    Avete accettato nelle vostre fila renziane uno come Nello Dipasquale, sindaco di Ragusa con Forza Italia per due mandati che fino al 2012 definiva “uno schifo” il Pd di Bersani…

    Avete difeso un sottosegretario di questo magnifico governo renziano, del NcD di Angelino, indagato per mafia capitale e intrallazzi vari su alcuni centri per migranti…. e potrei continuare con un lungo elenco di gente che solo a nominarne il nome, viene il voltastomaco.

    Avete intrallazzato con uno come Verdini, l’autostrada che porta da Silvio a Matteo, solo per avere una maggioranza parlamentare in grado di votare le vostre schiforme…

    E poi trombate uno come Marino, consegnando Roma alle peggiori destre razziste e xenofobe o, probabilmente, al Movimento 5 Stelle?

    Mi fai capire, Spera, la razio????

    Ciao e buona serata.

    1. Carissimo Carlo,
      come vedi questo tuo commento non fa altro che sottolineare ciò che ho esternato nell’articolo.
      Siamo tanto brutti, e cattivi, oltre che sleali e disonesti, che tutti gli altri sono degli angioletti che per caso stanno in politica.
      Come vedi ora abbiamo anche Dipasquale, de Luca, Alfano, Verdini, che a quanto pare puzzano da morire, ci comportiamo come coloro che vanno a spigolare dappertutto e raccolgono anche merda.
      Questa è l’opinione comune, almeno quella che sento in giro.
      Ma più sento queste critiche, più le trovo ingiuste e fuori luogo. Qualche cosa cambia a volte, e se cambiano non è detto che tutto sia peggio di prima.
      Verdini?. Sarà, ma a me pare coerente col vecchio patto del Nazareno.
      De Luca? E’ stato scelto dalla cittadinanza campana, dal popolo, come direbbero i pentacoli di grillo.
      Dipasquale? veramente non lo conosco, ma anch’io andando a votare a volte ho fatto la croce non sempre allo stesso partito.
      Marino? Anche lui aveva stravinto e poi si è rivelato un incapace. Che fare? In ogni famiglia c’è sempre qualcuno che diventa la pecora nera.
      Ma questo non serve per demolire un partito, che è fatto di milioni di brava gente.
      Un abbraccio. Spera.

  6. Quindi la ratio è che è meglio un Verdini, “il coerente” con i patti fatti sottobanco con quell’altro pregiudicato di Berlusconi, è meglio un Verdini rinviato a giudizio per concorso in corruzione dalla Procura di Firenze per l’affare La Maddalena; è meglio un Verdini rinviato a giudizio dalla Procura di Roma per l’affare P3, è meglio un Verdini indagato per l’affare P4, è meglio un Verdini rinviato a giudizio per truffa e bancarotta per l’affare del Credito cooperativo fiorentino, è meglio un Verdini rinviato a giudizio per i finanziamenti illeciti e truffa aggravata nell’affare di via della Stamperia, è meglio un Verdini rinviato a giudizio per concorso in corruzione nell’affare della scuola dei marescialli di Firenze, è meglio un Verdini accusato di bancarotta nell’affare della Toscana Edizioni….

    di un Marino il quale, siccome lo dice Renzi, è un incapace! Quell’incapace che ha dato ai magistrati, di sua spontanea volontà, i documenti trovati in Campidoglio che hanno scoperchiato il pozzo di merda definito “Mafia Capitale”. Quello scandalo che ha travolto mezza giunta Pd romana… e Renzi ha fatto finta di nulla, non un fiato!!!

    Contenta tu!! Io non dubito affatto dell’onestà della gente che vota Pd…. comincio a dubitare della loro capacità critica! Veramente! Qua non si tratta di amare un partito che si segue da una vita. Qua si tratta di chiudere gli occhi e pure tapparsi orecchie e naso, cara Spera, per non vedere e, soprattutto, sentire il fetore.

    Buon fine settimana.

    1. Carlo,
      e allora da chi andremo?
      Un abbraccio. Spera.

  7. Ciao Spera
    non ho parole, sei alla canna del gas per postare sgarbi

    1. Ciao Gile,
      sì, in tutti i sensi.
      Un abbraccio. Spera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: