DEMAGOGHI ALL’ATTACCO

182DEMAGOGHI ALL’ATTACCO

* Berlusconi toglie l’Imu.

* Monti abbassa le tasse.

* Casini dopo Monti c’è solo Monti anche se non vince.

* Grillo con la sua incomprensibile democrazia “liquida” .

Tutte corbellerie.

Siamo stanchi di farci prendere per i fondelli da chi, per vincere, promette favole, fandonie e strambe democrazie.

Nel tempo dell’inganno, dire la verità è un atto rivoluzionario!

Annunci

25 Risposte

  1. Meglio affidarsi subito al PD, che almeno ti frega sempre, direttamente o indirettamente. Riforma Pensioni Fornero, Riforma del lavoro, Aumento della tassazione TFR sono solo le ultime chicche dei burocrati del PD come Ichino e Fassina. Ma fateci il piacere, non siete i migliori, anzi !!!

    1. E allora, caro Luca, si tenga i migliori, quelli che ha già: Monti e Berlusconi a cui aggiungo anche grillo.

    2. Esimio fascistello, paragonare Fassina a Ichino dimostra la tua totale ignoranza in campo politico.
      Al posto di perdere tempo a scrivere cazzate, utilizzalo per una sana sessione di onanismo.

      1. Nulla di nuovo, quando si parla solo per “sentito dire” è facile sentire queste cose e soprattutto è facile fare solo dietrologia.
        Il passato lasciamolo a chi non ha nulla di diverso da proporre se non le idee di 20 anni fa.

  2. e vedrai che man mano che passano i giorni aumenteranno a esagerata dismisura le cazzate con milioni di elettori pronti a recepirle.,
    Buon anno

    1. D’altra parte un popolo che ha per 20 anni votato un Porco ed un Barbaro, cosa vuoi che faccia di fronte a queste promesse o di fronte alla democrazia liquida, se la beve.
      Il commento appena sopra lo dimostra chiaramente.
      Ciao Sileno, un abbraccio.

  3. In campagna elettorale ognuno sponsorizza le proprie mercanzie, salvo poi trovare mille difficoltà per l’attuazione, scaricando le proprie responsabilità su chi li ha preceduti. Tutto questo lo trovo “normale”. Sta a noi elettori non cadere nelle vane promesse. Quello che, invece, mi turba e mi disturba è il nuovo “acquisto” del PD.
    Naturalmente sono delle mie personalissime idee, però ho la forte sensazione che con questo personaggio il PD (nella persona di Bersani) stia per iniziare la sua fine. Tenete a mente queste parole. (Anche per Ingroia rappresenta fumo negli occhi).
    Ciao Speradisole.

    1. E vero è sempre stato così. Memorabile sono rimaste le parole che disse Don Camillo rivolto a Peppone «La tua macchina va a benzina o a promesse elettorali?»
      Ma francamente preferisco le parole di Bersani quando dice che “non racconta favole” e di questi tempi suona come un motto “rivoluzionario”.
      Se per nuovo acquisto ti riferisci al procuratore Grasso, non so quale possano essere state le motivazioni di Bersani a chiedere a Grasso di far parte del partito. Credo che le perplessità siano d’obbligo in questo caso. Il tema del discorso è stato la legalità, e Grasso si è dichiarato propenso ad impegnarsi sul terreno civico di educazione alla legalità. Piero Grasso infatti ha dedicato parte del suo tempo ad andare nelle scuole a parlare coi giovani e a parlare di legalità. Se è questo che potrà continuare a fare ma dall’interno del partito democratico, mi sembra una buona cosa. Comunque dipende sempre dal ruolo che avrà dentro il partito.
      Bersani ha le spalle robuste e non ho nessun timore sotto questo aspetto.
      In quanto a Ingroia c’è da dire che ha fatto parlare di sé più per gli attacchi a Piero Grasso e al Pd che per il fatto di essersi candidato a premier e che i maggiori detrattori sono proprio i suoi colleghi: l’ex magistrato della procura di Palermo Giuseppe Di Lello, che lo rimprovera di usare come armi improprie e di propaganda elettorale le figure di Falcone e Borsellino. Lo stesso Giancarlo Caselli, procuratore capo di Torino, che rimprovera a Ingroia di aver interrotto il suo lavoro in Guatemala, fatto che crea problemi di immagine per il nostro paese.
      Comunque anche qui staremo a vedere, noi ci limitiamo alle nostre perplessità sperando che l’acquisto Grasso si riveli un buon acquisto.
      Ciao Antonio, un abbraccio.

  4. Allora fino ad oggi,non ho capito un niente,credevo che i miracoli fossero altri a farli.Ma ho l’impressione che si siano stancati anche loro,nel sentire le corbellerie,
    che vengono dette.
    Comunque sono e rimango ottimista di che vincerà le elezioni.
    (Noi siamo noi e voi non valete un c@@@o.)
    Ciao speradisole un abbraccio Lidia.

    1. Risposta azzeccatissima, cara Lidia: Noi siamo noi e gli altri se ne facciano una ragione. Si chiamino Berlusconi, Monti, Casini, Grillo, Montezemolo e tutta la compagnia del vapore.
      Basta essere troppo timidi, finalmente siamo quelli del Pd ed orgogliosi di quello che siamo ora e di quello che siamo stati e di quello che diventeremo.
      Ciao Lidia, un abbraccio.

  5. Signora Speradisole,
    guardi che i nomi che ha citato sopra, sono stati o lo saranno ancora, contigui al PD, per cui eviti battute da bar che non le sono consone. Con Berlusconi ha inciuciato per 20 anni, difatti se non è in galera ed ha ancora tutte le sue televisioni e proprietà è solo grazie al compagno D’Alema che probabilmente ritornerà nel caso malaugurato doveste vincere le elezioni. Se non le sovviene la memoria, si cerchi su youtube il discorso alla Camera di Violante nel 2003, quando ammetteva candidamente gli accordi tra il suo partito e Berlusconi tra la disperazione di Fassino, che dopo aver fatto il segretario del PD, l’hanno mandato a rovinare Torino, opera nella quale si sta distinguendo egregiamente. Con Monti nell’ultimo anno avete votato all’unanimità le peggiori leggi a danno dei lavoratori, che non si sa per quale motivo ora dovrebbero votarvi… Sempre nascondendovi dietro il prestanome di turno, nella fattispecie Fornero e Monti. Se vincerete le elezioni, con chi governerete? Ma con Monti e Casini, ovviamente, per cui smettetela di essere ipocriti. Concludo con il suo beniamino Bersani. Da ministro non è stato neppure in grado di liberalizzare farmacie e taxi ed ora ambisce a fare il capo del governo… Come siamo ottimisti.
    Cordiali saluti
    Franco

    1. Signor Franco, posso accettare tutti i rimproveri che lei vuole fare alla sinistra che ha preceduto il PD, ma non accetto rimproveri contro il PD. Le ricordo che come partito è nato solo cinque anni fa, ed è nato per volontà di persone intelligenti e capaci, in grado di capire molto tempo prima degli altri che il mondo cambiava e che anche la politica doveva cambiare e darsi un assetto diverso.
      Le ricordo anche che il Pd è un a formazione che si chiama partito, ed è l’unico che fa politica in questo paese. Tutti gli altri sono movimenti che vanno e vengono e si spengono o si accendono semplicemente perché fanno leva solo un nome, solo su una persona o su un famoso leader. Oppure fanno leva sui brontolii di pancia della gente come da trent’anni fa la lega e come fa ora grillo, il che semplicemente significa fare demagogia non politica.
      In quanto agli inciuci non sono da imputare al Pd. Da quando il Pd è nato è sempre stato all’opposizione. E se alcune persone come Violante o D’Alema ne fanno parte, questi sono persone singole con un loro pensiero ma non sono “Il Partito”.
      Le mancate liberalizzazioni le si devono proprio alla forza delle lobby di ogni tipo protette dalla destra, Forza che ha bloccato il paese. E allora al governo c’era l’Unione non il Pd. (Se ha la pazienza e la voglia si legga a proposito di liberalizzazione delle farmacie un post scritto da me, le chiarirà alcune cose: https://speradisole.wordpress.com/2012/01/15/la-liberalizzazione-delle-farmacie/)

      La collaborazione che il Pd ha fatto con il governo Monti è stato un atto di necessità Stavamo fallendo, a causa della scelleratezza del governo Berlusconi, non c’era tanta scelta. Al Pd stava bene anche andare alle elezioni subito, ma il Presidente della Repubblica ha deciso diversamente.
      Dopo di che le ricordo che proprio la politica dei demagoghi che ora passano per benefattori ha portato alla rovina del paese. Se lei crede di poter ancora fare affidamento sui vari leghisti, montiani, berlusconiani, ed ha voglia di vivere altri 20 anni, in un disastro etico e di illegalità, voti quelli che ha sempre votato e si metta il cuore in pace, collabori alla rovina completa. Se ha voglia di cambiare, mediti su chi sta in gioco ora, e cerchi la persona e le persone più credibili e affidabili.
      Buona fortuna

    2. Mentre sareste voi quelli che vinceranno??
      Non perso neppure piu’ tempo a risponderti, sei il classico copiaincolla, al quale hanno chiuso il sito dei giovanipadani e si trova sperduto.

      Continui così, che di gente come lei non ne abbisognamo, che e’ stata rappresentata per decenni da puttane, ladri, evasori e Scilipoti vari.

      Vai a scrivere su pontifex, o su casa pound se ti riesce.

  6. E aggiungo: un partito riformista come il Pd che per riformare l’Italia ha scelto un segretario agée! Come vedi ogni partito ha le sue grane, piccole o grandi che siano! Nessuno è perfetto, tanto meno il centro sinistra che, credo, non riuscirà a governare 5 anni stabilmente perchè i sondaggi lo danno con una maggioranza non sufficiente al Senato. Se a questo poi aggiungi che secondo me il Pd subirà la rimonta di Berlusconi, perdere punti percentuali a causa di un morto vivente non lo ritengo una dimostrazione di forza e capacità di leadership.
    Buon anno Speradisole! Speriamo che non sia vero il motto gattopardiano di “cambiare tutto affinché nulla cambi” perché mi sa che c’è questa ombra sulle prossime elezioni!

    1. Vedi Tommaso, se riduciamo il nostro pensiero, i nostri ideali, la nostra politica ad un leader, non andiamo da nessuna parte. I leader possono rovinare un movimento o portarlo alla gloria ma quando cadono non hanno nessuno che possa prendere il loro posto. E questo capita in tutti i paesi dove addirittura si formano “dinastie” famigliari e dove non c’è democrazia.
      Bersani sarà agée come dici tu elegantemente, ma è onesto, leale, rispettoso degli altri e non ha avrebbe nessun problema a lasciare il posto agli altri. Lo avrebbe fatto se Renzi avesse vinto le primarie. La gente ha scelto diversamente.
      Non fa promesse elettorali perché sa benissimo che in tempi come questi non si può promettere la luna e poi dimenticarsene perché c’è la crisi.
      Se Berlusconi vincerà non sarà per demerito di Bersani e neppure del Pd, il partito sta facendo la sua politica e se gli italiani vogliono scegliere un altro, magari ancora Berlusconi, è perché questo paese non è di sinistra. C’è stato detto da sempre, che la sinistra era il male dei mali, la chiesa l’ha scomunicata, si può cercare di cambiare qualcosa, ma l’animo italiano non è di sinistra e non lo è mai stato. Certi vecchi insegnamenti si succhiano con il latte materno e ancora oggi incombono sulle nostre teste.
      Ciao Tommaso. Grazie degli auguri, contraccambio di cuore con un grande abbraccio

      1. Mi spiace dovertelo dire Speradisole, ma anche Lusi, Penati, Belsito e Fiorito erano tutte persone per bene prima che venissero indagati! Quindi io personalmente non metterei la mano sul fuoco sull’onestà di nessuno, quindi semmai diciamolo quando si ritira dalla politica che Bersani è una persona onesta che non si sa mai! Quello che volevo dire è che il Pd si propone come “partito riformatore” quando i suoi elettori sono più tradizionalisti e conservatori che riformatori…E’ un piccolo controsenso, e comunque partite da un vantaggio non indifferente! Le Procure hanno fatto fuori il Pdl e vi avrebbero potuto dare un vantaggio ben più ampio del 15% se non fosse che anche il Pd alla fin fine è un partito come gli altri dove si ruba e si chiedono tangenti. Esattamente come Pdl, Lega, Idv e compagnia bella (presto magari anche il M5S). Quindi secondo me se non vincete con un magine ampio non è perché l’Italia non è di sinitra ma semplicemente perchè ancora una volta il centrosinistra è stato in grado di suicidarsi!

    2. Al senato in “maggioranza non sufficente”, boh.
      Lo dicono i sondaggi, boh.

      Io conosco l’attuale legge elettorale, la conosco bene, e l’ingovernabilita del Senato della Repubblica Italiana verrebbe a galla solo con la sconfitta pressoché totale in tre regioni: Lombardia, Lazio e Sicilia.
      Poi la Salernitana vince la Champions…..

      1. Ah già scusa, dimenticavo la tua “buona conoscenza” della legge elettorale. Credo che chi si occupa giornalmente di sondaggi da una vita sia giusto un po’ più affidabile di te (che in realtà sei giusto un filino fazioso, ma solo un filino) poi così come la Salernitana può vincere la Champions, non è escluso che il Pd non vinca nelle tre regioni! D’altronde il centro sinistra potrebbe insegnare come suicidarsi in periodo elettorale!

        1. C’è da dire che il centrodestra ha imparato a suicidarsi stando al governo con cento deputati in più.

  7. Cara Speradisole, è tutto vero quanto argomenti nelle tue risposte. Lo affermo perché ricordo gli eventi di questi ultimi anni e tu li argomenti con chiarezza. Per questo seguo questo blog, per la chiarezza e l’onestà del raccontare e quindi del testimoniare. Chi vuol vivere la confusione e la disgregazione sociale non ha che da rivolgersi a quella parte politica e continuare come negli ultimi decenni.
    A Bersani, ministro, non gliele hanno fatte fare tutte le riforme che avrebbero giovato trasversalmente i cittadini. Ancora oggi si beneficia, e non poco, sul rinegoziamento dei mutui e alcune altre norme bancarie. Non so entrare nel dettaglio ma so di per certo delle buone riforme che sono state ostacolate. Quali siano i disegni dei pochi che muovono l’economia globale è cosa difficile da capire, ma la politica deve contare di più e ridiventarte credibile.
    Con Bersani la politica appare credibile ed è per questo che lo voterò. Sarà un bravissimo presidente del consiglio e cambierà in meglio la nostra precaria situazione italiana. Lui tenderà a unire e non a dividere per imperare come abbiamo visto fare negli anni scorsi.
    Ti ringrazio di essere passata da me. Il tuo commento mi è stato particolarmente gradito per le belle parole e perché non me lo aspettavo. Risponderò fra qualche giorno a conclusione delle festività a tutti. Ciao 🙂

    Nou

    1. Una delle agevolazioni di cui oggi godiamo ancora tutti e stata quella dei cellulari. Prima della riforma Bersani, quando si comprava un nuovo apparecchio, il credito che c’era nel vecchio non lo potevamo riversare sul nuovo ora invece è possibile. Possiamo comprare un nuovo apparecchio ed anche con un nuovo numero senza dover perdere nulla. Ma qui nessuno se lo ricorda.
      Meraviglia poi il fatto che i partiti come il Pdl che vogliono essere liberali o si proclamano tali, si rivelano i peggior conservatori possibili. Non toccano le lobby dei notai, dei farmacisti, e delle varie professioni per paura di perdere consensi, ed in questo modo non operano per il bene del paese. Tengono fermo il cosiddetto ascensore sociale.
      Ma ora guardiamo al futuro, per il bene dei nostri figli, e cerchiamo di capire se il partito che più ci aggrada è un partito affidabile, che non promette cose irrealizzabili allo stato attuale delle cose, ma ha nell’animo la giustizia sociale, il problema dei giovani, il grandissimo problema dell’educazione e della salute delle persone, di tutti non solo di chi queste cose se le può pagare.
      I programmi sono abbastanza chiari sotto questo aspetto.
      L’agenda Monti trascura, per esempio, l’educazione (scuola e Università), vi dedica poche righe che sembrano più un’enunciazione che un programma e così è per la salute di tutti noi (dove si auspica la sanità privata), per i diritti civili, il testamento biologico, la sicurezza sul lvoro (che non vengono neppure citati). A me stanno a cuore anche questi problemi, non solo il pareggio di bilancio. E l’unico partito che ne parla è il Pd.
      Se ci fai caso in tutti i dibattiti, giornali, e varie trasmissioni si parla di “contenitori” (partiti, movimenti, abbuffate di colori, nomi, sottonomi, gente da sottocoda) e non si parla mai o quasi di contentuti. Per cercare di capire dobbiamo informarci da soli. Il che non è facile, anche perché siamo piuttosto pigri.
      Grazie Nou del commento e arrivederci.

  8. Carissimo Tommaso,
    cosa abbiamo da altre parti,? Una destra che è a dir poco rincoglionita a causa della perdita temporanea del leader. Cosa riformerebbe la destra? La giustizia? Con quale scopo se non per rimettere di nuovo in ordine i problemi del solito capo? Vuole riformare la Costituzione italiana? Fare un semipresidente, che poi si riveli un raccattasoldi per se stesso?

    C’è Grillo, evidentemente raccoglie le proteste della gente, stanca di vedere i personaggi che hai elencato (le poltrone da una ventina d’anni a questa parte attaccano la strana malattia del ladrocinio dei soldi pubblici) e in alcune sue affermazioni non so dargli torto. Ma comandare da solo un plotoncino di parlamentari non gli sarà facile. Intanto ha cominciato a chiedere soldi, gli servono un milione di euro per fare propaganda a dimostrazione del fatto che fare politica ha un costo e che questo costo anche se a carico del soli militanti, è sempre un peso a carico delle persone. Trovo più dignitoso fare chiarezza nei finanziamenti, più che chiedere l’elemosina ai simpatizzanti. Sta scomunicando i suoi consiglieri regionali in Sicilia perché hanno approvato alcune scelte politiche fatte dal presidente (Pd) Crocetta, a dimostrazione che, per quel movimento, si deve fare solo contestazioni e basta.

    Poi abbiamo Monti, che si è rivelato anche lui attaccato alla poltrona. Ha scelto il centro (ha scelto un fascista ed un democristiano), altro non poteva fare, perchè è la sua politica destrorsa e mezzo fascista, perciò riserva stangate solo da una parte. E’ la sinistra di Bersani che gli dà più fastidio, e addirittura impone a Bersani di “silenziare” Vendola e Fassina. Ma un partito democratico non silenzia nessuno.

    La Lega senza Berlusconi non fa storia.

    Ma per tornare al celebratissimo Monti, gran riformatore dice di se stesso, sarebbe un riformatore colui che vuole abolire la sanità pubblica a favore delle assicurazioni private? Le assicurazioni le abbiamo già avute, si chiamavano Inam, Inadel, Enpas, Enpals, Eca, e quanti altro, per fortuna che sono state abolite e che ora il Servizio sanitario è di tutti. Oppure indebolire la scuola pubblica per favorire le scuole private in modo che solo gli eletti ricchi possano accedere alla conoscenza ed allo studio? Questo è un sogno che la cosiddetta classe “abbiente” fa da tempo, non va giù il fatto che il figlio di un poveraccio, possa accedere alla laurea e rubare il posto a loro. Oppure rischiacciare gli operai al rango di proletariato (sogno di Marchionne) come agli inizi del novecento?

    Sinceramente quando si è insediato a palazzo Chigi, ho sperato in Monti ed ho apprezzato la sua volontà di mettere una pezza al disastro berlusconiano, ma non mi aspettavo che lo facesse solo ai danni di una parte degli italiani, quelli che già pagano tanto e lo facesse con tanta protervia. Odia il dialogo, le trattative, ritiene inutili i sindacati che difendono i diritti dei lavoratori.

    Non scherzo Tommaso, la partita è piuttosto seria, e se la sinistra non vince, non è perché non riesce a suicidarsi, ma perché e lo ripeto, gli italiani hanno paura della sinistra e di qualsiasi riforma che potrebbe venire da sinistra. Hanno paura dei comunisti, dell’uguaglianza, perché da sempre una sistematica controcultura in questo campo è stata fatta. Noi di sinistra, mangiamo i bambini.
    Ciao Tommaso, un abbraccio

    1. Son d’accordo con te sul fatto che in Italia manchino alternative. Non mi dilungherò sui vari personaggi, tanto hai già detto tu. Comunque il problema è che il fatto che tu sia di parte ti impedisce di guardare onestamente la realtà! A parte che anch’io ho fiducia in Monti (e continuo ad averla) se non va con Fini e Casini, ma la sinistra cosa riformerebbe? Per quale motivo credi ardentemente che la sinistra attuale (che è uguale a quella degli ultimi venti anni) sia effettivamente meglio? Tutta la classe politica degli ultimi 20 anni deve andarsene e chiedere scusa al Paese perché se c’è stat immobilismo politico è certamente colpa di Berlusconi, ma anche di Prodi & Co. che hanno fatto di tutto per far cadere un governo, o non fare niente negli altri. Siamo onesti, concreti e guardiamo in faccia la realtà! Il Pd è nato secondo il motto gattopardiano di cui t scrivevo prima: si cambia facciata ma il contenuto è sempre lo stesso. Se ci fosse stato Renzi forse (ma forse…) poteva cambiare qualcosa ma con Bersani cosa potrà mai cambiare? Non ha avuto nemmeno il coraggio di sbattere fuori gli “abbonati della politica” come la Bindi piuttosto che la Finocchiaro! Gli unici che se ne sono andati se ne sono andati di loro spontanea volontà non per certo perché Bersani ha battuto i pugni sul tavolo! E questo lo chiami leader? E questo sarà quello che dovrà andare a sbattere i pugni sul tavolo in Europa per ottenere qualcosa? Certo, sempre meglio del cucù di qualcun altro, ma se allora usiamo Berlusconi come mezzo di paragone siamo presi male. La mia idea è che in Italia nessuno sia veramente in grado di cambiare il Paese al momento perché manca una persona carismatica e mancano le idee vincenti e convincenti. Certo se tu riuscissi a guardare la situazione politica più obiettivamente a prescindere dall’esser sostenitore di un partito o l’altro vedresti la situazione in maniera diversa, ma forniscimi le motivazioni CONCRETE per cui una persona dovrebbe illudersi che votando Pd si voterebbe il rinnovo! L’unica ragione può essere la volontà delle persone di salire sul carro del vincitore, ma allora non fa per me!

      1. Non e’ che sono “un filino” fazioso.
        Io sono totalmente fazioso, di parte, addirittura vendicativo nei confronti di chi ha votato almeno una volta nella vita un pedofilo come il nano o un razzista medievale come il paralitico.

        Ah, Lusi, Penati, Belsito brave persone prima che li beccassero???
        Ma tu vivi su Marte.
        Ti sei scordato inoltre di citare Scaiola, Dell’Utri, Formigoni, Bossi jr, Verdini, Di Girolamo, Cosentino, Prestigiacomo, e altre centinaia di amministratori pubblici che sono accusati di appropriazione indebita.
        Fra i quali, visto che entrambi viviamo in veneto, piu’ di trenta leghisti ai posti di comando tutti inquisiti.
        Oramai qui la mafia fa ridere, e’ sufficente leggere gli atti dell’inchiesta dirty leather sviluppatasi in quel di arzignano per comprendere come sia peggio Salvini di Bagarella.

        1. Speravo in una tua intelligente smentita ma mi devo ricredere allora! Non solo sei servo di partito ma te ne vanti! Allora sono io lo sfigato che mi considero libero da ideologie ma ho solo delle semplici idee.
          Ad ogni modo sto commentando il tuo puerile commento e mi domandando pure perchè visto che hai scritto delle falsità! Falsità giustificate, appunto, dalla tua incapacità di distinguere il reale dal fittizio e dall’avere una mente ottenebrata dalle ideologie e da ricordi piuttosto vaghi. Partiamo col dire che fino a prova contraria non è scritto da nessuna parte che Berlusconi abbia fatto sesso con minorenni. In più non l’ha fatto consapevolmente visto che è stato ingannato sull’età e comunque se hai prove che dimostrano che è andato a letto con Ruby credo che i magistrati siano ben lieti di ascoltarti. Ragion per cui parlare di pedofilia mi pare leggermente (eufemismo) esageratp visto che purtroppo i casi di pedofilia in giro per la penisola esistono e sono piuttosto diffusi. Non mi pare il caso di scherzare con una cosa tanto schifosa! Non voglio nemmeno ricordarti l’art.27 comma 2 che parla della presunzione di innocenza, se non lo conoscessi vattelo a leggere và! Oltre a ciò sul fatto che vivo su Marte al posto di parlare e fare il quaquaraquà dimostrami com Belsito, Penati, Lusi e Fiorito fossero già stati condannati precedentemente. Io dicevo che chiunque può avere la fedina penale pulita ma che ciò non sia garanzia di onestà visto che ciò che è accaduto nel passato non implica che ciò accadrà nel futuro (principio verissimo nell’ambito finanziario oggetto dei miei studi). Non solo: hai selezionato una serie di nomi di cui solo una parte è giusta. Potevi fare almeno lo sforzo di controllare. Io a dar retta a queste scemente ho perso un’ora di studio per l’esame di mercoledì ma son contento di linkarti un indirizzo dove la Prestigiacomo è stata assolta dall’accusa di peculato (e non appropriazione indebita, studia) http://www.ilmessaggero.it/home_initalia/primopiano/prestigiacomo_archiviata_inchiesta_era_indagata_per_peculato/notizie/89291.shtml
          Se poi vogliamo andare a vedere per ogni singolo partito i condannati o gli indagati non che il Pd sia messo meglio perchè mi son bastati cinque minuti per trovare un paio di nomi come Tedesco, Fortugno, Castagnetti, Luongo e mi sono fermato alla “L” perchè non ho voglia di perdere ulteriore tempo. Questo non per spirito di comparazione ma per dimostrarti che le mele marce esistono dappertutto e che è difficile capire al volo con chi si ha a che fare, soprattutto se di una persona ti fidi perché l’occasione rende l’uomo ladro e perchè non tutti i politici condannati o indagati lo erano prima di entrare in politica. Questo dovrebbe far capire (pure a te!) come è facile parlare degli altri partiti, ma a volte guardare a casa propria è anche meglio perché non è che il Pd brilli per onestà complessiva. Tutti i partiti (TUTTI) si sono dimostrati delle merde, c’è chi come me onestamente ed obiettivamente ha preferito non votare più quel partito dal quale si è sentito tradito e chi, servo di partito e con la mente ottenebrata dalle ideologie (TE!) se n’è fottuto come se il malaffare fosse oggetto di altri partiti. Magari nemmeno sai che il Comune di Nicotera governato dal Pd è stato sciolto per infiltrazioni mafiose (ad esempio) ma se perdessi altro tempo ti potrei dimostrare come anche il Pd ha le sue mele marce, come tutti, purtroppo.
          Mi son già dilungato ulteriormente sul tuo commento che non meritava più di due minuti di risate. Mi spiace che pur informandoti ed applicandoti non riesci a vedere le cose oggettivamente. Già in un’occasione ti avevo dimostrato come le cose che dicevi non stavano né in cielo né in terra quindi chiudo qua perchè ho cose più importanti da fare che rispondere alle tue imprecisioni. Dico solo un’ultima cosa: tieni a mente l’art. 27 primo perchè è articolo costituzionale, secondo perché anche il tuo partito se n’è servito e terzo perché se tutti gli indagati fossero automaticamente colpevoli anche certe persone potrebbero essere tacciate di manifesta ignoranza quando ancora se ne dovrebbe appurare la loro ignoranza :-).
          Concludo con la frase di un saggio che secondo me si è comportato maleducatamente nei confronti di un semplice utente che ha espresso le proprio (legittime, come quelle di tutti) opinioni:
          “Al posto di perdere tempo a scrivere cazzate, utilizzalo per una sana sessione di onanismo”.
          Io rispetto gli altri e le opinioni altrui perchè credo che dalla condivisione ci possa essere arricchimento per tutti, però una condizione è essenziale: modestia e obiettività. C’è chi le ha e chi no!
          Un saluto
          Tommaso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: