NON CAPISCO PIU’ LE PERSONE CHE AMO

NON CAPISCO PIU’ LE PERSONE CHE AMO

Ed arrivò il giorno dell’elezione del nuovo Presidente della Repubblica.
Il Presidente del Consiglio annunciò la presentazione di un gruppo di papabili candidati sulla base dei quali far convergere voti.
Ed ecco che ancor prima di conoscerne i nomi e poterne valutare le capacità ed i meriti, puntuale arrivò il “NO” di civatiana espressione. No a chi e a che cosa, non è dato comprendere. NO al “patto del Nazareno tuonò.
Arrivò in suo soccorso il presidente della Regione Puglia ed anch’egli pronunciò il suo NO.
Venne così sancita una santa alleanza quella del “NO a prescindere” dimenticando che la figura del Capo dello Stato dovrebbe essere per sua natura sintesi massima dell’accordo tra i partiti, per la sua peculiarità di garante della costituzione e dell’unità nazionale. Questa è l’italica sinistra o presunta tale di oggi, così incapace di esprimere progetti ed idee da divenire triste macchietta di se stessa.
Così impegnata ad essere contro da non riuscire a ricordarsi di essere a favore di qualcosa.
Quella lasciatasi affascinare la volta scorsa dalla sirena grillina con la candidatura di Rodotà, allora usata come cavallo di troia per dividere il centro sinistra.
Verrebbe quasi da sorridere di fronte a tanta pochezza, ma a ben rifletterci vi è molto poco di cui sorridere e molto, troppo su cui interrogarsi.
Sul loro essere sempre subalterni alle altrui posizioni, sul loro rincorrere altrui posizioni, sulla mancanza di una visione prospettica che vada almeno una volta al di là di ” No a prescindere”.

Annunci

6 Risposte

  1. E arrivò la conta: gli ormai famosi centouno si raddoppiò!
    Da quale parte sta la serietà?
    Ciao Spera.

    1. Carissimo Antonio,
      sta nella capacità di essere un buon politico. E mi pare che Renzi lo stia dimostrando, facendo correre chili di bile agli avversari (forse anche dentro) ma soprattutto fuori dal suo partito.
      Ciao a te e un abbraccio.
      Spera.

  2. Almeno tu, cara Spera, li ami…..

    Dai filmati in TV mi sembra che l’elezione del Presidente della Repubblica sia diventata una ricreazione scherzosa fra tutti i votanti. Speriamo che sia un segnale di tranquillità e non solo un ennesimo scivolamento di classe di tutto il sistema.
    Un grande abbraccio. robi

    1. Carissimo Robi,
      è vero voglio bene a Civati, gli voglio bene perché lo seguo ogni volta che viene a Bologna e perché ammiro la sua buonafede.
      Ma so per certo che non è totalmente preparato ad affrontare la politica di questo momento. Me ne dispiace. Si deve fare le ossa, ma sono sicura che è e sarà un buon politico.
      Ciao carissimo, un abbraccio. Spera.

  3. Sono contento di dovermi correggere: non raddoppiati ma azzerati!
    Sono anche felice di chiederti scusa.
    Ciao Spera.

    1. Carissimo Antonio,
      finalmente qualcuno ha capito che conta anche stare uniti in nome di una credibilità che si era persa. Le persone erano le stesse che votarono nel 2013. Il risultato di oggi è straordinario.
      Ma il cammino entro il Pd sarà ancora irto di incomprensioni e ripicche. Ci saranno altre liti, perché, ripeto, le persone sono le stesse di due anni fa.
      Ciao Antonio, un abbraccio. Spera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: