MAMMA MIA “I MICROBI”

MAMMA MIA “I MICROBI”

Tutto si fa pur di conquistare quote di mercato, uno degli argomenti più ricorrenti è “la battaglia contro i microbi”. Non c’è detersivo valido se non ammazza i microbi, come se fosse necessario per vivere bene, e in salute, stare in ambienti sterili.

Per fortuna noi abbiamo un organismo che ha un importante apparato che è in grado di difenderci anche dagli attacchi dei microbi dannosi.

Si chiama sistema immunitario.

In condizioni di salute normale i nostri globuli “bianchi” hanno imparato a difenderci nel corso dei millenni, dagli attacchi dei microbi che vivono nell’ambiente con noi.

Il ricorso improprio a sostanze disinfettanti (le sostanze che uccidono i batteri), può provocare problemi, sia rendendo a lungo andare i batteri più resistenti, sia in certo qual modo confondendo il nostro sistema immunitario con le allergie di ogni tipo. Neppure i bambini hanno bisogno di qualcosa di “più pulito”. Usare poi lo stesso nome commerciale per prodotti destinati ad usi diversi, come  disinfettare le verdure e le ferite, può confondere i consumatori.

Senza considerare i rischi ambientali che tutti questi detersivi, con aggiunta di sostanze disinfettanti, possono provocare sull’ambiente. Finiscono nei fiumi e nei mari, dove in molti casi continuano ad agire, finendo col distruggere la flora a e la fauna acquatica.

In realtà ci serve un disinfettante solo quando si vuole trattare una  ferita della pelle o preparare la pelle ad una iniezione.

E proprio a questo scopo facciamo anche fatica a trovare il disinfettante giusto e nella confezione giusta.

I supermercati e le farmacie ne offrono un gamma infinita, ma etichettati in modo che non è facile usarli nel modo giusto. Alcuni sono registrati come farmaci da banco (senza ricetta), altri come presidi medico-chirugici, altri ancora come dispositivi medici.

Uno dei primi pericoli del modo non corretto dell’uso del disinfettante  lo troviamo scritto in piccolo piccolo “Da non usare sulla pelle lesa”, ciò significa in pratica che il prodotto va bene soltanto per le iniezioni.

Invece  lo si usa indifferentemente su graffi, tagli, e sbucciature.

Per le ferite bisognerebbe usare solo le sostanze definite antisettiche, mentre i disinfettanti sono destinati ad oggetti e superfici, ma nel linguaggio comune si confondono.

La scelta del disinfettante dipende dall’uso che se ne vuole fare. Salvo diverse indicazioni da parte del medico, per la disinfezione delle ferite la soluzione più consigliabile è l’acqua ossigenata, che è anche il prodotto più economico. Da acquistare in flaconi piccoli, per evitare che restino a lungo in casa dopo l’apertura, rischiando di perdere l’efficacia, al supermercato perché costa meno che in farmacia.

Una cosa da fare sempre e che agisce bene è LAVARSI LE MANI  col sapone. Questo semplice gesto ci protegge benissimo dai microbi.

Annunci

6 Risposte

  1. Grazie per il consiglio, anche io non mi ero mai soffermato sulle differenze che invece sono importanti.
    Ciao

    1. C’è troppa confusione attorno a questo concetto di disinfezione e di lotta ai microbi. In casa propria, dove ci si dinfetta per della cose abbastanza banali, non occorre avere una batteria di disinfettanti. Basta il sapone per lavarsi le mani spesso e basta un flacone di acqua ossigenata per le ferite piccole che si possono disinfettare in casa. Per le ferite gravi c’è il Pronto soccorso e per la casa non servono tanti antisettici, basta una pulizia dell’ambiente ed il rispetto dell’igiene personale.
      Ciao Sileno, un abbraccio.

  2. Sono sempre stata molto sensibile all’argomento come lei ben sa, avendone anche scritto in passato per cui sono molto contenta che abbia parlato con cognizione di causa di un argomento che viene sfruttato per fini commerciali disinteressandosi dei danni che può causare.
    Sperando che stia meglio un grande abbraccio
    Silvana

    1. Se si vuole fare un po’ di “risparmio” anche in casa nostra, basta guardare a quanti flaconi di detersivi, disinfettanti, sbiancanti, uccidi microbi, abbiamo in casa. E’ sufficiente il sapone. Tu sai bene che ci sono ambienti dove i microbi prosperano, e non è certo l’ambiente di casa. Se poi mettiamo lo stesso nome a cose per uso diverso, la confusione e la possibilità del cattivo uso di queste cose diventa enorme. Riporto questo perché anche in casa dei miei famigliari esiste la vasta gamma dei disinfettanti. E alla fine della storia, se uno si fa un graffio, ci sono mille cose da “non” usare e magari non si trova un banalissimo cerotto per proteggere la pelle lesa.
      Ciao Silvana. Sì, grazie, ora va meglio.

  3. Purtroppo ho provato sulla mia pelle,quei disinfettanti che si usano per le iniezioni,
    tempo fa mi sono fatta male e ho messo quello sulla ferita bruciava più dell’alcool.
    Poi ho letto e c’era scritto non mettere sulle ferite.Che bastardi!!!!.
    Adesso in casa come hai detto tu,tengo l’acqua ossigenata e usiamo solo sapone.
    Ciao speradisole un abbraccio Lidia.

    1. Brava Lidia, sapone e acqua ossigenata sono sufficienti in una casa. Se poi si deve fare un’iniezione, si può tenere anche qualcosa per pulire la pelle prima di procedere. Ma tutto lì.
      Quando vado al supermercato e vedo tante cose inutili, per la “disinfezione” della casa mi sento un po’ disturbata, perchè così si prende in giro la gente e la si fa spendere un pozzo di soldi in più per niente. Anzi, per aumentare le allergie e inquinare i fiumi.
      Ciao Lidia, un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: