PROSSIMAMENTE AL COLLE

PROSSIMAMENTE AL COLLE

PalazzoQuirinale-GNon dovranno passare molti giorni e poi si dovrà procedere alla elezione del nuovo Presidente della Repubblica.

C’è chi ha già messo le mani avanti e si può immaginare chi è:  Berlusconi che ha dichiarato, senza mezzi termini, nonostante l’uveite che lo affligge, che il nuovo Presidente della Repubblica non dovrà essere di sinistra.

Credo che si aspetti che venga eletto uno dei suoi (anche se, dentro di se, gli piacerebbe tantissimo essere lui).

Tutto è possibile, ormai, in questo paese. Mi auguro solo che Cicchitto o Gasparri o Capezzone o Scilipoti  non siano della partita.

Tuttavia c’è un però, in questa votazione,  la coalizione di centrosinistra  ha 503 voti a disposizione. Per eleggere il Presidente della Repubblica, ne occorrono 506.

Capisco che mancano solo tre voti per avere  la maggioranza e, di questi tempi sono tanti, forse, ma pensare che tutti quelli di sinistra votino uno di destra, mi sembra una pia illusione.

(Fonte dei dati: Peter Gomez a la7)

Annunci

14 Risposte

  1. A me personalmente piacerebbe avere un Presidente della Repubblica che non fosse ricattabile!

    1. Condivido, spero che trovino la persona giusta, fuori da ogni polemica. Per non vivere in eterno conflitto.
      Ciao Un abbraccio

  2. Sarebbe da tanto tempo l’ ora dell’ “Altra metà del Cielo” alla Presidenza della Repubblica : una faccia nuova e pulita.
    Rinnoviamo lasciando a riposo i troppi politici di lungo corso che ambirebbero salire al Colle, disposti a sacrificarsi per il bene dell’Italia direbbero loro, per coronare la loro ambizione politica troppo spesso fallimentare, penso io.
    Ciao Spera

    1. Sì, sarebbe ora. Per quanto mi riguarda la bravissima e per me bellissima Tina Anselmi non c’è più e vorrei tanto una come lei.
      Ciao Sileno, un abbraccio.

  3. x Speradisole.

    Dal fatto quotidiano

    ”Voi giovani siete il futuro dell’Italia. Voi potete prendere in mano il vostro Paese e agire, come il Movimento 5 Stelle, per le riforme e il cambiamento”. Lo ha detto stamattina l’ambasciatore Usa a Roma David Thorne parlando agli studenti del Liceo Visconti di Roma

    1. Bellissimo “endorsement”! Siamo in piena diplomazia!!!!
      Ciao.

  4. MI AUGURO CHE FACCIANO UNA SCELTA SENSATA,DI UN PRESIDENTE DI TUTTI GLI ITALIANI, MA SOPRATTUTTO SENZA SCHELETRI NELL’ARMADIO,COME QUALCUNO CHE CONOSCIAMO DA VENT’ANNI.
    CIAO SPERA UN GRANDE ABBRACCIO LIDIA.

    1. SONO SICURA CHE RIUSCIRANNO A SCEGLIERE LA PERSONA GIUSTA.
      E’ OPPORTUNO CHE ANCHE NOI SI RAGIONI CON UN PO’ DI OTTIMISMO E CHE PENSIAMO DI AVERE DELLE RISORSE IMPORTANTI TRA I NOSTRI CITTADINI, IN MODO DA ESSERE RAPPRESENTATI DEGNAMENTE IN QUESTO MONDO, SPESSO CARICO DI MESCHINITA’ E FAZIOSITA’.
      CIAO LIDIA, UN GRANDE ABBRACCIO.

  5. Più che ragionare sui voti e pensare di portare uno dei propri (come anche il Pd è interessato a fare) perché non si ragiona finalmente in ottica di Paese e si candida qualcuno di interessante? Io al momento di persone credibili ed interessanti onestamente non ne vedo….Prodi non mi è piaciuto a Palazzo Chigi e tanto meno mi piacerebbe al Quirinale, mi piacerebbe fosse Emma Bonino sinceramente ma non so se ha il carisma. Mi è piaciuto ed ho apprezzato il settennato di Napolitano che ha saputo fronteggiare i mille problemi occorsigli. Col futuro che si prospetta ci vuole una persona carismatica, determinata e in grado di sopportare il peso del ruolo. Prodi, ad esempio, non ha saputo mettere d’accordo una coalizione neanche troppo grande, figuriamoci in periodo di crisi, senza governo e con magistrati discutibili! Però a livello di nomi sinceramente non vedo molte persone!
    Un saluto

    1. Non credo che Prodi sia il candidato del Pd, anche se merita rispetto.
      Ci sono persone degne, anche al di fuori dei cerchi politici che siamo abituati a conoscere e che, spesso nelle ristrettezze della informazione, non vengono presentate. Costa fatica andarle a cercare, ma ci sono.
      Emma Bonino è stata una brava commissaria europea al tempo del governo Prodi ed ha mostrato di avere molta diplomazia, ma forse questo non è sufficiente per il ruolo che deve ricoprire.
      Quando Napolitano è diventato Presidente della Repubblica, la stampa si scagliò, a suo tempo, contro il comunista che aveva persino appoggiato l’Unione sovietica quando aveva soppresso e soffocato (1956) i moti d’Ungheria, eppure si è dimostrato un personaggio equilibrato e al di sopra delle parti, nonostante un settennato difficoltoso e pieno di trabocchetti, com’è stato il suo.
      Nomi ne potrei fare, ma sono al di fuori della politica e nel campo accademico, non direbbero niente a nessuno.
      Ciao Tommaso, un abbraccio.

  6. Altro che Colle! Per adesso Berlusconi necessita solo di … collirio. Poteva approfittarne per farsi eleggere Papa, avrebbe fatto meno danni…
    Dopo lo stress da ricovero dove viene trattenuto (o autotrattenuto) per poche gocce di collirio giornaliere, forse potrà andare a rilassarsi nella nuova residenza protetta, grande e ben vigilata che gli sta preparando la magistratura: Regina Coeli.
    Ciao.

    1. Addio Colle per Berlusconi. L’addio non è cominciato con l’uveite, ma assai prima, col vizietto di andarsi a comprare la gente per farsi i propri interessi. Cominciò con Craxi, 30 anni fa, e non ha ancora finito.
      In quanto al ricovero è davvero ridicolo. Non può recarsi in tribunale, comodamente con la mega macchina blu, ma riesce a stare nella suite di 200 metri quadri (voluta dalla sanità di Formigoni) al San Raffaele, a ricevere tutti i suoi e stare a discutere con loro per cinque ore di fila. Chi ci crede che non si possa muovere? Giustissimo, se la legge è uguale per tutti, mandare la “visita di controllo”.
      Il povero e colpevole Callisto Tanzi l’hanno portato in barella e col sondino al naso, eppure l’hanno portato, ma lui, il Berlusconi, deve infiammare i suoi e fare una manifestazione contro la magistratura di Milano, rea di “suppliziare” un innocente.
      Ridiamoci sopra!!!!
      Ciao Antonio, un abbraccio.

  7. L’ONESTO PD ….IN PUGLIA ….

    Domenico Gatti sindaco di Modugno (Bari): ha patteggiato per falso ideologico.
    Alberto Tedesco senatore: Agli arresti domiciliari, è indagato per associazione per delinquere, corruzione, concussione, turbativa d’asta, abuso d’ufficio e falso.
    Michele Mazzarano ex segretario organizzativo del partito: indagato per finanziamento illecito ai partiti.
    Flavio Fasano ex sindaco di Gallipoli (Lecce) ed ex assessore provinciale ai Lavori pubblici: ha patteggiato 2 anni per falso e rinviato a giudizio per turbativa d’asta.
    Sandro Frisullo ex vicepresidente della regione: arrestato per associazione a delinquere e turbativa d’asta.
    Antonio De Caro capogruppo al consiglio regionale ed ex assessore di Bari alla Mobilità e al traffico: indagato per tentativo d’abuso d’ufficio.
    Adolfo Schiraldi ex presidente consiglio comunale di Triggiano (Bari): indagato concussione.

    1. Con questo vorresti dire che sono tutti uguali?
      Mi ostino a pensare di no.
      Di gente onesta ce n’è.
      C’è invece chi, davanti alle tentazioni non sa resistere. Ebbene questi mandiamoli via. Il problema è che prima è necessario conoscerli bene e metterli alla prova.
      Come i cocomeri, per sapere se sono buoni è necessario assaggiarli.
      Ciao. Un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: