DELUSIONE E RABBIA

DELUSIONE E RABBIA

160254123-626270e9-38ee-46d0-9949-664b26cd5790Vorrei fare una domanda che mi sta a cuore.

Tutte le persone che hanno rubato soldi pubblici (politici e non) e che si sono fatti le ville le casette, i bracciali d’oro ed hanno riempito i loro portafogli per sé e per le successive cinque generazioni, restituiranno il maltolto?

Dopo aver scontato la delicatissima pena degli arresti domiciliari, godendosi il proprio letto e la propria poltrona,anziché stare in una cella tre metri per tre, tutti questi trattati coi guanti bianchi, colpevoli,  non mi risulta che poi restituiscano quello che hanno rubato, magari anche con gli interessi.

E allora che senso ha arrestarli, farli accomodare nella loro bella casa, per poi, dopo qualche mese, lasciarli liberi di godersi il maltolto?

In questo modo mi sento presa in giro, come minimo (per non dire parolacce).

E chi riesce a rubare, ma a rubare tanto, vedendo come vanno a finire le cose, sarà sempre di cattivo esempio anche per coloro che si apprestano a ricoprire gli stessi posti, tanto tutt’al più costerà qualche mese di comodo arresto domiciliare.

Una delle prime cose da fare, per il nuovo governo,  sarebbe proprio  una buona riforma della giustizia, che cacciasse fuori dalle carceri chi è lì perchè gli hanno trovato in tasca tre grammi di marijuana, e tenesse dentro in eterno, questi ladri che hanno contribuito a rendere povero questo paese.

Sarei disposta a pagar loro la mensa carceraria ed il letto  col materasso di gommapiuma alto tre centimetri.

In carcere ci dovrebbero stare gli assassini, i ladri di soldi pubblici, i mafiosi, gli stupratori, i pedofili,  i corrotti e pochi altri, che un bravo ministro della giustizia potrebbe individuare.

Annunci

10 Risposte

  1. Come diceva non so chi, è impossibile che un organismo si autodistrugga. Moltissimi dei ladri che tu dici o loro complici siedono in parlamento: potranno mai fare una legge contro di loro?
    Mi dispiace che in questa occasione elettorale il PD non sia riuscito fino in fondo ad eliminare gli impresentabili dalle liste.
    Un abbraccio e..buon voto.

    1. Non so se il passato insegna, alle persone intelligenti sì, dovrebbe insegnare e speriamo che sia così. Non dobbiamo più trovarci tra le scatole persone come Penati (che adesso ci fa ancora perdere in Lombardia) e persone come Lusi della vecchia Margherita, fiore bellissimo ma con personaggi che purtroppo ci troviamo ancora tra i piedi.
      E’ una malattia nata con Berlusconi, quella di rubare per il proprio tornaconto, che è molto più schifosa e intollerabile che rubare per il partito.
      Ciao Luigi, un abbraccio.

  2. Dovrebbero concedere l’amnistia nel nostro Parlamento: fuori i ladri, i corrotti, corruttori, qualche pedofilo con tanto di conflitto d’interesse ecc. Condannare i colpevoli, costringerli a restituire il “bottino” e mandarli, non a casa, ma in galera per il tempo che meritano, senza privilegi e sconti di pena. Forse questa povera Italia potrebbe rinascere e poter finalmente gridare “Forza Italia” senza riferimento ad un partito politico del cavolo e del passato.
    Buona giornata.

    1. Sappiamo, a quanto pare, che la destra torna a schierare quasi tutti i suoi condannati, in specie quelli che protegge con passione fisica (vedi Dell’Utri). Il debito del Pdl e di Berlusconi in particolare verso questo personaggi è tale che mai più se li toglierà di dosso.
      Ora Berlusconi, condannato sia pure in primo grado, ha la velleità di volere andare a fare il Presidente della Repubblica. Non teme nulla quel verme e se riesce ad ottenere l’ingovernabilità al Senato, farà in modo che la sua parola infida conti ancora qualcosa nelle decisioni di questo Paese.
      Se dovesse succedere una cosa del genere, non bisogna fare inciuci con nessuno, tantomeno la grande alleanza, ma tornare alle urne, come ha fatto la Grecia.
      Ciao Antonio, un abbraccio.

  3. Chi commette reati contro lo Stato deve essere equiparato a chi uccide. Così gli evasori, i falsi invalidi,ecc.. Solo così si toglieranno il vizio, purtroppo è così.
    Un caro saluto!

    1. In effetti è così, chi ruba soldi pubblici, contribuisce alla morte del paese. E’ una malattia contagiosa quella di rubare soldi pubblici. E non solo da parte dei politici, anche come dici tu dai falsi invalidi. Ma credo che da questi ultimi i soldi se li facciano restituire, mentre li lasciano in tasca a coloro che hanno rubato tanto come Lusi, Fiorito, Penati e tanti altri che ora non mi vengono in mente
      Contraccambio il saluto ed un abbraccio. Ciao.

  4. Continueranno a rubare,perchè tanto sanno benissimo che oltre gli arresti domiciliari non subiranno altre pene e, si godranno il bottino.Tu gli compreresti il materasso di gommapiuma,invece io li metterei a dormire in galera nel bancaccio (un asse di legno)
    come diceva mio padre,il cibo pane e acqua,poi a spaccare pietre dalla mattina alla sera.Naturalmentte toglierli il malloppo.Questo vale anche per gli altri delinquenti che hai citato.
    Ripristinare la gogna nooohhh.
    Ciao speradisole un abbraccio Lidia.

    1. Il male sta proprio lì, cioè nel trattarli coi guanti bianchi per un po’ di tempo, massimo un anno, in casa loro, poi dei soldi rubati non si sa più nulla. Io credo, come persona derubata, di avere il diritto di essere informata e non capisco come mai tanti giornalisti preferiscano stare dietro alle puttanate di qualcuno piuttosto che informare i cittadini di che cosa succede veramente coi nostri soldi.
      Ciao Lidia, un abbraccio.

  5. Come darti torto? ormai tutti i giorni siamo testimoni di ingiustizie varie e la frustrazione sale, strettamente legata al senso di impotenza – che amara constatazione – ciao e buon fine settimana

    1. Siamo stati derubati no? Abbiamo il diritto di sapere dove sono andati a finire i soldi rubati e a farceli restituire. Fosse anche una villa, un po’ di quella villa è anche mia e tua. E’ questo che mi fa indignare, appropriazione indebita di soldi pubblici, e indebito uso di cose e case pubbliche. Ma senza giustizia per noi.
      Ciao Loretta, un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: