VOGLIONO FARE I SINDACI E NON CONOSCONO IL PAESE

VOGLIONO FARE I SINDACI E NON CONOSCONO IL PAESE

2825948602

Clamorosa gaffe del M5S che in una delle sue pagine Facebook nazionali (https://www.facebook.com/Movimento5StelleItalia) seguita da oltre 5 milioni di utenti, festeggia la vittoria di Pomezia con una bella foto del Vesuvio visto da Castellammare di Stabia e scrivendo testualmente: «In una delle città più belle d’Italia e più importanti d’Abruzzo, il Movimento 5 Stelle stravince le elezioni». Peccato che Pomezia sia nel Lazio, a pochi chilometri da Roma…

(Tratto da Unità.it)

Però un giretto per il paese l’avrebbero dovuto fare!

Annunci

16 Risposte

  1. Amica mia, ci vuole un po’ di pazienza, alle prossime elezioni, n quando il M5S avrà il 100% dei voti e governerà il Paese aboliranno le province e le regioni, è solo che il loro pensiero è così precursore dei tempi che sono già nel futuro radioso dove uno conta uno e conta anche gli scontrini fiscali.

    1. Quelli del 100% si difendono tutti dicendo che non si possono paragonare le mele con le pere, vale a dire le amministrative con le elezioni nazionali. Sono d’accordo, i paragoni vanno fatti correttamente. Ma mi risulta che le precedenti elezioni regionali siciliane, per esempio, fossero elezioni amministrative, ebbene in quelle elezioni il grillo vinse tanto da diventare il primo partito dell’isola. Perché ora non lo è più? Se è stato facile vincere le regionali, ancor più facile doveva essere vincere le comunali, se davvero fossero quel vento di novità che dicono di essere. Anziché difendersi con delle scuse inutili e degli improperi, facessero un po un esame al loro interno.
      Forse capirebbero.
      Ciao carissimo, un abbraccio.

  2. L’unità continua a prendere cantonate. La pagina non è del movimento, è un FAKE e non è seguita da milioni di persone (si provi a cercarla). Ma anche se fossero dei simpatizzanti non hanno nulla a che vedere con i nuovi sindaci 5S. Il Movimento, per quanto mi riguarda, ha sbagliato a non trovare un punto di incontro con il PD, ma mi resta il dubbio che era il PD a non volerlo (voleva solo i voti).

    1. Me l’ero immaginato, ma mi è piaciuta la cosa comunque. In fatto di ignoranza alcuni grillini, non sono secondi a nessuno. E dopo che una grillina dice che il fascismo “prima” aveva fatto cosa buone ed un’altra che evoca l’olio di ricino, senza sapere minimamente cosa fosse il fascismo e tanto meno cosa significasse quell’olio di ricino, beh! una presa in giro ci sta.
      Che Pomezia sia in Abruzzo a me sta anche bene. Se anziché essere un FAKE, fosse stato vero, non cambierebbe molto.
      E per l’Unità penso sia un errore da matita rossa e non da matita blu.
      In quanto al fatto che il Pd cercava i voti, non è vero, cercava un appoggio, questo sì, e lo straming di Bersani lo dimostra. Ma sono sicura che l’aver negato quell’appoggio ad un governo di cambiamento non abbia giovato ai grillini e lo si è visto e confermato anche in questo tour elettorale. Se fossero stati più credibili avrebbero vinto anche le aministrative e su questo grillo ci contava molto. Non avrebbe girato per tutte le piazze come ha fatto, se non fosse stato convinto di vincere a man bassa.
      Ciao.

  3. Ha ragione Luigi, e’ una bufala, addirittura i 5milioni di seguaci e’ un tranello per i meno attenti, se si guarda bene si capisce che sono poco piu’ di cinquemila.

    Io una volta compravo tutti i giorni l’Unita’, poi e’ arrivata la De Gregorio e poi Sardo, due scandali.

    L’ultimo VERO direttore e’ stato Padellaro.

    Dal mio edicolante la trovi vicino a Libero, e non riesco a dargli torto.

    Sono riusciti a distruggere un giornale che forgiava generazioni intere di veri giornalisti, e che oggi pubblica i fake di una pagina facebook senza neppure fare un semplice controllo, dei dilettanti.

    Ciao
    Zac

    1. Come ho detto a Luigi considero questo uno scherzo e quantomeno un errore da matita rossa, di quelli che comportavano, ai miei tempi, al massimo il sei meno. Non una bocciatura.
      Questa volta purtoppo non condivido la tua stima in Padellaro. Lo lascio volentieri al Fatto Quotidiano, a Travaglio e a Santoro. Anzi siccome lo stimavo quando era all’Unità ora mi sento tradita.Quindi è anche un po’ peggio di una disistima.
      Ma FAKE a parte, vedo e constato che il tanto vituperato e odiato Pd, con la sua squadra di amministratori locali vince.
      Ho brindato con un bel bicchiere di vino “rosso”, buonissimo, alla faccia del Pdl, e anche di Grillo.
      Ciao carissimo, un abbraccio.

      1. Carissima, io non ho detto che mi piace Padellaro oggi, ho scritto che e’ stato l’ultimo vero direttore dell’Unita’.
        Indipercui diciamo la medesima cosa.

        Ciao
        zac

        1. Sì ho capito male io, ed ho risposto in fretta senza ponderare bene il tuo commento. Oggi Padellaro ha subito una mutazione inspiegabile, forse gli ha fatto male la compagnia che frequenta.
          Ciao, un abbraccio.

  4. Comunque Fake o non Fake hanno preso una batosta,che dimostra che la supponenza non paga.
    Ciao spera un abbraccio Lidia.

    1. Quello che conta, carissima, è la vittoria. Tanti la sminuiscono in tutti i modi, e…. l’assenteismo e… si tratta di amministrative, eccetera, ma nessuno può negare che i sindaci di sinistra hanno vinto quasi dappertutto, persino nella famosa isola del 61 a zero.
      C’è da gioire adesso, nonostante le Cassandre, tante, che sono in giro.
      Una delle Cassandre più funeste è quella del Corriere della Sera che fino a ieri scriveva: “Il Pdl ormai è sopra il Pd in ogni rilevazione. Il Pd ogni settimana perde uno 0.7%”. Già però, almeno per ora, vince dappertutto e mette dei buoni sindaci ad amministrare le nostre città ed i nostri comuni.

      Un forte abbraccio. Ciao.

  5. Pomezia è uscita dal buio. Al ballottaggio un risultato netto ha assegnato al nostro candidato sindaco Fabio Fucci la guida della Città. La proclamazione del sindaco è avvenuta l’11 giugno e già il 13 Giugno è stata nominata la Giunta Comunale. Gli assessori sono Elisabetta Serra (vicesindaco), Emanuela Avesani, Giovanni Mattias, Veronica Filippone e Lorenzo Sbizzera. Mantenendo fede agli impegni assunti in campagna elettorale, il sindaco e la Giunta hanno già deliberato il loro primo atto di contenimento della spesa. Le indennità di posizione dei dirigenti comunali sono state riportate nei limiti stabiliti del CCNL con il recupero di oltre 200.000 euro per il 2013 e oltre 500.000 euro a partire dal 2014. Buon lavoro a tutti noi.” M5S Pomezia

  6. Sono oltre 68 mila gli euro che i nove portavoce del Movimento Cinque Stelle eletti regione Lombardia hanno decurtato dalla loro busta paga di maggio e che attendono sui conti correnti aperti presso Banca Etica di rientrare nelle disponibilità della regione Lombardia.

    La somma si va ad aggiungere a quella di 100 mila euro accantonata a marzo e aprile, per un totale di 168 mila euro. Il risparmio dei consiglieri regionali di Movimento 5 Stelle sarà assegnato alle piccole e medie imprese.

    “Il 18 giugno si discuterà la proposta di taglio dei costi della politica proposta dalla casta Pd, Pdl, Lista Ambrosoli e Lega. In realtà la vera proposta di legge taglio dei costi era quella presentata da M5S Lombardia e non è stata nemmeno presa in considerazione dagli altri partiti che finiranno per ridursi lo stipendio ad un netto di circa 8 mila euro. Una cifra eccessiva”, spiega Silvana Carcano, capogruppo M5S Lombardia.

    “Noi lo abbiamo già ridotto da inizio legislatura mantenendo le promesse elettorali”, continua Carcano.

    “Il 18 giugno si discuterà quella brutta legge. Faremo il possibile perché, con un ordine del giorno, almeno un tesoretto di oltre 4 milioni di euro di avanzi della scorsa legislatura che i gruppi vorrebbero spartirsi, torni nelle casse pubbliche. Anche sui vitalizi, che non sono altro che privilegi che la casta si assegna a vita, daremo battaglia. Vorremmo che la maggioranza che governa il Paese a la Lombardia capissero che la politica non è un mestiere per arricchirsi ma un servizio oneroso”, conclude la portavoce.

  7. Una bambina americana sul finire degli anni 50, andava male in matematica, gli chiesero di farsi aiutare da qualcuno, lei rispose che già c’era qualcuno che l’aiutava a fare i compiti di matematica, un vecchio signore che incontrava tutti i giorni nel parco durante la passeggiata con la mamma. Gli chiesero chi fosse questo signore, e alla fine scoprirono che si trattava di Albert Einstein… … …?!

    1. Ecco, una bellissima storia. Credo che le persone dotate di grande cultura e di grande sapere siano anche molto “umili”.
      Chi è ignorante e non sa, spesso detta legge agli altri.
      Forse è per questo che il mondo è così ingiusto.
      Ciao.
      P.S. Grazie del bel pensiero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: