PAGATO

PAGATO

580409_396423767137895_7457_n

“Una sera, mentre la mamma preparava la cena, il figlio undicenne si presentò in cucina con un foglietto in mano.
Con aria stranamente ufficiale il bambino porse il pezzo di carta alla mamma, che si asciugò le mani con il grembiule e lesse quanto vi era scritto:
Per aver strappato le erbacce dal vialetto: 1 Euro.
Per aver riordinato la mia cameretta: 1,50 Euro.
Per essere andato a comprare il latte: 0,50 Euro.
Per aver badato alla sorellina (tre pomeriggi): 3 Euro.
Per aver preso due volte “ottimo” a scuola: 2 Euro.
Per aver portato fuori l’immondizia tutte le sere: 1 Euro.
Totale: 9 Euro.

La mamma fissò il figlio negli occhi, teneramente. La sua mente si affollò di ricordi. Prese una penna e, sul retro del foglietto, scrisse:
Per averti portato in grembo 9 mesi: 0 Euro.
Per tutte le notti passate a vegliarti quando eri ammalato: 0 Euro.
Per tutte le volte che ti ho cullato quando eri triste: 0 Euro.
Per tutte le volte che ho asciugato le tue lacrime: 0 Euro.
Per tutto quello che ti ho insegnato giorno dopo giorno: 0 Euro.
Per le colazioni, i pranzi, le merende, le cene, e i panini che ti ho preparato: 0 Euro
Per la vita che ti do ogni giorno: 0 Euro.

Appena terminato, sorridendo, la mamma diede il foglietto al figlio. Quando il bambino ebbe finito di leggere ciò che la mamma aveva scritto, due lacrimoni fecero capolino nei suoi occhi. Girò il foglio e sul suo conto scrisse: “Pagato”.

Poi saltò al collo della madre e la sommerse di baci.
Quando nei rapporti personali e familiari si cominciano a fare i conti, è tutto finito.
L’amore, o è gratuito, o non è amore”.

1235001_427910917314028_964054529_n(Tratto dal Web)

Annunci

20 Risposte

  1. Forse, cara Spera, il piu’ bel post che ho letto negli ultimi lustri.

    Davvero notevole.

    Ti ringrazio.

    Baci
    Zac

    1. Grazie a te, mio grande amico.
      Anche le tue parole sono amore. Non costano, ma ci arricchiscono immensamente.
      Ciao, un abbraccio. Spera

  2. Ecco questi sono i post di Spera che preferisco!Ciao.

    1. OK Mario, ogni tanto riesco a scrivere anche qualcosa che ti piace.
      Bene, vuol dire che mi segui con simpatia, un po’ meno quando parlo di politica.
      Tutto però è a costo zero.
      Un abbraccio. Spera.

  3. Toccante!
    Ciao Spera

    1. Sì, davvero toccante.
      Magari anche per imparare che l’amore si dà senza interessi, e soprattutto finchè le persone che ci stanno vicine e che ci hanno dato la vita, sono presenti.
      Un abbraccio. Spera

  4. @ For Spera,
    essendo un tecnico, quindi geneticamente predisposto all’aridità di cuore, difficilmente (meglio mai) mi lascio portare dal sentimento. Questa volta ci sei riuscita, Brava.
    Cari saluti.
    Gerry

    1. Gerry carissimo,
      è l’amore che non chiede niente in cambio che commuove. Ed è quello che muove il mondo.
      Un grande abbraccio. Spera.

  5. grazie dei fiori e del post.

    Un grande abbraccio. robi

    1. Ciao Roby,
      le rose sono per l’amore di madre. Quell’amore che col tempo un po’ dimentichiamo e che ci sembra dovuto.
      Un grande abbraccio. Spera.

  6. Fai del bene e scordalo, fai del male e pensaci. (Non è mia ma penso che ci stia, fa anche rima!)
    Ciao.

    1. @ for Antonio,
      Ti ringrazio del Tuo scritto. Si tratta di un vecchio proverbio napoletano che recita “Fa ben’ e scuordt fa mal’e e arricuordt” (la traduzione). Una mia nonna me lo ripeteva sempre da bambino, circa un secolo fa. Nella vita ho cercato sempre di tener fede al vecchio adagio. In tal modo ho avuto modo di capire che la riconoscenza è una merce molto rara direi inesistente(propendendo per l’ultima ipotesi). Malgrado la mia amara constatazione, continuo. Con una variante che adesso quando capita (sempre) non mi amareggio, ma, dico tra me e me “ecco un’altro str@nzo”. La differenza è tutta qui.
      Un saluto cordiale.
      Gerry

      1. Caro Gerry,
        La madre ha inventato l’amore sulla terra.
        Ciao, un abbraccio. Spera.

    2. @ Antonio carissimo,
      è vero bisognerebbe fare così, fare del bene e dimenticarlo. Ma non sempre ci capita di essere bravi, pretendiamo che sia riconosciuto, e allora non è più a costo zero.
      Ciao, un abbraccio. Spera.

  7. Un post che casca a fagiuolo, con la mia situazione di madre separata con figlie quasi adulte – esattamente così – te la rubo e la invio ai loro giovani occhi
    e speriamo serva…nel frattempo grazie

    1. Carissima,
      credo proprio che tu non sia l’unica madre in questa situazione, oggi, può darsi che la frase serva, ma credo che ciò che conta di più sia l’amore che i tuoi occhi esprimono, quando le ascolti.
      Ciao, un abbraccio, Spera.

  8. Bellissimo colloquio, tra madre e figlio, mi ricorda le tante sere passate a parlare con i miei figli.
    Ciao Spera un abbraccio Lidia.

    1. Carissima,
      tienli stretti questi ricordi. Sono la tua consolazione e la gioia di sapere che hai vissuto per qualcuno.
      Un abbraccio. Spera.

  9. Finito di leggere il conto del figlio ho pensato all’ingratitudine, finito quello della mamma due lacrimoni mi hanno riempito gli occhi.
    Ciao 🙂

    1. “Le verità che contano, i grandi principi, alla fine, restano due o tre. Sono quelli che ti ha insegnato tua madre da bambino”.

      Enzo Biagi,

      Ciao Nou, un abbraccio e buona domenica. Spera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: