LA BEFANA DI MONTI

LA BEFANA DI MONTI

clipart-befana-festa_0398Rimarranno nella storia di questo paese le parole dette da Monti il 6 gennaio, giorno della Befana, durante un’intervista rilasciata a Sky Tg24. Siglano una metamorfosi senza precedenti.

Oltre che abbassare l’Irpef, provvederà a congelare l’Iva e a rivedere l’Imu.

Roba da non credere. Monti, il sobrio Monti!!!!

Solo pochi giorni prima nel discorso di fine anno come presidente del consiglio aveva detto che chi, qualunque fosse il governo, avesse messo mano all’Imu, un anno dopo, solo un anno dopo, avrebbe dovuto rimetterla raddoppiata.

Non c’è che dire, come befana agli italiani è piuttosto allettante. Tuttavia non ha spiegato a chi farà pagare tutte queste belle promesse, immaginiamo che saranno i soliti noti a pagare, quelli che a causa della sua politica rigorista sono diventati sempre più numerosi. Mai si sognerebbe di toccare lobby, o ricchi, o privilegi, o banche.

Ma chi gli crede più? L’Europa? Se la Merkel sente questi discorsi, le viene la pelle d’oca dallo spavento. Come il sobrio e castigamatti Monti, promette queste cose? E dove mettiamo il rigore con cui ha governato L’Italia e per il quale è stato tanto elogiato dall’Europa?

Sembra Berlusconi.

Per 47 volte durante l’anno in cui ha fatto il presidente del consiglio, Monti ha ripetuto che mai e poi mai avrebbe fatto politica e che non l’aveva neppure pensato.  Lo diceva quasi scandalizzandosi con chi glielo chiedeva, dimostrando notevole supponenza, come se la politica fosse una cosa schifosa e cattiva da non farsi, da parte di una persona come lui. Voleva tornare alla Bocconi.

Già.

Durante la stessa intervista a Sky Tg24, ha detto che era da molto tempo che desiderava fare politica e da un pezzo che desiderava dimettersi proprio per proporsi come nuovo uomo politico. Di questo suo desiderio ha sempre tenuto informato i suoi due presidenti: quello della Repubblica e quello di casa sua.

Proprio così.

La sua speranza è quella che nessuno abbia la maggioranza sufficiente per governare, soprattutto al Senato. Le stesse parole di Casini.

Come Casini ha nella testa la prima repubblica, quando partiti, con poche percentuali di voti, come il Partito Repubblicano di Spadolini, o il partito socialista di Craxi, potevano governare perché non si trovava di meglio.

Adesso Monti e Casini pensano di fare la stessa cosa.

Casini l’ha già detto: se Bersani non vince anche al Senato non può fare il presidente del consiglio e Monti, nel corso dell’intervista, l’ha sottinteso.

La cosa è piuttosto buffa, come dice Vendola, sarebbe davvero strano che il presidente del consiglio e quindi il governo, lo facesse chi non vince né alla camera né al senato.

Beh! Non meravigliamoci più di tanto, sono cominciate le “sparate” demagogiche della campagna elettorale, ma dette da Monti, sobriamente e seriamente, fanno un certo effetto.

Annunci

6 Risposte

  1. La voglia di potere è stata più grande della sua dignità.Poi si offende se Eugenio Scalfari ,amici di vecchia data a scritto su Repubblica gli stessi concetti riportati da te.
    Non vuol far vincere la sx e non si accontenterà di mezzo porzione,ma vorrà il piatto pieno. Ma stia attento prof, che alla gallina ingorda crepò il gozzo.Non avrei mai pensato che si abbassasse a tanto,non permettere ad un partito se vince di governare,credevo che il suo buon senso lo avrebbe usato per aiutare a migliorare
    l’Italia non di dividerla.
    Ciao speradisole un abbraccio Lidia.

    1. Se fin dall’inizio fosse stato chiaro, coerente e avesse detto, provo a fare il presidente del consiglio su mandato del presidente della repubblica, poi mi candido e farò scegliere agli elettori, sarebbe stato meglio.
      Così invece ha fatto il pesce in barile per tutto il tempo che ha voluto, ha fatto girare le balle ai partiti che l’hanno sostenuto, convinti che fosse la cosa migliore da fare, per evitare il baratro. Poi, alla fine ha deciso di sfruttare la situazione, la notorietà, il prestigio ottenuto e si è buttato nella mischia.
      Non è mica seria una roba del genere.
      Per me ha regione Scalfari, Monti ha giocato sporco.
      Ciao Lidia, un abbraccio

  2. Monti ha detto pure che destra e sinistra sono superate e guarda un po’: Dalla Bocconi a Bocchino!

    1. Per chi ha scelto di stare al centro, con accanto i due angelii custodi: un democristiano della prima ora ed un fascista della prima ora, è chiaro che destra e sinistra non hanno senso.
      Ma esistono e come, e si sono rafforzate. Alla classe operaia (ex proletariato) si è aggiunta la classe della casta, fatta di tutte quelle persone che hanno raggiunto privilegi impensabili, sfruttando la crisi e sfruttando la loro posizione di dominanza, Tutta gente che non vuole sentir parlare di uguaglianza o di solidarietà.
      Ciao Sileno, un abbraccio.

  3. Condivido in parte questo post. Da una parte credo che sia sbagliata la sua idea di scendere in campo con Casini e Fini nel senso ch sono fermamente convinto che la classe dirigente del nostro paese degli ultimi 20 anni debba andarsene e chi meglio di Fini e Casini può dareil buon esempio visto che hanno fatto davvero poco negli ultimi anni? Se prima potevo prendere in considerazione l’idea di votare Monti, ora sapere che il mio voto va a rieleggere anche una persona viscida come Fini mi urta alquanto. Tuttavia il suo ruolo super partes gli impediva moralmente di annunciare una sua discesa in campo durante il suo mandato. E’ ovvio ch poi quando il suo mandato è venuto meno legittimamente ha deciso di scendere in campo e non lo trovo sinceramente un problema perché lui ha fatto un anno di Governo dove ha dovuto scontentare più o meno tutti. Era più logico che non si presentasse in quanto la sua politica di rigore lo poneva agli occhi dei cittadini come un vampiro; ma se ha deciso di scendere in campo non vedo che problema ci sia! Al momento attuale mi pare l’unica persona autorevole in Europa di nazionalità italiana, perché Berlusconi non è credibile, Bersani non me lo vedo come uno che va in Europa a sbattere i pugni sul tavolo, ergo Monti è l’unico verso il quale l’Europa nutre un briciolo di stima. Detto questo sull’Imu (che a mio avviso sulla prima casa non dovrebbe nemmeno esistere) Mont non ha mai escluso a dire la verità una sua revisione in quanto più e più volte l’ho sentito dire che c’erano in futuro spazi per la revisione dell’Imu ma non per la sua cancellazione. Inoltre con le tre tasse introdotte nel 2013 io credo che se vengono fatti più sforzi contro l’evasione ci sono maggiori spazi per rivedere le aliquote dell’Imu. E’ inutile rimarcare il fatto che tale imposta si sia resa necessaria per far sopravvivere lo Stato, per dargli carburante. Qualora lo Stato dovesse riuscire ad essere maggiormente autonomo (e la riduzione degi interessi associati allo spread è un buon punto di partenza) lo Stato non necessiterà dello stesso gettito di Imu anche se a me pare misero il gettito che proviene dalle prime case e pertanto lo Stato potrebbe farne a meno a fronte di risparmi ben più vantaggiosi cominciando con gli sprechi e la politica in primis.
    Un saluto

    1. Sinceramente non nascondo la delusione che ho provato quando Monti ha scelto l’agone politico. E la delusione aumenta ogni volta che lo sento parlare, dare dei giudizi a destra e a sinistra, con una supponenza, che dimostra come lui si senta migliore degli altri.
      Questo non va bene in politica, anche perché in questo anno di vita di governo, ha fatto molte riforme, più di quelle che hanno fatto i partiti in tanti anni, ma alcune di esse sono piuttosto inique, soprattutto per chi, le tasse le paga già e per chi come i pensionati e gli operai hanno le trattenute alla base.
      Sono rimasta abbastanza colpita dalla riforma delle pensioni, fatta dai professori i quali hanno cercato di risolvere il problema come si risolve un problema di matematica a scuola. Sulla carta. Ma la realtà di un paese è fatta di persone, di posizioni diversificate, di diritti acquisti e di lavoratori di età e situazioni diverse. Per questo poi si sono trovati impastoiati nel problema di chi rimarrà senza lavoro e senza pensione. E ancora, una riforma del tipo non va fatta alzando improvvisamente l’età pensionabile da 58 anni a 66 anni, senza neppure prendere in considerazione la qualità e la tipologia dei vari lavori, alcuni dei quali assai onerosi per gente che ha un’età ragguardevole. Anche se la vita si è allungata non è detto che con l’età sia aumentata anche la forza e la capacità di fare lavori usuranti. Io per esempio, non vorrei che l’autista dell’autobus che prendo normalmente avesse quasi settant’anni.
      Poi abbiamo la tassa sulla casa, che trovo giusta, ma fatta senza rivedere il catasto e senza guardare al reddito di chi la occupa, al nucleo famigliare, non è equa. Per esempio la mia casa che è in periferia, ma è situata in una zona collinare molto bella, dovrebbe valere di più di una casa, grande uguale, ma posta nel centro città, magari nel ghetto ebraico, in strade strette e con poca luce.
      Capisco anche che il tempo a disposizione non era molto, ma avviare una riforma del catasto era assolutamente possibile, in accompagnamento all’Imu. Tant’è vero che anche l’Europa ha sottolineato questo aspetto.
      Che adesso cambi idea e convenga che alcune cose fatte dal suo governo vadano modificate, fa un po’ meraviglia, visto che solo a fine anno, ha detto che chi toccava le sue riforme, qualunque governo ci fosse, non sarebbe durato neppure un anno.
      Tutte incongruenze che non si addicono ad una persona che si è presentata così rigorista, così riformista e così credibile.
      Ma staremo a vedere se la gente italiana lo voterà. Io credo che con ogni probabilità, visti anche i compagni di viaggio che si è scelti, la sua percentuale dei elettori sarà inferiore a quelli di Pdl-Lega e a quelli del M5S. E non credo neppure che gli venga affidato l’incarico di fare il nuovo governo. Non siamo più nella prima repubblica. Ora chi vince farà il presidente del consiglio.
      Ciao Tommaso, un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: