SE UN GIORNO MI CHIEDESSERO…

SE UN GIORNO MI CHIEDESSERO...

1012709_443166045787787_2054963664_n

Inoltre ha scambiato:

– dittatori per benefattori,

– minorenni per nipoti di Mubarak

– prestazioni indecenti per cene eleganti,

e che ne ha più ne metta.

(Immagine presa dal sito: contro la disinformazione – facebook)

Annunci

16 Risposte

  1. Mia cara, i pensieri sono tutti perfetti, ma quello più azzeccato è gli italiani sono dei coglioni, per non aver capito che tipo di bastardo sia. Nonostante tutto ancora viene osannato, tipo un cartello di un tizio con scritto san silvio.
    Ciao spera un abbraccio Lidia.

    1. Chiedo sommessamente scusa, timorato da codesto nobile consesso di pensatori simpatici, ma avrei aggiunto, tanto per tentare di… sollevarci il morale.
      – uno che ha scambiato lucciole per lanterne, o no? Scherzavo, ora faccio sul
      serio.
      . uno che credeva che la Cassazione servisse esclusivamente per cassare i reati
      commessi
      – uno che credeva che un giudice con i calzini azzurri non fosse in grado di
      pronunciare una sentenza (per daltonismo genetico?)
      – uno che a parecchi e parecchie, funziona da bancomat
      – uno che ha scambiato il confino per villeggiatura
      – uno che…. (quella sui forni crematori ve la risparmio per rispetto alle vittime)
      – uno che sarebbe capace di affermare, senza arrossire, che Dudù (povera bestia
      dove è finita) è il nipote di Saddam
      – uno che confonde Obama con Osama
      – uno che invece di un partito ha una collezione zoologica
      – uno che nomina ministra dell’istruzione un’esperta di..,tunnel
      – uno che se tentasse di camminare sull’acqua e affondasse, darebbe la colpa ai
      comunisti o in alternativa alle toghe rosse
      – uno che se avesse un salumificio produrrebbe insaccato di comunisti (suo
      fornitore l’amico Putin) considerato che in Italia c’è penuria dei medesimi da anni
      – uno che se si sottoponesse (?) all’azione di una lampada a raggi UV,
      affermerebbe che è la lampada ha trarne vantaggi
      – uno che se potesse volare ed avvicinarsi al sole, farebbe la fine di Icaro
      – uno che se partecipa a un funerale vuole essere il feretro e il congiunto più
      affranto, se a un matrimonio, vuole essere i nubendi, l’officiante e il
      testimone di entrambi, se entrasse in sala operatoria, il paziente e il chirurgo
      (naturalmente un primario) che opera e, scusate se è pooooco
      – uno che se scende in campo è: le squadre i massaggiatori, gli allenatori e la terna
      arbitrale e il quarto uomo
      – uno che ama l’Italia, tanto che se ne serve a man bassa
      – uno che fa precedere la smentita all’affermazione (ditemi che questa non è male)
      – uno che telefona alla Questura scambiandola per un call center
      – uno che i figli gli suggeriscono di andare all’estero (senza passaporto?)
      – uno che i figli si sentono… (qui il disgusto mi impedisce) di proseguire
      – uno che ha sostenitori che affermano, senza vergogna alcuna, aver subito prima
      diciotto, poi trentasei ora siamo a quota cinquantadue, procedimenti giudiziari
      – uno che trasportava a Milano, doveva essere agli albori della civiltà, quando non
      c’erano ancora le PLE, frigoriferi sulle spalle (forse è per questo che perse
      momentaneamente i capelli)
      – uno che prima affermava di avere cinquantaseimila dipendenti, che al tramonto
      parrebbero calati, udite udite, senza licenziamenti, a sedicimila (che neanche la
      triade della Camusso)
      – uno che se andasse in Piazza San Giovanni (da solo) la riempirebbe
      – uno che telefona alla Sciarelli per trovare delle olgettine
      – uno che annovera tra i suoi deputati un tizio che ogni due per tre esclama “fatti i
      ca@@i tua” ed è, malgrado l’intercalare, il più simpatico (figuratevi il resto)
      – uno che ha scambiato la Camera con Wall Street
      – uno che dopo aver disastrato il paese si è visto intitolare un esercito
      – uno che ha ed ha avuto, uno stuolo di adulatori che nemmeno le buonanime
      di Hitler, Mussolin e Stalin messi insieme hanno potuto vantare
      – uno che si è allevato in seno (magari non ci crederete, ma ha anche le tette) una
      pitonessa, cavandone qualcosa a suo vantaggio e che vantaggio
      – uno che (unico al mondo) senza arrossire, affermerebbe che il manovratore del
      ventilatore del fango il megadirettore S è più bello di George Clooney
      – uno che senza sborsare un soldo bucato, ha operato la conversione di Bondi (ma
      non credo sia un miracolo, infatti, il nostro mi appare geneticamente predisposto
      – uno che scusate, ma debbo chiudere qui, anche se potrei continuare all’infinito e
      nei secoli dei secoli, perché sono stato assalito come sempre da un’ondata di
      malumore… more solito…
      Scusatemi e Vi ho annoiato, siete tutti dei “Grandi”
      Un abbraccio generale e uno particolare a Spera, gerry

      1. caro Gerry, permettimi un abbraccio virtuale per questo tuo sfogo-capolavoro.
        Capisco perfettamente il tuo malumore finale perchè provo la stessa sensazione quando mi dilungo in qualche commento riguardante questo essere assurdo che ha sconvolto l’esistenza di un’intera Nazione.
        Un caro saluto. robi

        1. Robi carissimo, il nostro amico Gerry ci ha piacevolmente sorpresi, ma scacciamo il malumore pesante ed opprimente personaggio che da vent’anni e oltre ci sta sullo stomaco. A volte scrivere sapendo di incontrare persone amiche che la pensano allo stesso modo, è davvero consolante. Ci si sente meno soli.E’ quello ciò che provo quando leggo i vostri commenti.
          Grazie Robi.
          Un abbraccio, ciao.

      2. Grazie Gerry. Questo straripante commento, non solo mi ha fatto sorridere, ma ha arricchito moltissimo il mio blog. Ti ringrazio di cuore.
        Quando ho scritto “chi ne ha più ne metta” intendevo proprio questo, aggiungere tutto quello che ognuno si sente di dire su questo infausto personaggio che forse e finalmente volge al declino.
        Mi è piaciuto molto quando dici: “uno che se andasse in Piazza san Giovanni (da solo) la riempirebbe”. E’ efficacissima come espressione perché con questa immagine si dimostra la grande considerazione che quest’uomo ha di sé, in grado di riempire una piazza da solo, le sua capacità di dire bugie di fronte ad una verità diversa.
        Sei pieno di inventiva e di capacità di scrivere, mi congratulo con te, e non scusarti, non ci annoi mai e siamo ben contenti di leggerti (ed io di ospitarti) nel blog.
        Un grande abbraccio, con stima e affetto.

    2. Lidia carissima. E’ un tipo di infatuazione incomprensibile. La sua strapotenza economica, la disponibilità di denaro può attirare coloro che hanno lo steso ideale: vivere per fare soldi, ma è incomprensibile che molti poveracci ci caschino.
      Forse a quel tizio che portava quel cartello avevano dato una buona mancia e si stava guadagnando i suoi due minuti di notorietà. Così si possono fare adepti e sostenitori sfegatati sì, ma interessati, ma molto efficaci nelle manifestazioni pubbliche.
      Ciao carissima, un abbraccio.

  2. Io mi chiedo come tutto quello che ha fatto “il balordo di Arcore” sia stato possibile!!Una vergogna simile forse non sarebbe successa nemmeno nel Burundi…(con rispetto parlando)allora mi torna in mente l’idea che da anni mi balena nella mente=oscurare le reti Fininvest, mettere ko la P2 fare un repulisti totale con i servizi segreti rafforzare il 41 bis(il bungabungaro ha avuto un forte appoggio da tutte queste associazioni a delinquere ,ecco perché è durato cosi a lungo!)Con i nostri soldi a pagato e corrotto chi gli ha fatto comodo di volta in volta…mentre sputava veleno contro i comunisti intratteneva rapporti con i peggiori dittatori ancora esistenti(Lukaschenko, Putin, Gedhaffi) senza parlare delle figure di cacca che ci ha fatto fare con il mondo intero e di tutte le battone delle quali si è circondato(portandone tante nel parlamento italiano

    1. E’ stato possibile perché si è trovato al momento giusto per fare una politica tutta sua personale. C’era il vuoto politico e lui (o meglio quel mafioso di dell’Utri suo amico da sempre) furbescamente ha pensato di scendere in campo, non per fare politica, di cui non sa niente, ma per salvarsi dalle probabili condanne, che gli stavano piombando addosso, per quello che aveva fatto dagli anni ’80 in poi: corruzione, ovvero tangenti a destra e a manca, ed evasione fiscale. Era ben cosciente che prima o poi l’avrebbero beccato, ma pensava che entrare in politica poteva essere l’unico mezzo per salvarsi. Ha tentato in tutti i modi di farla franca con le sue quaranta leggi ad personam e gli è andata bene per oltre vent’anni. Ma per fortuna in questo paese c’è una magistratura che non guarda in faccia a nessuno ed è riuscita, nonostante tutto, a fare arrivare alcuni nodi al pettine. E questo gli brucia moltissimo. Sa di sconfitta, ma ne frattempo le sue aziende hanno portato nelle sue tasche un patrimonio immenso, proprio perché si è trovato al governo e quindi ad indirizzare nel verso giusto la politica ai suoi fini personali.. Aveva debiti, ora è straricco.
      Non avrebbe mai potuto fare affari con Putin o con Gheddafi se non fosse stato il Presidente del Consiglio italiano, se fosse stato un anonimo cittadino.
      La leva dell’anticomunismo è un’arma sempre utile che sfonda nel nostro paese. Anche adesso ci sono persone che pensano che uguaglianza significhi portargli via il loro orto. Su questo sentimento fa leva la sua pseudo politica giocata sull’anticomunismo.
      Le figuracce che ci ha fatto fare nel mondo, sono un indice della poca capacità politica della persona. Pensava di risolvere i problemi di politica estera con le pacche sulle spalle o raccontando barzellette.
      Speriamo che finalmente sia sulla via del tramonto definitivamente. Ma aspettiamoci altri attacchi spettacolari.
      Ciao Mario, un abbraccio.

  3. se un giorno mi trovassi impreparato a rispondere per il rallentamento senile della memoria, condenserò la mia descrizione con questa interpretazione: “un pezzo di merda”!

    Buona giornata. Ti abbraccio. robi

    1. Credo proprio che qualche nostro nipote ce lo possa chiedere. Approvo la risposta.
      Buona notte carissimo. Ciao

    2. Egregio, c’è un modo di dire a Napoli che suona pressapoco così… Si nomm’e e merda e m scus ca merd. Tradotto: rivolgendosi a un uomo da niente gli si lancia l’epiteto
      “sei un uomo di merda e, contestualmente, si chiede scusa alla materia fecale per averla paragonata all’uomo in questione. Colorita espressione napoletana, forse (?) volgaruccia ma, credo, tremendamente giusta, come del resto tutti i detti popolari.
      Ritengo come Te e molti italiani che sia calzante nel caso specifico, o no?
      Cordialmente Gerry

  4. Un individuo che ha sempre cercato di fregare gli altri, in particolar modo se italiani. Ricordiamo che alla fine degli anni ’50 chiamato a prestare il servizio di leva allora obbligatorio ha “pagato” per non farlo! Chi lo faceva era un coglione! Io l’ho fatto!

    1. Ecco la dimostrazione del “furbo” matricolato, quello che sempre riesce a distinguersi passando sulla schiena degli altri, quello che con i soldi può corrompere chi vuole e fregarsene delle leggi e dei doveri. Tu ci hai rimesso tempo, fatica, lontananza da casa e soldi, lui ha continuato la bella vita.
      Ciao carissimo Paolo

  5. C’e un errore nella vignetta:
    “Scambiato” va’ sostituito con “creduto”.
    V’e’ una decisa differenza.

    Bacio
    Zac

    1. In effetti il personaggio crede veramente in tutto quello che fa.
      Totale malefede?
      Totale amoralità?
      Ma i devoti votanti che lo sostengono in che cosa credono?
      Ciao, un abbraccio.

      1. Cara Spera, ma che bel quesito, quello sul cosa credono coloro i quali lo sostengono.

        Credono esattamente di poter, un giorno, diventare degli emuli del nano nel loro limitato microcosmo.

        Ne’ piu’, ne’ meno.

        E’ la stessa cosa alla quale credettero per ventanni milioni di italiani in epoca littoriana.

        Ciao
        Zac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: