LA GLORIOSA

LA GLORIOSA

index

È una pianta rampicante molto scenografica, con vistosi fiori rosso fuoco orlati di giallo. Alterna periodi di riposo a momenti di grande attività.

Amante dei climi miti e temperati, la Gloriosa attira l’attenzione per la scenografica bellezza dei fiori, con petali reflessi all’interno e verso l’alto, e la capacità di aggrapparsi con l’apice delle foglie anche a un esile sostegno (di solito viene coltivata su archi leggerissimi).

Tutto ciò la rende un rampicante perfetto sia per il balcone che per la casa.

La varietà più ricercata e diffusa in coltivazione è la Rotschildiana, della specie Gloriosa superba. Le corolle sono molto apprezzate dai fioristi che spesso la utilizzano per creare vivacissimi e piccoli bouquet.

In questa stagione, nei garden center, la Gloriosa è in piena fioritura, al momento dell’acquisto è bene controllare che l’apice dei tralci sia turgido e che ci siano fiori in boccio.

La Gloriosa nasce da un tubero affusolato (simile nell’aspetto e nelle dimensioni a un sigaro) dotato di una o due gemme, che, in primavera, è stato interrato di 5 centimetri in un vaso di un diametro poco più grande della sua lunghezza.

Il tubero germoglia in fretta e, in poche settimane, produce tralci e foglie.

I fiori, che durano diversi giorni, continuano a sbocciare fino ad agosto sulla vegetazione nuova che cresce quasi a vista d’occhio.

Sul balcone, individuare una posizione riparata dal vento e molto luminosa, dove però non arrivi il sole nelle ore centrali della giornata.

In casa, per dare solidità alla pianta, sistemare il vaso dentro un elegante cachepot e tenerlo davanti alla finestra più luminosa del soggiorno.

Va utilizzato, per tutto il periodo vegetativo, un fertilizzante per piante fiorite, una volta alla settimana.

Occorre bagnare regolarmente, fino ad agosto e fino a che ci sono fiori, senza far asciugare il terriccio. La Gloriosa, grazie al fogliame abbondante, fa evaporare molta acqua. Poi ridurre gradualmente le annaffiature, senza preoccuparsi se la pianta a poco a poco ingiallisce e appassisce.

In autunno, tagliare la vegetazione raso terra e togliere il tutore. Durante l’inverno lasciare il tubero nel vaso, tenere a circa 15°C e dare solo un goccio d’acqua una volta al mese.

A marzo, rinvasare con terriccio universale, mettere un nuovo tutore, annaffiare spesso e coltivare vicino al termosifone per aiutare la pianta a risvegliarsi.

Gloriosa_superba_Rothschildiana

 

Annunci

6 Risposte

  1. Essendo una Monocotiledone, appartenente alla famiglia delle Liliaceae, non si dovrebbe usare il termine Corolla (riservato all’insieme dei petali). Queste sono piante ad involucro semplice, e quelli che sembrano petali in realtà sono Tepali, il cui insieme forma il Perigonio. Per tutto il resto: complimenti !
    P.S.: la pianta è velenosa e contiene Colchicina, un potente alcaloide antimitotico che può portare alla morte, se ingerito, anche in piccole quantità.
    Un caro saluto.
    haffner

    1. Caro Haffner,
      ti ringrazio per le precisazioni botaniche.
      E soprattutto per averne richiamato la velenosità. Siccome è una pianta che si tiene anche in casa è bene che si sappia che è meglio non “mangiarla”.
      E’ comunque molto decorativa e l’ho vista dalla mia fioraia che stava fendo un piccolo blouquet con alcuni di questi fiori. Il bouquet con queste fiamme colorate sembrava muoversi per conto suo.
      Il che mi ha incuriosito.
      Grazie ancora ed un abbraccio. Speradisole.

  2. Anch’io giorni fa ho visto la gloriosa dal mio fioraio, è bellissima.
    Ma se Haffener dice che Colchicina è velenosa perchè io in una scatola di medicine
    principio attivo proprio quel nome. Ne ho presa solo una, mi disturbavano e ho cessato.
    Ciao spera a presto Lidia.

    1. Carissima Lidia,
      bentornata.
      La colchicina può essere utile e come tale va presa sotto controllo stretto del medico, ma se a te dava disturbi hai fatto bene a smettere. Non era adatta per te.
      Ciao e un grande abbraccio. Spera.

  3. Per Gibran: la colchicina in piccolissime dosi è ampiamente utilizzata in medicina in molte forme patologiche. Ad esempio nel contenimento della Gotta, in tanti fenomeni flogistici, nel trattamento delle Pericarditi (ad esempio nella sindrome di Dressler), ecc.
    Essendo un potente antimitotico inibisce la moltiplicazione cellulare. Per questo motivo è stata usata, e lo è ancora, anche in genetica vegetale per ottenere nuove specie altrimenti tra loro incompatibili (si pensi alla creazione del Triticale, una graminacea frutto della fecondazione del Triticum Aestivum (frumento) con polline di Secale Cereale (segale), oppure nella Beta Vulgaris (bietola da zucchero) per ottenere nuove varietà poliploidi (a corredo cromosomico triploide, tetraploide).
    Insomma: anche un veleno può rivelarsi utilissimo se impiegato correttamente e nei giusti dosaggi.
    Scusami per la lungaggine, ma la pianta citata dall’amica Spera mi ha riportato indietro nel tempo, agli studi di Botanica generale, Botanica Sistematica, Genetica, Chimica farmacologica, ecc.
    Tutto questo un migliaio di anni fa.
    Un caro saluto.

    1. Caro Hafnner,
      ti ringrazio moltissimo per la risposta che hai dato a Lidia (Gibran).
      La conoscenza delle cose, è sempre importante ed i tuoi contributi sono molto graditi.
      Ti aspetto in altre occasioni, perché a me i fiori e le piante piacciono molto e quando ne vedo qualcuna che non conosco o che trovo “bella”. ne faccio un post. E allora aspetto le tue utilissime precisazioni, per una conoscenza più approfondita.
      Complimenti.
      Un abbraccio. Spera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: