L’IMMORTALE D’ALEMA

L’IMMORTALE D’ALEMA

Massimo-DAlemaStrano ma vero, uno che ha governato, facendo le scarpe a Prodi, critica Renzi e dice che dopo questi mesi (sono solo sei mesi) ha deluso. I suoi risultati sono insoddisfacenti.

E già sono insoddisfacenti.

Lo dice uno che se ne sta seduto comodo nel suo studiolo e detta legge (speriamo senza fortuna) a chi adesso sta tentando di portare fuori dalla palude questo paese.

Bel modo di collaborare.

Ha voglia Renzi di dire che tutti debbono contribuire per migliorare lo stato delle cose.

No, D’Alema, lui sì che avrebbe fatto meglio e lavorerebbe meglio. Chissà se sogna ancora il Turigliatto che gli votò contro e lo fece cadere.

Io ne ho abbastanza di questi rimasugli. Simpatici come uno spino in un occhio.

Si diano una calmata e stiano in pace, la gente, quella che si chiama la base, adesso, è cambiata, vuole unione, vuole pace, vuole vincere, non vuole disorganizzazione, invidie e soprattutto non vuole più perdere.

D’Alema si metta il cuore in pace. Se lo fa, gli facciamo un manumento.

Annunci

8 Risposte

  1. Ecco, brava, un manumento. Nel senso che gli mettiamo la mano sul mento e lo spingiamo giù nel fiume. D’Alema, basta, vattene alla casa di riposo a dare una mano al piduista!
    Ciao.

    1. Carissimo Antonio,
      ma quest’uomo è di sinistra? No, Mi sembra uno di quelli che “porta i problemi” e aspetta che siano gli altri a risolverli. Sarebbe ora che cambiasse stile.
      Ciao, un abbraccio grande, Spera.

  2. Sette legislature, decenni ai vertici dello Stato, non si può dire che gli siano mancate le opportunità, poi oltre a intrallazzi e inciucci, ai bombardamenti in Serbia e tante tante parole, di epocale non mi viene in mente niente.

    1. Carissimo Sileno,
      secondo me è nato vecchio, oppure è nato con quella idea che un partito sia un’associazione, più o meno libera, in cui ci si esercita alla discussione, ma niente di più. Niente che possa dire che fa qualcosa per governare. C’ha provato, ed è stato sonoramente battuto nel 2001 da una destra conservatrice. Queste sono le conseguenze di un modo di ragionare solamente ideologico e fuori dalla realtà
      Il mondo è cambiato, ma il retropensiero di questo uomo è sempre quello. E’ ora di dire basta. Ha già dato.
      Ciao carissimo amico.
      Un abbraccio, Spera.

  3. Fin da quando era segretario della F.G.C.I. ha dato ampia prova del suo camaleontismo.
    Ciao spera, tante cose belle per te.
    P.S.: se puoi porta i miei saluti anche all’amica Gibran.
    haffner

    1. Carissimo Haffner,
      penso sia la personificazione di una sinistra (o di un partito) votato a perdere. Dal dopoguerra in poi, la sinistra ha mai vinto? Perché? La mia risposta è perché dentro la sinistra c’erano e ci sono ancora teste che ragionano come lui.
      Un abbraccio, Spera.

  4. Baffino d’aringa è sempre stato una persona viscida e calcolatrice. Gli cuoce e non poco che non possa fare il ministro degli esteri, per cui si vendica sparando tu sai cosa.
    Ciao Spera un abbraccio Lidia.
    PS. Grazie haffener contraccambio, ti ho lasciato un commento da Roby.

    1. Carissima Lidia
      forse hai ragione, ci teneva a fare il minstro degli esteri europeo. Pensava di essere molto considerato in Europa, ma deve fare i conti con chi ora governa e va in Europa. Deve fare i conti con chi tenta di togliere dal partito l’aurea di sfigattaggine che si porta dietro, anche a causa di personaggi come lui.
      Ciao carissima, un grande abbraccio.
      Spera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: