QUELLO CHE NON VOGLIO PIU’ VEDERE NE’ SENTIRE

QUELLO CHE NON VOGLIO PIU’ VEDERE NE’ SENTIRE

  • Parlamentari e consiglieri regionali che spendono e spandono i soldi del partito.
  • Le parolacce e le zuffe sdoganate nei talk show.
  • Le presentazioni di libri che diventano comizi.
  • Le scivolate di cattivo gusto dei politici.
  • Le smargiassate automobilistiche dei nostri politici.
  • Le immagini tipo quelle del toga party di de Romanis.
  • Gli epiteti sopraffini tra il sobrio con il loden e il buffone che trasforma tutto in un orrendo spettacolo.
  • Le trasmissioni servili e le interviste in ginocchio di cattivi ed incapaci giornalisti a servizio del padrone delle ferriere.
  • I plurindagati, bibliofili, che dissertano in diretta tv.
  • I politici porcelli.
  • Le lacrime di coccodrillo di un ministro.
  • I braccialetti d’oro da vitellone al polso dei ministri.
  • Il tormentone sulla legge elettorale.
  • L’assicurazione che la Salerno – Reggio Calabria sarà fatta in tre mesi.
  • Lo spettacolo indegno ed indecoroso dei voltagabbana.
  • Lo spettacolo altrettanto indegno ed indecoroso di chi caccia dai partiti le persone non gradite perché osano pensare con la propria testa.
  • I politici che ricattano altri politici con le minacce di chissà quali rivelazioni.
  • I politici che sostengono di non sapere nulla di quello che accade in casa loro, perché tutto avviene a loro insaputa.
  • I candidati che santificano le loro nonne, mamme, zie, sorelle ballerine.
  •  I talk show sempre con le stesse compagnie di giro o con i loro onorevoli da collezione..
  • Le parolacce ed i vaffa  per il divertimento dei peggiori  analfabeti di questo paese.
  • I giornalisti e i filosofi che pontificano.
  • Le incursioni vaticanesche nella politica italiana.
  • Il ponte sullo stretto.
  • Le performance delle donne a cui vengono dati attributi maschili.
  • I culi e le tette delle presidentesse, assessore, e consigliere di qualunque ente pubblico.
  • I padri nobili della politica delle parti basse, quelli  che: «ci hai rotto il cazzo», «fuori dalle palle», « vaffanculo come stemma aziendale».
  • Lo scendere o il salire in campo, il protagonist, il testimonial, il talent, l’asset, il format, i choosy, il colore cashià, la flexsecurity, l’endorsment, (parlassero italiano!)
  • La società magnacciona, il senatore – bancomat  detto “Fratacchione, “Er Batman”alias “Er sultano” e alias “Er federale” , il patito dei videopoker .
  • La rifatta Crudelia De Mon.
  • La mancanza di memoria degli elettori.
  • I potenti capetti locali provvisti di Jaguar che rubano il posto ai disabili.
  • I politici che usano la auto blu per i cazzi propri e della propria famiglia.
  • I politici zombi capaci di votare scelte invereconde del capo pagante.
  • Gli amici degli amici degli amici, ovunque presenti, per i propri affari.
  • I sindacati che vanno a letto coi padroni.
  • Gli atei devoti.
  • I revisionisti della storia.
  • La società civile, senza dire che cos’è.
  • La casta e la cricca di ogni potere.
  • I nostalgici improduttivi ed inutili di destra, centro e sinistra.
  • Quelli che nel giro di 15 giorni si troverà la “quadra”.
  • I diti medi come saluto e il ghigno malefico di chi sfotte tutto il paese.
  • I bugiardi convinti.
  • I partiti padronali.
  • I corrotti  e i corruttori
  • I nullafacenti e moltotenenti.
  • Quelli che saltano sul carro del vincitore.
  • Quelli che se perdo è perchè c’è dietro di me un complotto plutocratico.
  • Gli evasori che rubano i soldi di chi paga, ma godono degli stessi  servizi gratis.
  • I colpevoli di scandali legati a corruzione e a furti, che vengono perdonati subito, dimenticati e giustificati.
  • L’uso spudorato del sesso a fini spudorati di potere politico o di buoni affari.
  • I politologi che, dritti come baccalà, trattano la politica come fosse merda.
  • Eccetera ………
Annunci

8 Risposte

  1. …quelli che dicono: serenamente in tutta franchezza diciamo…

    1. Già, un perla da aggiungere: tutti gli indagati, quando sono intervistati rispondono che “sono sereni”.
      Vivono tutti (o quasi) in un cielo azzurro che fa da sfondo anche ad un partito.
      Ciao Sileno, un abbraccio.

  2. …un presidente della Repubblica italiana che concedere la grazia ad un giornalista condannato per diffamazione e che non ha ancora chiesto scusa;
    …un presidente della Repubblica italiana che, forte del suo potere, ha fatto di tutto per fare distruggere le prove a suo carico delle intercettazioni telefoniche con persona sospettata e indagata di cose (forse) gravissime!
    Ciao

    1. Quello che tu esponi è un grosso problema che andrebbe risolto e non insabbiato, in nome della protezione. Facendo così non sapremo mai niente.
      E’ l’Italia dei misteri che continua a perpetuarsi.
      Ciao Antonio, un abbraccio

  3. Tanti di noi non vorremmo più sentire ne vedere,ma purtroppo continueranno a esserci fino allo stremo,non si daranno pace,vogliono sempre apparire non essere
    persone serie.
    Ciao speradisole buon fine settimana (detto in italiano) un abbraccio Lidia.

    1. Basterebbe eliminare una piccola parte della classe politica, quella che accomuna tutte queste cose: ruba, corrompe, evade, filosofeggia, si crede indispensabile. C’è un filo ben visibile che li lega tutti. Eliminati quelli c’è speranza di avere altro e meglio.
      Ciao Lidia, un abbraccio.

  4. Forse dovrai lasciare l’Italia allora.
    Un caro saluto!

    1. Hai fatto bene a dire “forse”. Con tutti i suoi difetti e la sua indegnissima classe politica, questo resta sempre il paese più bello del mondo.
      Dobbiamo trovare le persome giuste che lo sappiano anche amministrare e non solo derubare.
      Ciao Pattume, un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: