PERCHE’ VICENZA?

PERCHE’ VICENZA?

Undici soldati americani di ritorno dalla Liberia sono finiti in isolamento nella base militare statunitense di Vicenza, in Italia. Secondo la Cbs News i soldati sono stati raggiunti dai Carabinieri protetti da speciali tute. Se la pratica resta in vigore, tutti coloro che ritornano dalla Liberia resteranno in quarantena per 21 giorni per verificare l’eventuale contagio dal virus Ebola.

Tra i militari in osservazione c’è il generale Darryl Williams, comandante dell’esercito Usa in Africa.

Secondo quanto riporta l’emittente Usa, per oggi è atteso il rientro in Italia di altri trenta soldati statunitensi.
Nella cittadina del Veneto i soldati Usa verranno tenuti sotto controllo in quarantena, anche se il Pentagono preferisce piuttosto usare l’espressione “monitoraggio controllato”.

Al momento non ci sono prove che facciano pensare che i soldati – che si trovano in “un’area separata” all’interno della base – mostrino sintomi dell’Ebola.

Secondo la Cnn non è chiaro perché il gruppo sia stato messo in isolamento visto che le attuali misure del dipartimento
americano della Difesa prevedono che membri dell’esercito possano tornare al lavoro e alle loro attività quotidiane con i famigliari se non mostrano sintomi.

Il generale Darryl Williams e il suo team sono rimasti in Africa per 30 giorni per organizzare l’assistenza militare. Hanno viaggiato in lungo e in largo in Liberia.

Il 16 ottobre scorso, il generale aveva spiegato come lui e i membri del suo team fossero costantemente monitorati. «Credo che mi sia stata misurata la febbre otto volte prima di entrare e uscire dall’ambasciata o dal posto dove risiedevo». All’epoca aveva definito “relativamente basso” il rischio di contrarre l’Ebola «se si adottano misure sanitarie di base e si rispetta un protocollo di pulizia».

http://www.europaquotidiano.it/2014/10/27/ebola-a-vicenza-in-quarantena-soldati-usa/

Domanda: Come mai gli USA hanno scelto proprio la base americana di Vicenza per mettere in isolamento ben 11 soldati americani che hanno scorazzato per la Liberia e quindi possibilmente contagiosi per Ebola e non li hanno trasporati in America? Vogliono per caso contagiare anche noi? E il governo sta zitto? Il ministero della Salute che fa, non si preoccupa?

Io sì, sono preoccupata e scandalizzata.

Annunci

5 Risposte

  1. Cara Spera, ti rispondo io, che la caserma Ederle e ‘ a quattro passi da me e conosco bene la situazione.

    prima pero’ una precisazione: smettiamola di allarmarci per questo virus che e’ considerato da tutta la stampa mondiale alla stessa stregua della BSE, dell’aviaria, all’antrace, sino ad arrivare al celeberrimo colera di napoli degli anni 70.

    Aggiungo che durante il primo focolaio di ebola, piu’ di 15 anni fa’, nessun militare americano in africa ne’ e’ stato contagiato, figuriamoci se succede ora.

    Comunque sia, i militari americani sono tenuti sotto osservazione solo per ottemperare alle nuovissime normative dell’esrcito americano, i militari americani sono partiti alla volta dell’africa da Vicenza, se no’ partivano da Aviano o da Sigonella, poco cambia, sono basi loro e NESSUNO puo’ dire alcunche’, a meno che non si tratti di casi diplomatici (come fu’ quello di Craxi/Sigonella se ti ricordi).
    Quasi tutti sono di istanza a Vicenza, ed e’ qui che da anni sono residenti le loro famiglie, e’ qui che hanno la loro vita sociale, le amicizie, i ristoranti e quantaltro.

    Per non parlare della struttura ospedaliera all’interno della base che e’ all’avanguardia.

    Dove dovevano andare?

    Io non ho mai volutamente scritto alcunche’ sull’Ebola, e’ la solita boutade di livello planetario per far vivere nel terrore un sacco di milioni di persone.
    Bin Laden non c’e’ piu’, Saddam e Gheddafi pure, persino il cotonato coreano non fa’ piu’ paura, l’isis non ha un capo mediatico da poter sventolare come primo dei nemici.
    A fronte di cotanta paura annullata, cosa di meglio di un virus per allarmare?

    Baci
    Zac

    P.S.
    Il ministero della salute, capeggiato dal genio Lorenzin, non ha alcun potere sulle zone extraterritoriali su suolo italiano, puo’ anche preoccuparsi se desidera, ma non puo’ fare alcunche’, e sinceramente preferisco una troupe di medici americani agli ispettori mandati dal ministero.

    1. Carissimo Zac,
      non so come rigraziarti per questo commento. E’ consolante e toglie l’ansia ed i dubbi che possono sorgere attorno a questo problema.
      Resta il fatto che gli americani hanno preferito Vicenza e la cosa mi stupisce un po’, visto che il nostro paese, per loro, credo sia solo un puntino sulla carta geografica.
      Sono attrezzatissimi, ci credo, tanto da farsi portare anche il cibo dall’America, così ho letto da qualche parte, il che dimostrerebbe anche una certa diffidenza nei nostri confronti.
      Sostanzialmente, visto che nessuno può internire, significa che quella terra sul nostro territorio, è americana. L’abbiamo venduta agli americani. Ne prendo atto, ma vorrei in cambio, un pezzo di Texas, italiano.
      Ciao Zac
      Un abbraccio, Spera.

      1. Cara Spera, se nel 43 fossimo sbarcati in Texas, e salvato gli stati uniti da Hitler e Mussolini (a tal proposito v’e’ un bellissimo libro di Philip Roth “il complotto contro l’america”, nel quale si prospetta un’america alleata di hitler durante la guerra e pure prima, un libro capolavoro), allora avremmo il nostro pezzetto di terra a dallas.

        E’ successo il contrario, e il pezzetto di terra va’ a loro.

        Ciao
        Zac

  2. Ha detto tutto Zac, compreso il fatto che la “distrazione di massa” funziona! Ci si preoccupa di “ebola ” e di ciò che potrebbe accadere semmai dovesse giungere nel nostro Paese un qualche “appestato” e si fa finta di non vedere un Premier che presenta come “fulgido esempio” di imprenditorialità italiana un evasore fiscale reo confesso e pure recidivo, visto che è nuovamente sotto indagine da parte di un’altra procura!

    E visto che ha detto tutto Zac, non mi resta che lasciare un saluto! Ciao Spera.

    1. Carissimo Carlo,
      Zac è bravo, competente e molto prezioso. Non si smentisce mai.
      Grazie del saluto che contraccambio di cuore.
      Un abbraccio. Spera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: