FATALITA’

FATALITA’

BMPSVieste006_368x368Ogni volta che ci sono le elezioni politiche la sinistra ha sempre tra le scatole una banca. A suo tempo, nel 2006, fu la volta della banca Unipol, dove le parole incaute di un Fassino frastornato, furono centuplicate da tutti gli altoparlanti della destra e si rischiò di perdere di brutto. Spero che, per aver divulgato il colloquio di Fassino con l’allora direttore dell’Unipol, al solo scopo di abbattere l’avversario politico, i fratelli Berlusconi siano condannati severamente. Il processo è in corso o comunque a breve.

Questa volta, 2013, c’è il Monte Paschi di Siena. Banca senese in cui la sinistra senese da sempre ha le mani.  Non so dire se ha sbagliato, o se ha utilizzato fondi per sovvenzionare il Pd, ma pare che ancora una volta la destra voglia usare questa arma per finire l’avversario. E lo farà fino all’ultima ora della campagna elettorale. Aspettiamoci anche i cartelloni di 22 metri sulle nostre strade con su scritto in caratteri enormi: “L’Imu delle pensionate usata per dare soldi ad una banca comunista”.

Beh! Con tanta carne al fuoco a favore della destra, con un Monti che ogni giorno, oltre che a trovare difetti al Pd, circuisce e corteggia il Pdl, oltre che Ingroia che non capisce niente di matematica e sa benissimo che se si presenta anche dove sa chiaramente di non raggiungere neppure il 4%, il Pd rischia davvero tanto. La piccola percentuale di consensi che ha ora, si sta progressivamente sgretolando e alla fine non oso pensare chi potrebbe vincere. Sembra che l’incubo ritorni. Il trio Berlusconi, Maroni, Storace potrebbe avere la meglio. Con buona pace di Ingroia e grillo.

Continuo a nutrire fiducia in un po’ di intelletto degli italiani, ma troppo spesso hanno dato prova di correre dietro solo a chi è ricco o a chi urla più forte. Un buffone commediante che ha governato disastrosamente gli ultimi 8 anni di questo paese, incredibilmente sta diventando di nuovo una star politica e rischia di vincere. Inoltre un Monti irriconoscibile, che tira bordate al Pd e a Vendola ed un Ingroia che imita un grillo assai più convincente, almeno come comico,  finiscono col porgere lo scettro d’oro al buffone commediante. In tutta questa baraonda nulla mi è chiaro, ho l’impressione persino che ci siano accordi sottobanco.

Non so se ne usciremo vivi, ma so che questa campagna elettorale oltre che brutta è certamente imperniata tutta su problemi che non riguardano la gente, i poveri, i precari, i disoccupati, gli operai sull’orlo del  licenziamento, il lavoro, lo stato sociale, la giustizia uguale per tutti, l’uguaglianza e la distribuzione fiscale giusta. Di tutto si parlerà fuorché di quello che veramente interessa ai cittadini.

Comunque sono orgogliosa che il Pd stia dalla parte della Cgil. Mi domando come si faccia ancora una volta a tener testa alla forte controffensiva della classe padronale alla Marchionne, se non avessimo un forte senso di appartenenza ad un sindacato che ci rappresenta e che prende le nostre difese. Già ci mangiano, figuriamoci senza sindacati, ci seppellirebbero allo stato di schiavitù del 1800.

Annunci

19 Risposte

  1. “Mala tempora currunt!”
    Auguriamoci almeno che non sia valido il resto: “sed peiora parantur!”

    1. Se le cose continuano in questo modo succede che anche stavolta la destra riesce a segare le gambe alla sinistra. E’ la chiara dimostrazione che questo paese ha paura della sinistra, di quella che dice chiaramente che chi ha di più deve pagare di più. E come scusa per vincere, per delegittimare in modo surrettizio l’avversario, si costruiscono castelli, ipotesi, sottintesi su di un fatto, sia pure abbastanza complicato, che tocca la sinistra.
      Sono i metodi che un tempo usava anche un altro che fu nominato cavaliere e che portò l’Italia alla rovina totale.
      Ciao Sileno, un abbraccio.

  2. Siamo in campagna elettorale ed è quanto meno illusorio pensare che tutti i partiti usino del fair play. La realtà è che piuttosto di “sbranare” Bersani dovrebbe dare spiegazioni su quanto accaduto e su come è possibile che nella banca tre organi di controllo non abbiano fatto il proprio dovere, senza contare che a fallire è stato il governo dell’intera città basata sugli utili della banca e poco altro, visto che anche l’Università a Siena da almeno 6 anni è la più indebitata d’Italia. E’ chiaro che non è propaganda dire che coi soldi dell’Imu paghiamo Mps ma è la triste verità e il centro-sinistra dovrebbe scendere nelle piazze a spiegare perché i soldi dei sacrifici sulla prima casa adesso debbano andare a Mps e perché (e soprattutto se è giusto) questa relazione così stretta tra politica e banche! Non è possibile aspettarsi che i politici facciano i politici e le banche facciano le banche? inoltre: perché con la riforma Amato che prevedeva che le fondazioni dovessero scendere sotto il 50% di partecipazione la Fondazione Mps ne è stata “esonerata” e anzi con l’acquisto di Antonveneta ha provveduto a fare un aumento di capitale quando la tendenza delle altre fondazioni andava nella direzione opposta? Da qui al 24 febbraio credo che il Pd ne abbia di cose da spiegare e motivare…. Anche perché se gli italiani vogliono dare il voto ad una coalizione che ha malgovernato una città e ha lasciato che accadesse quel che è accaduto con Mps in un periodo di crisi finanziaria cosa succederà se andranno al Governo e dovranno avere a che fare non con una banca ma con N banche tutti in crisi?

    1. Solo per segnalare che l’equiparazione
      Imu/prestito a MPS e’ solo per chi non capisce nulla di economia, ma proprio nulla.

      1. Continuo a pensare che prima di commentare si debba cercare di capire cosa uno ha scritto. Non ho detto e scritto che l’IMU sia stata introdotta per il salvataggio di Mps perché il problema dei 3,9 miliardi è venuto fuori adesso, mentre l’IMU sulla prima casa è stata introdotta l’anno scorso. Dicevo solo che fatalità (ed è veramente l’unica fatalità) il prestito di cui ha bisogno Mps è di 3,9 miliardi di Euro. 4 sono i miliardi derivanti dal gettito IMU quindi per la gente comune il pensiero rindondante sarà: “Ho pagato l’IMU per salvare Mps”. Non sto dicendo che sia una correlazione positiva, sto solo dicendo che nella gente comune il sentimento è questo. Cosa poi c’entri l’economia nell’equiparazione Imu/Mps qualcuno me lo dovrà spiegare, visto che pur studiando economia non capisco cosa c’entri! Dico solo un dato di fatto (la convinzione della gente) sul quale gli altri partiti possono marciare, quindi mi sa che giusto o sbagliato che sia il Pd dovrà fare i conti con questa cosa!

        1. Probabilmente hai ragione. Spesso anch’io rispondo su una prima impressione della lettura del commento, senza riflettere bene sul commento stesso.
          Di questo me ne scuso, ma sinceramente sta cosa del monte del paschi non mi è piaciuta e di conseguenza mi fa tanta rabbia vedere come viene sfruttata, dalla propaganda, terra terra, per manipolare il cervello delle persone, con discorsi ad effetto che però non c’entrano. E’ un modo furbesco e subdolo per far leva su coloro che sono più disinformati e che comunque votano.
          E’ la propaganda, mi si rinfaccia, è vero, ma a mio avviso se si vuole essere credibili, bisogna essere seri anche quando si fa propaganda in vista delle elezioni.

          Ciao Tommaso, un abbraccio

          1. In realtà la mia voleva essere una risposta a rasoiata e non a te. Ho capito le motivazioni che ti fanno accalorare però ahimè si tratta di campagna elettorale. Sarebbe tanto bello (lo ammetto) che nessuno ne approfittasse, che i politici dicessero qualcosa per il popolo, che parlassero dei reali bisogni della società, ma purtroppo questa non è la realtà e pare che noi italiani non riusciamo a cambiarla. Ascoltando i vari show televisivi ho notato, rispetto alle elezioni precedenti, minori idee e tutti i partiti si focalizzano su delle idee standard. Questo mi fa paura perché sembrano dei dischi rotti che agiscono per automatismi, incapaci (tutti quanti…) di andare oltre! E’ un continuo rinfacciarsi colpe e responsabilità, con una visione al passato e non (come dovrebbe essere) al futuro. Programmi ne ho sentiti pochi, ho sentito sempre tante proteste e tante colpevolizzazioni!
            Speriamo che la propaganda cambi, anche se su questo non sono poi così sicuro!
            Un saluto
            Tommaso

    2. I destrorsi, totalmente immiseriti e privi di idee nella campagna elettorale, sfruttano fino alla nausea alcune “fatalità” che stranamente capitano alla sinistra sempre pochi giorni prima delle elezioni politiche, riguardo le banche. Nel 2006 fu la volta dell’Unipol, che poi si è rivelata una emerita bufala per quanto riguarda il coinvolgimento di Fassino, ma sfruttato fino alla nausea da Berlusconi e soci.
      E così, questa volta, per il Monte dei Paschi, dove si sfrutta la circostanza, confesso abbastanza sgradevole di questa banca locale gestita solo dai senesi, lasciando sottintendere le cose più sporche del mondo commesse dal partito Pd in genere.
      Si pretende, per altro, che sia sempre il Pd in questo paese a dovere spiegare chissà quali losche trame ci sono sotto. E’ come guardare, con gli occhi strabici, la storia di questo paese. Da un parte si pretende che la sinistra “spieghi” tutto, dall’altra si lascia correre su tante cose che la destra e la Lega non spiegano e pare addirittura che non siano tenute a farlo.
      Quanto poi a sostenere che l’Imu, istituita almeno un anno prima, sia stata istituita proprio per far pagare ai pensionati la banca comunista senese, a parte che Monti avrebbe dovuto dire che l’istituiva per pagare Monte dei Paschi e non per rimediare alle castroneria di Berlusconi, perché aveva cancellato l’Ici, potrei aggiungere che questa Imu è servita pagare i 4 miliardi di debito dell’Alitalia, o per sanare i problemi della banca legaiola fallita la Crediteuro Nord e la banca Credito Cooperativo Fiorentino, del presidente Denis Verdini.
      Per cui strumentalizzare sta cosa ai fini elettorali, ripeto, è solo perché ai cittadini italiani non si hanno altre cose più importanti da dire. Non si parla del lavoro, né di un piano di ristrutturazione delle industrie e delle piccole imprese di cui abbiamo un’esigenza vitale. No, la destra parla e fa parlare solo delle “pecche” presunte di un Pd tenuto a “spiegare” anche le mutante che indossa.

      Il tuo commento, va in questa direzione e che, come vedi, non riesco a condividere a caursa della mia prevenzione e della mia anima totalmente volta a sinistra, ma ciò non toglie che tu sia sempre il benvenuto in questa animata discussione.
      Soprattutto apprezzato, come ti ho sempre detto, per la tua capacità di dire e sostenere le tue idee, seriamente e senza offendere.

      Adesso più che mai, visto che siamo in periodo pre-elettorale e che gli animi si surriscaldano un po’ per tutti.
      Ciao Tommaso, un abbraccio.

      P.S. E’ ora che anche Bersani “sbrani” tutti quelli che, come cani affamati, gli si attaccano ai polpacci.
      (Per Zac. Anche per me l’Imu non c’entra niente con l’MPS, ma di questo sentiremo ancora parlare e tanto).

  3. Il mio commento è una domanda: tolto Bersani chi altro ci resta?
    Inoltre, perché l’informazione fa pena? E meno male che c’è la Cgil e la Fiom almeno qualche voce dissonante si può ancora sentire.

    1. Nessun altro che parli di lavoro con concetti concreti e nessun altro che sostenga una organizzazione, quella sindacale, che coinvolge direttamente la vita dei lavoratori. Tutti gli altri fanno chiacchiere.
      Ciao Nou, un abbraccio

  4. Cara Sole, ribalta il tuo punto di vista per un attimo. Pensa cosa sarebbe successo se Bersani ( sempre che ne fosse all’oscuro…) avesse epurato dalla cabina di regia del PD chi si è reso responsabile del caso MPS, pensa se avesse pubblicamente cacciato, finalmente il baffetto D’Alema dal partito, che invece continua sempre tirare i fili dei suoi burattini e che avrebbe sostenuto il Mussari. Avendo il conto alla MPS e conoscendo i fatti da oltre un anno, non mi stupisce che siano saltati all’onore delle cronache solo adesso, vicini alle elezioni. Il PD ha grosse responsabilità politiche in questa vicenda e non le risolverà sbraitando e minacciando di sbranare chi chiede che tali responsabilità abbiano anche dei nomi e dei cognomi.
    Ciao, un abbraccio

    1. Benissimo Raffaele, proviamo a ribaltare il discorso e dire che è tutta colpa del Pd e soprattutto di mister baffino se queste cose succedono. Proviamo allora, a togliere di mezzo il Pd dal contesto elettorale, perchè già da un anno queste cose si sapevano e quindi già da un anno il Pd aveva grosse responsabilità e non vi ha posto rimedio, anzi, pare, a sentire i vari detrattori, che ci abbia pure mangiato su, e vediamo chi resta in campo in grado di battere questa destra.
      Ingroia, con i codazzo dei vari Diliberti e Ferreri? O Grillo e la sua nuova compagnia di Casapound?
      Andando avanti di questo passo e denigrando noi stessi, piangendoci addosso, e non finalmente “sbranare” chi costantemente ci attacca, si finirà come al solito, che la destra governerà per altri 100 anni questo paese.
      Mio padre, aveva tanti difetti, era povero, era calvo, era un bracciate, non sapeva parlarte bene l’italiano, (parlava benissimo il dialetto), non indosssava il doppio petto firmato, aveva i calli alle mani, ma era mio padre, gli volevo un bene da matti, con tutti i suoi difetti e le sue mancanze. Ora voglio bene al mio partito il Pd, con tutti i suoi difetti, con tutte le sue colpe, con tutte le sue vecchie mummie e con tutta la sua storia. E desidero che abbatta finalmente la cariatide più fetente che ancora ha il coraggio di presentarsi come credibile, e che ha sdoganato la destra fascista, ed una lega razzista che mi fa vergognare di essere italiana.
      Ciao Raffaele, un abbraccio.
      (P.S. Sono in campagna elettorale e sono molto, molto carica).

      1. Ti capisco, anche io vorrei poterlo amare come amavo una volta il PCI e forse per questo non riesco a capire come non si possa far piazza pulita di certi personaggi che con la loro presenza ( per non dire le loro azioni) fanno solo dei danni al partito. Non riesco inoltre a capire tutta la bonaria indulgenza con la quale il partito tratta certe questioni che andrebbero affrontate con altro piglio.
        Ciao Sole

  5. Gli scandali che ha vissuto il nostro paese sono migliaia,poi tutto tace solo quando
    toccano la sx sembra che stia per scoppiare terza guerra mondiale.Sembrano tanti cani,attorno ad un solo osso.
    Ciao spera un abbraccio Lidia.

    1. Quello che mi dispiace di più di tutto e che è sempre la sinistra quella che deve fare reprimenda, spargersi il capo di cenere. mentre la destra si permette, ancora una volta, di erigersi a “giustiziera” dopo averne fatte di cotte e di crude, di cui non si chiede spiegazioni.
      E’ ora di cominciare a branare i cani della destra. Siamo stufi di subire, cominciamo anche noi a reagire come si deve. Basta buonismo, ha portato solo sconfitte.
      Ciao Lidia, un abbraccio.

  6. E’ palese che ci marcino sopra, ma sant’iddio, ci marciano sopra perchè c’è materia di causa.
    Perchè andare sempre a incartarsi e finire tutte le volte nella m…
    Comunque la si guardi questa storia del MPS è una storiaccia nella quale il PD sta facendo una figura meschina

    1. E’ una brutta storia sì, e fa male.
      Mi vengono da dire parolacce, ma limitiamoci alla decenza.
      Porcaccia la miseriaccia, sempre in periodi pre-elettorali.

  7. Ghigna,finge di incazzarsi,mastica il mezzo sigaro,manda avanti la mezza Fassina e minaccia di sbranare chi pensa male di lui e del PD.
    Io penso male,malissimo,di lui e del PD,ma tanti,tantissimi,ne pensano bene,anzi benissimo.
    La famiglia Riva,quelli dell’ILVA,per esempio,la Federacciai della famiglia Riva ed altri,per esempio,Mussari e Rabizzi del pietoso Monte dei Paschi,per esempio,Caltagirone del Pierferdinando,per esempio e casini permettendo.
    Questi galatuomini e tanti altri come loro,di Bersani e del PD,pensano bene,anzi benissimo,da un minimo di 98.000 euro ad un massimo di…(la cifra finale mettetecela voi,magari previa accurata ricerchina dentro i centralini del Monte dei Paschi di Siena e dei Monti fatali di Roma (dal Citorio al più alto).
    Avanti popolo,alla riscossa!
    La banca è nostra,la banca è nostra…

    1. Benissimo Paolo, lei ha un’ampia scelta dall’altra parte. A cominciare dal prornografo e dal barbaro per finire col comico nuotatore.
      Auguri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: