SONO D’ACCORDO CON LA STAMPA ESTERA

SONO D’ACCORDO CON LA STAMPA ESTERA

Hanno vinto i grillusconi. L’Italia peggio della Grecia.

150429_503850796328258_1804971466_n

 

Annunci

15 Risposte

  1. Grazie a tutti quei cittadini che, con il loro voto al movimento 5 stelle, hanno detto no ai due fidanzatini-mano-nella-mano e hanno fermato lo sporco gioco di morte che si apprestavano a continuare sulla pelle di chi non si può difendere.

    1. Grazie a coloro che hanno reso questo paese ingovernabile.
      Questo paese non è mai stato un paese di sinistra e non lo sarà mai, per la grande paura che ha la gente della solidarietà, dell’uguaglianza e del collettivismo.
      Ciao un abbraccio.

      1. Concordo, sopratutto se il conto ce l’avete al monte dei paschi, la banca del PD 🙂

        1. Non solo in quella banca, ma in tutte, perchè tra poco se ne troveranno nemmeno la metà. A me sta bene visto che non ne ho, ma anche chi ha poco se li troverà come minimo dimezzati. Sulle macerie campano solo i ricchi, i poveracci soccombono. E grillo ha i suoi soldi ben sicuri nei forzieri svizzeri. Abbiamo un altro miliardario che comanda!

          1. Ma il Pd è di sinistra???

  2. Quando il Movimento farà(e lo farà) quello che da 20anni questi politici non riescono a fare, alle prossime elezioni(molto presto) questi parassiti prenderanno meno voti di giannino!!!

    1. Il Pd è di sinistra, per questo non vince. Sempre gli si rimproverano le radici del PCI, orgogliosamente portate anche da me, ma il comunismo fa paura, e in questo paese di mezzetacche paurose non vinceremo mai.
      Sono altresì fiera di non aver votato per l’instabilità.
      Come te credo che, se andiamo alle elezioni presto, il m5s prenderà oltre il 50% e allora governerà. Prima non potrà far niente senza il permesso di Berlusconi.
      Ciao, un abbraccio

  3. Grillo ha fondato un partito su consiglio di Fassina, che quando il comico voleva partecipare alle primarie del PD, ha detto: fondi un suo partito e vediamo quanto prende. Lui lo ha fatto ed ha preso.
    Io penso che dovremmo tenere in forte considerazione quello che i Grillini chiedono. In primo luogo eliminare TAV e Ponte, poi eliminare i costi superflui della politica ecc. Demonizzarli potrebbe rendere impossibile un eventuale e necessario loro appoggio al Senato.

    1. Se Grillo fosse entrato nel Pd per fare il segretario del partito, il Pd non sarebbe esistito. Si sarebbe sfaldato completamente. Fassina ha fatto bene.
      Se fossimo andati a votare alla fine del 2011 invece di fare il governo Monti, avremmo vinto alla grande e grillo non esisteva o quasi.
      Ma ora, parlando seriamente, prendere in mano un paese che è sulle macerie politiche (ingovernabile) e sulle macerie economiche, sarà una gara dura. Non vorrei che toccasse sempre alla sinistra, a Bersani in particolare, prendere in mano questa brace bollente.
      Se fosse per me andrei a rivotare subito, lascerei che Grillo prendesse il 60% e si mettesse a governare.
      Vediamo se i suoi vaffa servono a qualcosa nel paese e nel mondo: Mettiamolo alla prova dei fatti.
      Ciao Luigi, un abbraccio.

  4. Dici bene Speradisole:
    “Questo paese non è mai stato un paese di sinistra e non lo sarà mai, per la grande paura che ha la gente della solidarietà, dell’uguaglianza e del collettivismo.”
    Io aggiungo finché questo paese ama vivere nell’illegalità e nella giustizia fai da te del più furbetto e agganciato.
    Bersani non ha preso i voti di chi
    – non vuole la tracciabilità del denaro
    – non vuole pagare le tasse sulla casa ecc.
    – non vuole risanare il debito pubblico
    – non vuole rimettere in sicurezza la vita in questo paese
    I grillini mi fanno meno paura dei leghisti, anzi provo una sotterranea simpatia per loro. Comunque ho votato PD e soprattutto Bersani per la sua sincerità che non è stata premiata. Rimango del parere che il PD dovrebbe liberarsi dei D’Alema, Bindi ecc. e lasciare il passo ai più giovani. Dovrebbe nel frattempo ridurre considerevolmente il costo della politica, dimostrando con i fatti che ha capito le difficoltà della gente. Non è la mia analisi del senno di poi, ma un pensiero che mi accompagna da anni. Ciò nonostante ho votato Bersani e lo rivoterei, ma io sono una persona che non si fa abbagliare dagli sfarfallii.
    Sarà un periodo convulso quello che ci aspetta e speriamo di non andare a picco: ora i grillini hanno modo di dimostrare quello che sanno fare e che non sia quello di aspettare che gli altri facciano per poi dire sì o no da bravi maestrini.
    Mah! che fare?

    Ciao Nou

    1. Carissima Nou. Per quello che hai detto la destra vincerà sempre. I furbi, gli evasori, e quelli che sfruttano il bene pubblico (scuole, università, ospedali) pagato dagli altri sono tanti e sono contenti di gabbarci due volte.
      Per quanto riguarda i grillini, stai pur sicura che non faranno niente, ma proprio niente, perché si aspettano che i problemi li risolvano gli altri. Si limiteranno a dire di no, senza dare alcun costrutto. Quello che desiderano è che Bersani faccia una coalizione con Berlusconi, per urlare ancora più forte i vaffa demolitori.
      A questo punto il pallino è nelle mani di Bersani, e conoscendolo, non è che gli piaccia l’idea di allearsi con Berlusconi, di avere un Cicchitto al governo e tanto mano uno sputacchiante Gasparri vicino a lui. Farà come può, proporrà la riforma elettorale, il dimezzamento del numero dei parlamentari (auguriamoci senza il semipresidenzialismo come vuole berluska), e poco altro, poi si torna alle urne.
      Vincerà Grillo, con una percentuale bulgara e sarà costretto a governare. La realtà del fatti, i rapporti col mondo e con gli altri paesi europei lo metteranno in forte crisi. E noi saremo messi peggio, molto peggio della Grecia. Saremo un paese isolato e cancellato che vivacchierà di cose vecchie con un ducetto che comanda da dietro il computer.
      Questo sostanzialmente è ciò che è uscito dalle urne.
      Ciao, un abbraccio.

  5. Speradisole, il tuo pensiero lo condivido come fosse mio, temo che finirà come pensi tu e le macerie ci copriranno, noi siamo consapevoli di aver fatto il possibile per un’Italia più giusta, ma due terzi degli italiani la pensano diversamente e sono sempre pronti a seguire il pifferaio di turno anche se porta poi i topi ad affogare nel fiume mentre il pifferaio si gode i suoi miliardi nascosti nei paradisi fiscali ridendo sulle disgrazie degli italiani creduloni.

    1. E’ vero, dobbiamo constatare ancora una volta che gli italiani non hanno il cuore a sinistra. E dobbiamo constatare che hanno un cuore molto più sensibile ai soldi, agli interessi materiali, e pochissimo alle idee come la solidarietà e la giustizia sociale.
      Commuovono poco questi ideali, non fanno presa, perché vent’anni di berlusconismo hanno avvelenato il sangue del paese. Chissà quanto tempo ci vorrà perché le cose cambino. E non sarà certamente un grillo a cambiarle. La gente quando si siede su quelle sedie improvvisamente si ammala dello stesso virus.
      Ciao carissimo, un abbraccio.

  6. Grillo non sarebbe riuscito a fare il segretario del PD, ma avrebbe portato molte novità, un po’ come Renzi. Aver respinto la sua iscrizione è stato un errore, aver appoggiato Monti è stati un errore, ora sperare in nuove elezioni in vista di una nuova e più grossa vittoria di Grillo è da suicidi. Tanto peggio, tanto meglio non mi sembra il tuo stile. Anche nelle proposte dei Grillini ci sono cose buone, bisogna selezionarle e farne un programma comune o un terreno di non scontro. L’esperienza della sicilia finora è stata positiva.
    Io incomincerei con dichiarare l’ineleggibilità di Berlusconi e dei suoi legali in base all’art. 1o della legge 361/57. Una mossa del genere sancirebbe la fine di un inciucio latente da 20 anni.

    1. Dobbiamo cercare di affrontare la realtà, di non recriminare il passato e se abbiamo commesso errori, dobbiamo cercare di rimediare e di non commetterne di peggiori, trasportati dal dispiacere che ci accomuna.
      In questo momento posso solo dirti che non dobbiamo fare alleanze contro natura con il Pdl, come vorrebbe Berlusconi. Quelle sì ci porterebbero a morte certa. Se succedesse una roba del genere, anche se mascherata da senso di responsabilità come dice D’Alema, io dal partito mi dimetto e non lo voto più
      I grillini, che sono il primo partito alla Camera, se vogliono essere dei bravi e buoni cittadini come dicono di essere, debbono assumersi le loro responsabilità Sono il primo partito e non si possono buttare via milioni di voti, solo per il gusto di sfasciare tutto. In fondo questo paese è anche il loro e dei loro figli.
      Ciao carissimo, un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: