FRUTTA E COLORI

FRUTTA E COLORI

Forse i bambini mangiano più volentieri la frutta presentata in questo modo. Ma non solo i bambini!!!

1441275_722011724494008_1557367994_n

Annunci

11 Risposte

  1. Cara Spera,
    credi che a San Vittore gli serviranno così la frutta. Sempre che non scappi approfittando di un passaggio dell’amico Putin. Mentre Ti scrivo ascolto Casini nomina sunt omina. Adesso che il caimano è fuori dai giochi, Lui lo difende, naturalmente una difesa pelosa. Parla della legge Severino, dei pareri di illustri costituzionalisti, asserendo che certamente la Corte Europea, darà ragione allo psiconanocalafato e la conseguenza sarà che subito dopo si sfascerà il senato. Caro Casini, non c’e nè può fregare meno di un ca@@o dei Suoi ragionamenti pro reo. Ritengo che con l’affidavit, peraltro tirato fuori in articulo mortis. Un affidavit che è stato smontato da una semplice indagine di circa venti minuti svolta e illustrata in TV dall’ottimo Peter Gomez. Poi mi è toccato ascoltare una senatrice (niente popodimeno), quella per intenderci, che procedeva contromano in pieno centro di Roma, naturalmente con scorta, per comprarsi un paio di scarpe. Riuscendo così ad apparire più ridicola ancora di quanto andava alla sagra della salsiccia con l’elicottero della Protezione Civile. A Napoli dicono “’è furnut l’evr oi piechr” traduco: è finita l’erba pecora. Credo che il detto calzi alla perfezione. Credimi non godo perché finirà in galera, semmai dovesse finirci, sarà sicuramente dorata, comunque Henry John Woodcock santo subito. Quello che mi rende assolutamente e impareggiabilmente felice e poter osservare il livore sulla faccia di tutti quei paracul@ e servi striscianti che oltre allo zoo personale, Dudù, compreso, gli giravano intorno. Per non parlare delle damazze ingioiellate e siliconate da sembrare degli Zodiac di seconda mano in vendita ad un’asta fallimentare. La pitonessa e il suo teschio personale paiono scomparsi, così come l’ex macellaio assurto agli onori della politica, non si capisce a quale titolo e, con lui tanti altri che senza il “nostro” sono meno di niente. I più importanti potranno riciclarsi in qualche consiglio di quartiere, dopo aver proceduto a un prudente cambio di cognome all’anagrafe per salvare la faccia. Ci siamo dovuti sorbire per vent’anni non un primo ministro, ma un padrone d’azienda. Sono vent’anni, non un giorno. Senti questi pseudo politici affermare senza minimamente arrossire, che ha occupato cinquantaseimila dipendenti, seeeeeee, che ha subito cinquantasei processi, non è assolutamente vero e anche se fosse, aveva solo da comportarsi diversamente. Ha sempre affermato che i magistrati erano contro di lui, ma non ha mai spiegato perché, avrebbero dovuto avercela con lui e non per esempio con un Delvecchio o un Ferrero, tanto per nominare altri ricchi come lui o quasi, Dopo vent’anni del suo malgoverno siamo diventati la nazione più malmessa d’Europa. Questa è la dura realtà. Se ne vada a casa e non ci rompa, lui e tutta la compagnia. Amen.

    Auguri

    1. E’ probabile che con i soldi riesca ad ottenere anche un trattamento speciale, un po’ come avevano certi boss della mafia, prima dell’introduzione del famoso 41 bis, ma sarà sempre privo di libertà.
      Casini, poveretto, ormai non sa più a che santo votarsi per contare ancora un po’. Anche ha me ha fatto impressione che dia per scontato che la Corte Europea dica che la legge Severino non era applicabile retroattivamente, non credo che sia così il tutto si risolve in un parlare a vanvera come tra l’altro hanno fatto tutti i sostenitori in questa faccenda Tutti recitavano la lezioncina imparata a memoria. Tanto che la giornalista Annunziata l’ha fatto notare alla Polverini. Una tiritera ormai lunga mesi e mesi che è diventata davvero stucchevole.
      A proposito di capacità imprenditoriale dell’arcoriano, mi è piaciuta l’analisi fatta da Davide Serra, ospite di Gruber a otto e mezzo su Berlusconi come imprenditore. Dice l’analista che è riuscito a fare i suoi interessi, andando al governo, introducendo norme come la tassazione raddoppiata a Sky, la diminuzione della pubblicità televisiva alla Rai, che penalizzavano direttamente le aziende concorrenti, scelte che gli sono riuscite facili stando alla Presidenza del Consiglio, scelte che ovviamente hanno fatto crescere il suo patrimonio. Quando è entrato al governo, le sue aziende valevano uno, ma grazie a tutti gli inciampi che ha creato contro le altre aziende concorrenti, ora vale 25 volte di più.
      Un modo di fare imprenditoria facile che non ha molto credito all’estero. Se avesse fatto come Luxottica, allora sì che si può definire una capacità imprenditoriale come si deve e di grande considerazione anche all’estero. Tu hai citato due giganti della imprenditoria, De Delvecchio e Ferrero, loro sì che hanno portato l’Italia nel mondo e hanno molti meriti come imprenditori.
      Grazie del commento e un grande abbraccio.

  2. Non per tirarmela, ma modestamente servo le pietanze in tavola SEMPRE pensando alla visione che avranno gli occhi dei commensali. Nello specifico, e’ da tempo che servo i piatti ai miei nipoti composti piu’ o meno come quello riportato nella foto.

    Ed e’ una soddisfazione doppia, almeno per me, dato che si ottengono doppi complimenti, legati all’immagine e al gusto.

    Perche’ fra le cose piu’ belle della vita v’e’ il vedere illuminarsi gli occhi di un proprio parente o ospite nel momento in cui mangia il primo boccone, a quel punto mi passa addirittura l’appetito, tanto mi sono saziato per il benessere procurato.

    E cosi’ torno sui fornelli con nuova linfa.

    Baci
    Zac

    1. Immagino che non ti manchi la fantasia, neppure in cucina. Fenomenali sono le tue ricette. Da copiare (l’ho fatto) e da sfoggiare, anche se la mia arte culinaria, è molto ristretta e poco fantasiosa. Sono molto tradizionalista e le buone ricette di mia nonna e mia madre, sono passate a me, senza particolari cambiamenti. Sono le classiche della tradizione della mia città.
      Però concordo con te, si mangia anche con gli occhi. Ed un bel piatto presentato bene, con fantasia, dà soddisfazione anche all’autore. E poi, un pittore pieno di fantasia come te, è sicuramente capace di capolavori di colori e di “bontà”.
      Un abbraccio.

  3. Presentata così è quasi un peccato mangiarla, ma è talmente buona che non potrei resistere,
    Ciao spera un abbraccio Lidia.
    PS. Gerry sei un fiume in piena, complimenti.

    1. E’ una bella la composizione da disegnare sopra una normale torta alla frutta. Invece di fare i soliti giri concentrici di frutta di diversi colori, per creare anche bei contrasti, è bello creare con la frutta anche una bella scena. In questo caso una spiaggia caraibica. Se fosse stata con sfondo azzurro sarebbe stata perfetta.
      Ciao carissima, un abbraccio

  4. ti rubo l’idea per stupire mia moglie.

    Ciao Spera, devo ricuperare un pò di arretrati dopo la confusione della doppia migrazione del mio blog.
    A presto. Ti abbraccio.

    1. Io non ho tanta fantasia,l’ho rubata anch’io da un sito web, (Il pinguino rosa). Ho pensato di tenerla nel blog, così questa estate o in occasione di un compleanno, sopra una bella torta fatta in casa,, magari con la glassa bianca, posso fare sfoggio di fantasia. E’ facile da fare e si presenta bene.
      Ne approfitto per comunicarti che faccio fatica ora a commentare nel blog che hai aperto su wordpress. Mi si presenta un “VIRGILIO” che mi mette in crisi. In ogni modo vengo volentieri sempre a vedere le tue straordinarie vignette che per me raccontano la storia dei nostri giorni in modo egregio.
      Spero di poter superare gli ostacoli.
      Un abbraccio, ciao.

  5. Gioite italiani onesti, per grazia divina, anche se la base giurassica del PD ha fatto di tutto e ancora di più, per trattenerlo, è andato via, meglio lo hanno cacciato via. Nella fattispecie la differenza è basilare. Da domani si prevede che le ARPE di tutt’Italia rileveranno aria pulita…era ora. Persisterà per qualche tempo ancora qualche miasmo, ma non c’è da preoccuparsi. Certe nubi tossiche non possono scomparire istantaneamente. Una cosa mi ha colpito ed è per me inspiegabile, come mai non c’è stata un’ondata di karakiri tra i fedelissimi (quelli dello Zoo di Berlino) che costituivano la sua corte. Infatti questo tipo di suicidio parrebbe essere molto in voga tra gli appartenenti alla casta dei lecchini adoranti. Esso consiste nello squarciarsi il ventre con la spada, come gesto di protesta per un’infamia subita, di cordoglio per la morte del proprio signore, per cui essendosi verificate ambedue le motivazioni che avrebbero dovuto spingerli al supremo sacrificio, avrebbero dovuto agire di conseguenza, o no? … Io trovo che sarebbe stato il caso di procedere in tal senso, ma forse è perché sono d’animo buono. Zac… e tutti nel mausoleo insieme allo scomparso, cosa potrebbero desiderare di più? Second il mio modesto parere, meglio di un Amaro Lucano, o no?
    Francesco perdonami. Ho potuto sapere da fonti sicure che immediatamente dopo la defenestrazione del loro idolo, parecchi si sono posizionati in speciali macchinari definiti “riciclatori”. Pare che questi macchinari siano addirittura marcati CE, i macchinari non gli aspiranti al riciclaggio, infatti, questi erano privi anche del marchio IMQ. Comunque occorre dare a Cesare quello che è di Cesare, prima di andar via su suggerimento di corazziere tre, ovvero il nano “a honorem” pare abbia compiuto un nobile gesto, pare, perché di tale nobile gesto non si potrà essere sicuri, almeno finché non apparirà su uno dei suoi giornali, gesto nobile a modo suo naturalmente, consistente nell’aver devoluto l’intero importo del TFL a totale beneficio della Pia Opera delle Olgettine Affrante. Contestualmente al triste addio, triste per la corte dei miracoli che lo attorniava, a Arcore si e purtroppo verificato un infortunio mortale sul lavoro. Un addetto ai lavori incaricato di smontare in tutta fretta il palo della Lap dance, per fine festa, è deceduto in seguito a un tremendo shock emotivo riportato nello scorgere un’invitata alle c.d “cene eleganti”, morta d’inedia ai piedi del palo stesso. La sventurata stringeva ancora tra le mani, ormai diafane, una foto di Papy.
    In questi tragici giorni nessuno l’aveva avvertita che le cene eleganti erano finite. L’anatomo patologo”della Questura” intervenuto dietro una pressante telefonata, ha potuto stabilire senza possibilità di dubbio alcuno che, il decesso della sventurata era stato determinato non dalla visione del cadavere della fanciulla, ma bensì, dall’essersi soffermato sulla foto di Papi agghindato per una cena elegante, che la “porella” stringeva tra le mani.
    La prima telefonate alla famiglia della fanciulla è stata fatta da …indovinate chi? Che si è detta al momento del rinvenimento del cadavere, preoccupata dalla salute dello stesso. Quando hai l’anima sensibile rimani sempre fregato o fregata, o no?

    P.S. Il palo della Lap sarà messo all’asta da Sotheby’s, l’incasso devoluto alla Pia Opera delle Pie Sorelle De Vitis in memoria dello scomparso.
    Gaudemus frates
    Gerry

    1. E’decaduto per ignominia. Penso che avrebbe potuto risparmiarsi questa umiliazione, perché in definitiva è una notevole umiliazione, semplicemente dimettendosi prima. L’idea non l’ha neppure sfiorato è troppo grande il suo ego, o forse i personaggi che gli sono rimasti più vicini, l’hanno convinto che le dimissioni erano peggio. Ma forse se usciva con dignità sarebbe stato più “rispettato” in futuro.
      Mi è piaciuta la battuta di Crozza, quando ha detto con Putin, aveva fatto le prove se riusciva a stare dentro una valigia. Ed anche la profezia di Putin non promette nulla di buono. perché dice che per uno che sta fuori dal potere, per un po’ avrà molto seguaci, ma pian piano li perde tutti e finisce con l’essere dimenticato. Un futuro nero per l’arcoriano. Se vuole stare a galla deve sempre inventarsi qualcosa di nuovo che attiri la gente, la curiosità e alla sua età n on è facile. E credo che farà fatica, la gente è capace piano piano di abbandonarlo. Staremo a vedere.
      Anche grillo deve inventarsi ogni i tanto un v-Day o una traversata a nuoto, o cavalcare la protesta di altri.
      Le persone che fanno parte di quei cortei sono molto spesso pagate e fornite del cestino dei viveri. Salgono volentieri, su quei pullman, incassano qualche euro e passano una giornata facendo una bella gita con picnic al seguito. Sventolare una bandierina è poca fatica. E’ evidente che quando sono intervistate si dimostrato entusiaste per il poveretto perseguitato, perché così gli è stato detto di dire. Gli organizzatori di questi pullman fanno così per evitare al poveretto la delusione di ritrovarsi di fronte a poca gente.
      Quello che è certo è che ad Arcore ora la vita sarà più semplice, mano baldoria, mano invitati eccellenti, meno parassiti e le cene eleganti con burlesque resteranno un ricordo.
      Gli rimane la fidanzata più giovane di 50 anni ed il cane Dudù. (e i soldi inutili o quasi)
      Ciao carissimo Gerry, un abbraccio,

    2. Caro Gerry:

      COMMENTO SUPERLATIVO.

      Non ho altro da aggiungere.

      Hasta
      Zac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: