25 APRILE LUOGHI E TESTIMONIANZE

25 APRILE

LUOGHI E TESTIMONIANZE

Il Parco Storico del Monte Sole è circoscritto fra le valli del Reno e del Setta e occupa una superficie di circa 6.300 ettari nei Comuni di Grizzana Morandi, Marzabotto e Monzuno sui rilievi appenninici bolognesi. Il Parco occupa quasi interamente l’area coinvolta nell’eccidio di Monte Sole del 1944, quando la violenza nazifascista portò in queste terre la morte per centinaia di inermi civili, anziani, donne e bambini. E’ stato istituito proprio per mantenere viva la memoria di questa storia drammatica, delle vicende della Brigata Partigiana Stella Rossa, delle distruzioni apportate dalla guerra, e l’obiettivo principale, oltre alla tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale, è la diffusione di una cultura di pace rivolta soprattutto alle giovani generazioni.

7186104139_8aba899237_z

Monumento Monte Sole

7379444916_9b61dd1fba_z

 Chiesa di Casaglia su Monte Sole

7386000388_f33d044303_z

Vetta di Monte Sole, il monumento alla Brigata partigiana  “Stella Rossa”

7374222742_86d871f8a2_z

Il partigiano Bruno Monti della 63a Brigata Garibaldi “Bolero”

(Bruno Monti racconta ad una scolaresca di Monte San Pietro Calderino (Bologna) la sua storia di partigiano. Militò nel battaglione Marzocchi della 63a brigata Bolero Garibaldi. Venne incarcerato a Bologna dal 3 marzo al 13 aprile 1945. Riconosciuto partigiano dal 12 giugno 1944 alla Liberazione)

[http://costituzione20.blogspot.it/2012/11/lincontro-con-bruno-monti.html]

Annunci

29 Risposte

  1. . Non capimmo più niente e di volata
    Tutti corremmo su a quella stradina
    Là c’era il Brutto tutto sfigurato
    Dai pugni e i calci di quegli assassini

    Era scalzo, né giacca né camicia
    Nudo fino alla vita e tra le mani
    Teneva un’asse di legno e con la scritta
    “Questa è la fine di tutti i partigiani” …

    (Cit. Guccini – Su in collina)

  2. Buon 25 aprile @sole Sempre
    neI nostri cuori ♡♥♡ 😉

    1. Anche a te carissima.
      Ciao.

  3. Non sono riuscito a trasferire l’immagine della lapide in onore ai partigiani e a tutti quelli che hanno combattuto per rendere questo paese libero dal fascismo, allora ho trascritto queste magnifiche parole
    25 Aprile 1945
    Ricorda, o cittadino, questa data
    spiegala ai tuoi figli
    e ai figli dei tuoi figli
    racconta loro
    come un popolo in rivolta
    si liberasse un giorno
    dall’oppressore
    e narra loro
    le mille e le milla gesta di quei prodi
    che sui monti, nei borghi e in ogni luogo
    sbarrarono il passo all’invasore
    nè ti scordar dei morti
    nè ti scordar di raccontare
    cosè il fascismo
    e il nazismo
    e la guerra ricorda
    le rovine e le stragi, la fame e la miseria
    lo scroscio delle bombe e il pianto delle madri
    ricordati di Buchenwald
    delle camere a gas, e dei forni crematori
    e tutto questo
    spiega ai tuoi figli
    e ai figli dei tuoi figli
    non perchè l’odio e la vendetta duri
    ma perchè sappian quale immenso bene
    sia la Libertà
    e imparino ad amarla
    e la conservino intatta
    e la difendino sempre

    VIVA IL 25 APRILE SEMPRE

    1. E’ un bel regalo Gile. Grazie
      Buon 25 aprile
      Ciao.

  4. UN PENSIERO A TUTTE LE VITTIME DI QUEL MALEDETTO PERIODO.
    CIAO SPERA BUON 25 APRILE UN ABBRACCIO LIDIA.

    1. DAVVERO MALEDETTO QUEL PERIODO E TANTO LUNGO PER ALTRO. DAL SETTEMBRE 1943 ALL’APRILE 1945. QUANTO MORTI E QUANTE SOFFERENZE.
      CIAO CARISSIMA, UN ABBRACCIO.

  5. Ciao Spera.

    “Oggi la nuova Resistenza in che cosa consiste. Ecco l’appello ai giovani: di difendere queste posizioni che noi abbiamo conquistato; di difendere la Repubblica e la democrazia. E cioè, oggi ci vuole due qualità a mio avviso cari amici: l’onestà e il coraggio. L’onestà… l’onestà… l’onestà. […] E quindi l’appello che io faccio ai giovani è questo: di cercare di essere onesti, prima di tutto: la politica deve essere fatta con le mani pulite. Se c’è qualche scandalo. Se c’è qualcuno che da’ scandalo; se c’è qualche uomo politico che approfitta della politica per fare i suoi sporchi interessi, deve essere denunciato!” Sandro Pertini

    1. Sì l’onestà, e ti posso garantire che i miei parenti a cominciare da mio nonno e mio padre, quell’onestà di cui parla Pertini è stata mantenuta e coltivata in famiglia.
      Anche le mani pulite.
      Ciao

  6. E a proposito di Letta…..

    :“Sembrerà assurdo, ma se non si era ancora capito, io sono un grande fan di Berlusconi …. [che] ha fatto la storia d’Italia degli ultimi 10 anni … vorrei fargli un appello inedito. Vorrei, a prescindere dall’esito delle prossime elezioni, dicesse subito che lui si impegna a rimanere nella vita politica italiana e a mantenere la sua leadership del Polo. Perché il mio grande timore è che un Berlusconi che pareggi o perda faccia un biglietto per Tahiti. Se Berlusconi facesse questo gesto sarebbe la tomba del bipolarismo italiano”.
    (Enrico Letta-Luglio 2012)
    gli Italiani che hanno votato PD sono serviti.

    1. Letta merita stima, anche da parte mia, è un democristiano che porta avanti idee di pace e di rispetto. Per questo merita stima, anche se quello che lui pensa di Berlusconi non è condiviso da me.
      Facciamo parte di un partito che si chiama democratico.
      Ciao.

  7. Dal blog di Civati.

    La famosa linea del Pd

    Leggete qui. Poi il dissidente sarei io.

    «Pensare che dopo 20 anni di guerra civile in Italia, nasca un governo Bersani-Berlusconi non ha senso. Il governissimo come è stato fatto in Germania qui non è attuabile» (Enrico Letta, 8 aprile 2013).

    «I contrasti aspri tra le forze politiche rendono non idoneo un governissimo con forze politiche tradizionali» (Enrico Letta, 29 marzo 2013).

    «Non sono praticabili né credibili in nessuna forma accordi di governo fra noi e la destra berlusconiana» (Pier Luigi Bersani, 6 marzo 2013)

    «Il governissimo non è la risposta ai problemi» (Pier Luigi Bersani, 13 aprile 2013).

    «Il governissimo predisporrebbe il calendario di giorni peggiori» (Pierluigi Bersani, 8 aprile 2013).

    «Se si pensa di ovviare con maggioranze dove io dovrei stare con Berlusconi, si sbagliano. Nel caso io, e penso anche il Pd, ci riposiamo» ( Pierluigi Bersani, 2 ottobre 2012).

    «In Italia non è possibile che, neppure in una situazione d’emergenza, le maggiori forze politiche del centrosinistra e del centrodestra formino un governo insieme» (Massimo D’Alema, 8 marzo 2013).

    «Il Pd è unito su una proposta chiara. Noi diciamo no a ipotesi di governissimi con la destra» (Anna Finocchiaro, 5 marzo 2013).

    «Fare cose non comprensibili dagli elettori non sono utili né per l’Italia né per gli italiani. Non mi pare questa la strada». (Beppe Fioroni, 25 marzo 2013).

    «Non si può riproporre qui una grande coalizione come in Germania. Non ci sono le condizioni per avere in uno stesso governo Bersani, Letta, Berlusconi e Alfano» (Dario Franceschini, 23 aprile 2013).

    «Sono contrario a un governo Pd-Pdl» (Andrea Orlando, 22 aprile 2013).

    «Abbiamo sempre escluso le larghe intese e le ipotesi di governissimo» (Rosy Bindi, 21 aprile 2013).

    «Serve un governo del cambiamento che possa dare risposta ai grandi problemi dell’Italia. Nessun governissimo Pd-Pdl» (Roberto Speranza, 8 aprile 2013).

    «Non dobbiamo avere paura di confrontarci con gli altri, ma non significa fare un governo con ministri del Pd e del Pdl. La prospettiva non è una formula politicista come il governissimo, è quel governo di cambiamento di cui l’Italia ha bisogno» (Roberto Speranza, 7 aprile 2013).

    «L’alternativa non può essere o voto anticipato o alleanza stretta tra Pd e Pdl» (Roberto Speranza, 7 aprile 2013).

    «Lo dico con anticipo, io un’alleanza con Berlusconi non la voto» (Emanuele Fiano, 28 febbraio 2013).

    «I nostri elettori non capirebbero un accordo con Berlusconi» (Ivan Scalfarotto, 28 febbraio).

    «Non c’è nessun inciucio: se questa elezione fosse il preludio per un governissimo io non ci sto e non ci starebbe neanche il Pd» (Cesare Damiano, 18 aprile 2013).

    «Serve un governo di cambiamento vero ed è impensabile farlo con chi in questi anni ha sempre dimostrato di avere idee opposte alle nostre» (Fausto Raciti, 14 aprile 2013).

    «Un governo Pd-Pdl è inimmaginabile» (Matteo Orfini, 27 marzo 2013).

    Auguri Spera!

    1. So di essere in buona compagnia, con gente che ragiona con la propria testa, con gente che non si lascia guidare da un megafono perché fa più rumore, con gente che vive ed ama la libertà di pensiero oltre che di parola.
      Ciao.

  8. @ mariorox, mi permetto di far notare che nel PD tutte le contraddizioni affiorano perché le posizioni sono molte e diversificate; si discute anche aspramente e si parla con i mass media senza mediazioni, in altri partiti questo non si verifica, perché ha titolo di parlare solo il padrone; mi sembra che in un movimento ben rappresentato in Parlamento sono tutti blindati, anche perché se qualcuno ha aperto timidamente bocca è stato solo per dire che non sta scritto da nessuna parte che il Presidente della Repubblica deve avere 50 anni, oppure che il fascismo non è stato un male, o ancora del grave problema di come giustificare il rimborso per 250 euro causa mancanza di scontrini.
    Allora io preferisco un partito pieno di contraddizioni ma dove almeno si può parlare e discutere e mediare per trovare delle soluzioni a un ” non partito” o movimento col simbolo brevettato dal padrone, l’unico leggitimato a parlare o altrimenti: FUORI!
    Invece se stanno buoni e zitti, ( salvo poter recitare slogan però approvati) il conto corrente non ne risente e se l’Italia va a rotoli in mancanza di governo o con un governo che sarà esso stesso una contraddizione, ma senza i numeri che altro resta almeno per le situazioni più urgenti e pesanti, visto che una parte politica preferisce restare congelata in frigorifero?
    Scusa Spera per questa intromissione, ma il 25 aprile mi ha rivitallizato e rafforzato sapendo di essere dalla parte giusta anche se attualmente piena di contraddizioni.

    1. Ti risponde Civati…..si quel Civati del PD!

      “Mi fanno ridere quelli che nel Pd la settimana scorsa dicevano ‘mai al governissimo’ e ora lo votano. Questo è nello stesso tempo un governo Letta e un governo Berlusconi. Ma il principale azionista è il Cavaliere“. Sono le parole di Pippo Civati, deputato Pd, intervenuto telefonicamente a “Un giorno da pecora”, su Radio Due. “Si tratta più o meno di tutti i dirigenti del Pd” – continua il politico, che esprime la sua opinione sul toto-ministri – “Brunetta al Lavoro sarebbe traumatico, Violante alla giustizia è scivoloso. Loro, D’Alema, Gelmini e Alfano sono la logica conseguenza della scelta di questo governo”. Riguardo alla notizia che potrebbe essere espulso a breve dal partito, Civati afferma che i dissidenti sono cinquanta, anche se quelli che si manifestano sono la metà. E ammette: “Dai toni che si usano mi sento già fuori dal Pd. Cosa faccio se mi cacciano? Non entro in nessun Gruppo Misto, al massimo resto a casa. Forse” – continua – “lascerei la carica di deputato. Farò una valutazione con chi mi ha eletto”. E aggiunge: “Se il Pd vota un governo con esponenti politici ‘ingombranti’, rischia di morire. In questo momento voto contro, poi vedremo”

      1. Voglio bene anche a Civati, sono orgogliosa che sia del partito dempocratico e non ho nessun motivo di dire che non possa parlare o esprimere il suo pensiero.
        Dico solo che per fortuna che c’è il Pd, quel bellissimo Pd con le sue contraddizioni e le sue idee. E’ come un figlio al quale si vuole bene sempre e comunque.
        Ciao.

    2. Sileno carissimo, condivido parola per parola quello che hai detto. La bellezza di stare in una casa dove ognuno può dire la sua senza che si venga sbattuti fuori, è indescrivibile.
      Insuperabile la possibilità di parlare in libertà e con libertà, insuperabile la bellezza di non avere padroni che fanno le paternali, insuperabile la bellezza di non avere un grande fratello che toglie il fiato e che spia anche quando si va al gabinetto.
      Grazie Sileno ti voglio bene, come amico e compagno di partito.
      Ciao. Un abbraccio.

      1. Si si il partito democratico…..dove tutti possono dire la propria opinione….e dove nessuno viene espulso…

        Le più famose erano quelle staliniste, oggi per fortuna non ci sono più i gulag e si usano metodi meno violenti. Ma la purga è sempre un modo semplice per eliminare i non allineati del Pd. Di seguito una lista (certamente incompleta) degli innumerevoli espulsi, solo recentemente, dal Pd:

        1) Espulsa dal Pd l’ex sindaco di Avigliana, con lei vicesindaco e assessore (contrari alla TAV).

        2) Acqui Terme. Ferraris e Giglio espulsi dal Pd.

        3) Il Gruppo del Partito Democratico del IV Municipio di Roma ha deciso di espellere il consigliere Giorgio Limardi, a seguito di un ripetuto comportamento difforme alle linee del partito.

        4) Mario Russo, Valerio Addentato e Roberto Merlini sono stati espulsi dal segretario del PD provinciale di Roma Carlo Lucherini.

        5) Agropoli. Carmine Parisi: “Cacciato dal Pd perché ho denunciato la speculazione edilizia”.

        6) Troina. Espulsi dal PD due consiglieri comunali, per avere votato in contrasto con le indicazioni del partito.

        7) Castiglione del Lago. Rosanna Ghettini, Caterina Bizzarri, Giancarlo Parbuono e Ivano Lisi espulsi dal PD.

        8) Terremoto PD Alessano: espulsi Cosimo Del Casale e Donato Melcarne.

        9) Piacenza, bufera nel Pd: espulsi i sostenitori di Renzi dall’esecutivo. Sostituiti i dirigenti con una telefonata.

        10) Rapallo, sono stati espulsi dal PD: Maria Cristina GERBI, Giorgio BRACALI, Alessio CUNEO, Emanuele GESINO, Maurizio Ivan MASPERO, Maria MORRESI, Giulio RIVARA.

        11) La segreteria cittadina di Orta Nova ha attivato le procedure per il deferimento del consigliere comunale Antonio Bellino alla Commissione di garanzia, alla quale sarà proposta l’espulsione dal PD per violazione dello statuto e del codice etico.

        12) San Mauro Torinese, Rudy Lazzarini espulso dal PD insieme a un nutrito gruppo di colleghi.

        13) CASERTA. Rino Zullo è stato espulso dal PD.

        14) Carmelo Mazzola e Domenico Prisinzano sono stati espulsi dal PD di Castelbuono.

        15) Afragola: Valentino espulso dal PD.

        16) Sei iscritti al PD allontanati dal partito per non aver appoggiato Marini candidato sindaco a Frosinone.

        17) Paolo Dean ex sindaco di Fiumicello e a Rosanna Fasolo, ex assessore della giunta Dean, espulsi dal PD.

        18) Terlizzi. Segreteria Pd: «Espulsi dal partito Ceci, Grassi e Adamo».

        19) Avezzano. Il Partito democratico ha avviato la procedura per espellere Nicola Pisegna Orlando dal partito.

        20) Anghiari. Danilo Bianchi espulso dal PD.

        21) Campobello di Licata, il consigliere comunale Mimmo Tascarella espulso dal PD.

        22) Gavorrano. Serena Remi, ex segretaria Pd ha presentato ricorso al Comitato Provinciale dei Garanti contro il provvedimento di allontanamento dal partito: «Registra pecche di forma ed è infondato».

        23) Siena. Sospensione dal partito per Giovanni Bazzini, Anna Gioia, Luca Guideri, Giancarlo Meacci, Lucio Pace, Alessandro Piccini e Gian Luca Ranieri.

        24) Belluno. Il Pd “scomunica” Massaro e gli vieta di iscriversi.

        25) Mondragone. Sfiducia Cennami, espulsi dal Pd i tre consiglieri.

        26) Il Pd passa ai fatti espulsioni ad Alessano.

        27) San Giuliano Terme, il Pd espelle dal partito due consiglieri comunali.

        28) Teramo. Le critiche scatenano l’epurazione. Espulso presidente comunale Pd.

        29) Eboli. Salvatore Marisei, Carmine Campagna, Antonio Petrone, Armando Cicalese, espulsi dal PD.

        L’espulsione continua…

        1. Davvero? Stupefatta da tanta conoscenza!

  9. Chiedo scusa a Speradisole per rubare il suo spazio, non intendo proseguire con polemiche ma non riesco a capire cosa mi risponde Civati secondo @mariorox, Pippo Civati è uno dei 331 parlamentari del PD, Civati, farà le sue valutazioni, parlerà con la stampa e probabilmente altri parlamentari PD faranno le loro valutazioni, così come le farà l’elettorato in questi momenti cos’ difficili; non mi sembra di aver letto nemmeno mezza parola riguardo i 163 parlamentari eletti col M5S, cosa pensano, quali sono le loro proposte, quelle sicuramente realizzabili in questa situazione non solo quelle del matra dei 20 punti della campagna elettorale che avranno un minimo di successo solo quelle comuni ad altri partiti che eventualmente le realizzeranno per conto loro, perché dal congelatore del M5S non uscirà niente e si è ampiamente capito, mi spiace, perché è passato un treno che poteva rinnovare l’Italia con un minimo di collaborazione e buona volontà, ma dal congelatore sono usciti solo slogan e tentativi di ricatto il risultato è stato quello di riesumare e potenziare quelli che credevano che ruby era la nipote di mubarak.
    Caro Marirox con questo chiudo, perchè difficilmente ci capiremo, viviamo in mondi diversi, noi con tanti dubbi ed incertezze alla ricerca di un futuro per questo Paese, voi con le verità e le certezze conosciute solo dal padrone del marchio e dal suo guru e rivelate sul computer fra la pubblicità.

    1. Sileno carissimo, Io credo che il nostro interlocutore non abbia la minima idea di che cosa sia un partito libero e democratico. Non credo proprio, perché con ogni probabilità non ha mai partecipato ad alcuna riunione, ad alcuna disussione dentro questo partito.
      Non è una setta, come quella di grillo, dove se uno sgarra un po’ interviene il KKK che lo fa fuori, per cui tutti sono bravi, coesi e con la testa bassa come povere pecore (mi fanno un po’ compassione, poveretti).
      Non è neppure il partito del padrone che comanda, dove uno solo detta legge e tutti stanno zitti come caproni (questi mi fanno meno compasione).
      E quindi è difficile accettare che ci sia un partito dove si parla, si discute, si hanno idee non concomitanti, e dove si vive una vita “di parte”, cercando proprio insieme cosa sia meglio per la nostra società.
      Qui nessuno si crede padrone degli altri e nessuno accetta imposizione da altri, qui si cerca una soluzione a quelli che sono i problemi contingenti della vita di tutti. E se le soluzioni possono portare a discussioni, ben venga il contributo di tutti.
      Ciao carissimo, un abbraccio.

  10. BRAVO SILENO,HA APPROFITTATO DEL POST DEL 25 APRILE PER DENIGRARE IL PD.FORSE CI VUOLE CONVINCERE AD ENTRARE NEL CONGELATORE,MA A NOI IL FREDDO NON PIACE VERO?SAI COSA HA SCRITTO MARIA NOVELLA OPPO,(I FUNERALI DEI MORTI E GRILLO IL GRANDE BECCHINO DELLA REPUBBLICA).NON SA CHE E’ PROPRIO COLPA SUA SE BERLUSCONI SI E’ RIALZATO E SE CI TROVIAMO IN QUESTE SITUAZIONE,QUESTI SONO I SALVATORI DELLA PATRIA.IL LORO SISTEMA PERVERSO,L’EPURAZIONE DEI LORO PARLAMENTARE,STILE FASCISTOIDE.
    CIAO CIAO.
    SCUSA SPERA UN ABBRACCIO LIDIA.

    1. Si…si bravi cantatevela e suonatevela da soli…siete finiti! Strano che non ve ne siete ancora accorti!

    2. CARISSIMA LIDIA, MA CI VEDRESTI NOI NEL CONGELATORE DI GRILLO?
      A PARTE CHE IL SUO CONGELATORE DEVE PUZZARE TREMENDAMENTE DI MORTO, VISTO CHE DA QUANDO HA COMINCIATO A PRENDERE IN MANO IL MEGAFONO, HA SOLO PARLATO DI MORTI.
      SI VEDE CHE GLI PIACE LA MORTE, OPPURE CHE NE HA UNA GRAN PAURA E ALLORA NE PARLA PER FARE UN ESORCISMO E SCACCIARLA DA SE.
      MA SI STANCHERA’ ASSAI PRIMA DI NOI.
      CIAO CARISSIMA, UN ABBRACCIO.

  11. SI… SI SIAMO BRAVI A CANTARE E A SUANARE,MA NOI NON ABBANDONIAMO LA NAVE.
    IN QUANTO AD ESSERE FINITI ASPETTEREI A BRINDARE,VOI FINIRETE PRIMA DI AVER COMINCIATO,DAL MOMENTO CHE I VOSTRI PARLAMENTARI PRENDONO LO STIPENDIO,SENZA FAR NIENTE COME DEI PARASSITI.

    1. SIAMO MOLTO PIù FELICI E PARLIAMO DI FUTURO, DI LAVORO PER TUTTI, ED ANCHE DI FELICITA’ COME UN DIRITTO PER TUTTI.
      E CE LA CANTIAMO CON GRANDE GIOIA.
      CIAO CARISSIMA, UN ABBRACCIO

  12. Improvvisamente chi ha votato PD e PDL si è accorto di aver votato lo stesso partito!

    1. Improvvisamente chi ha votato M5S si e’ accorto di avere fatto una stupidaggine

      1. Fortissimo Adriano!
        Un grande abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: