PALERMO

PALERMO

Modello di convivenza tra fedi e culture, la città arabo-normanna diventa patrimonio dell’umanità dell’Unesco.

Dal 3 luglio 2015, la Palermo arabo-normanna, insieme alle cattedrali di Cefalù e Monreale è stata inserita nella “Word heritage list”, Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

Con questo riconoscimento, l’Unesco non solo ha premiato le bellezze artistiche e architettoniche di questa terra, ma ha anche operato una scelta simbolica, in un momento storico di guerre e “scontri di civiltà”, per testimoniare l’intuizione del modello siciliano di convivenza pacifica tra Cristianesimo e Islam, tra Occidente e Oriente, tra Nord e Sud.

I monumenti scelti sono tra i più affascinanti dell’Italia: il Palazzo Reale del capoluogo siciliano, con annessa la Cappella Palatina, le cattedrali di Palermo, Monreale e Cefalù, il Castello della Zisa, il ponte dell’Ammiraglio, le chiese palermitane di San Giovanni degli Eremiti di San Cataldo e della Martorana.

L’itinerario arabo-normanno inizia con la visita al Palazzo reale di Palermo, noto come Palazzo dei Normanni. Situato in piazza dell’Indipendenza. Il Palazzo reale era, nel IX secolo, una fortezza araba. In seguito ampliata e trasformata in una sfarzosa reggia dei Normanni, nel XI secolo. Il cortile Maqueda separa la sede dell’assemblea regionale siciliana dalla Cappella Palatina, definita dallo scrittore Guy De Maupassant come “il più sorprendente gioiello religioso che la mente umana possa immaginare”. Fondata da Re Ruggero II tra il 1130 e il 1132, la Cappella Palatina è celebre in tutto il mondo per i suoi preziosi mosaici, realizzati da maestranze islamiche e raffiguranti scene dell’Antico e Nuovo Testamento.

All’uscita da Palazzo Reale si imbocca la via del Benedettini, dove si trova la chiesa di San Giovanni degli Eremiti, celebre monumento di età normanna, edificato da Ruggero II sul luogo di un preesistente monumento gregoriano (dedicato al Sant’Ermete), nei dintorni di una moschea.

Dopo aver attraversato il mercato di Ballarò, si giunge in piazza Bellini per visitare le chiese della Martorana e di San Cataldo. La chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio (di origine normanna) è denominata “la Martorana” perché nel vicino convento, fondato da tale Eloise Martorana, le monache benedettine sono da sempre maestre nella tradizione dei dolci di marzapane (più noti come i “frutti di Martorana”). La chiesa di San Cataldo, invece, è di chiara impostazione architettonica arabeggiante, nelle cupole, nelle arcate e nei disegni.

Risalendo per Corso Vittorio Emanuele, si arriva alla Cattedrale di Palermo, oggetto di mille trasformazioni nei secoli: da basilica cristiana a moschea islamica; dallo stile normanno e gotico al gusto neoclassico. Radicalmente trasformata da Marvuglia e Fuga, ospita le tombe dell’imperatore Federico II e di Costanza d’Altavilla.

Altre due tappe irrinunciabili sono il Castello della Zisa (sontuosa residenza del sovrano normanno Guglielmo II, la cui denominazione deriva dall’aggettivo arabo Al Aziz che significa ”magnifico, splendido”) e il Ponte dell’Ammiraglio (costruito in epoca normanna per unire la città alla campagna, oltre il fiume Oreto, e, durante il Risorgimento teatro di una battaglia tra le camicie rosse guidate da Garibaldi e le truppe borboniche).

Il riconoscimento dell’Unesco ha premiato anche la cattedrale di Cefalù e di Monreale, dominate da un Cristo Pantocratore, noto in tutto il mondo, arricchite dai chiostri, impreziositi dagli affreschi e dai mosaici. Il particolare il Duomo di Monreale è un sintesi perfetta di cultura romanica, bizantina e islamica.

Ho avuto la fortuna di visitare queste meraviglie insieme ad un’insegnate di storia dell’arte. Non c’è che dire, mi sono innamorata di questi bellissimi luoghi. Viva la Sicila. (Le immagini sono tratte da Internet).

La Cattedrale di Palermo

La Cattedrale di Palermo

 

La Cattedrale di Cefalù

La Cattedrale di Cefalù

Palermo - Palazzo dei Normanni 01

La Cappella Palatina

La Cappella Palatina

Cappella Palatina

Cappella Palatina

 

Facciata esterna dell'Abside della Cattedrale di Monreale

Facciata esterna dell’Abside della Cattedrale di Monreale

Chiostro della Cattedrale di Monreale

Chiostro della Cattedrale di Monreale

Il Castello della Zisa

Il Castello della Zisa

Chiesa di San Giovanni degli Eremiti

Chiesa di San Giovanni degli Eremiti

Il ponte dell'Ammiraglio

Il ponte dell’Ammiraglio

Frutta martorana (Marzapane)

Frutta martorana (Marzapane)

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: