L’ ASTENSIONE SICULA

L’ ASTENSIONE SICULA

Dice la “Stampa jena”: «Resta da capire perché stavolta la mafia si è astenuta»

Secondo me, non si è astenuta, ha votato il M5S per quello che ha detto il leader del movimento:« La mafia non è niente, al massimo chiede il pizzo del 10%, non ha mai ucciso nessuno»  L’onorata società sta cambiando i punti di riferimento. Vedremo se la ciuseria, alias schizzinoggeria zitellesca del M5S, avrà la propensione a bocciare qualsiasi proposta messa in campo dal presidente antimafia Crocetta, che direttamente o indiretamente possa danneggiare quella onorata “società”.

Annunci

10 Risposte

  1. no secondo me si è astenuta e stà solo valutando dove potrà incidere…………per questo non sono per niente d’accordo con grillo che imbavaglia i suoi…… dovranno essere più visibili e farsi conoscere, avendo anche il coraggio di denunciare….. sennò che novità sono………..se ne stiano a casa……….spero che Crocetta li sappia convincere non sedurre…………

    1. L’astensione in massa così evidente è la prova che la mafia ha votato. Ha costretto i cittadini siciliani a stare a casa. Ha imposto la sua volontà, per questo dico che ha scelto Grillo, così, per far dire ai soloni commentatori che aveva vinto il voto di protesta. E poi Grillo l’aveva detto che quella mafia lì non uccide, tutt’al più prende il pizzo. E la mafia rimasta in Sicilia è quella del pizzo.
      Ora i grillini si trovano col cerino in mano. Se non riescono ad aiutare Crocetta, neopresidente e noto antimafioso, la loro presenza in quel consiglio sarà del tutto inutile.
      Ciao Maria Teresa, un abbraccio

  2. credo che la cooperazione di entrambe le parti politche sarebbe una buona via d’uscita per i cittadini – ciao

    1. La cooperazione è la cosa migliore che quel consiglio così rinnovato possa fare. Ci auguriamo che i grillini non siano solo “zitelle acide” come si sono definiti, altrimenti finiscono con l’essere sterili ed improduttivi.
      Ciao Loretta, un abbraccio

  3. Scusa speradisole, ma di quale mafia parli?
    Quella dello Stato si è ben consolidata nella sua nuova veste di politico.
    Quella siciliana, (concorrente a quella dello Stato), sta cercando di modernizzarsi con i grillini, pardon, attivisti cinque stelle, perché il nuovo che avanza si esalta ed è facilmente corrompibile.
    Grillo sta al M5S come Berlusconi al Pdl: dittatori con i propri collaboratori!
    Ciao.

    1. Parlo della mafia di piccolo cabotaggio, di quella del pizzo, non della mafia di stato che è già tranquillamente sistemata molto in alto e si è spostata al nord, dove si produce e si fanno affari. Ma della criminalità legata al territorio, che fa comunque del male alla gente e la soffoca con le sue imposizioni. Una mafia che comunque non invita gli imprenditori ad investire in quei posti lì.
      Con i grillini credo che continuerà a fare come prima. Riuscirà a piegare la gente debole ed impreparata politicamente, ad affrontare, dalla parte del potere, un altro potere ben più tentacolare quello della mafia territoriale.
      Staremo a vedere, ma di questa astensione in massa non mi convince niente.
      Ciao Antonio, un abbraccio.

  4. Quando si parla di Sicilia e di mafia sono sempre molto perplesso e sento questi argomenti come alieni.
    Però non posso dimenticare il 61 a zero del 2001 e una struttura che senza dubbio è riuscita a conseguire un risultato simile, dubito fortemente che si astenga.
    Ho pure la convinzione che altissimi membri delle istituzioini siano ammanicati e al servizio della mafia pertanto non la vedo disposta a lasciare il potere politico senza intervenire.
    Ciao

    1. Anche l’astensione così massiccia è un voto mafioso. La mancata possibilità per i cittadini siciliani di andare alle urne ha fatto sì che si potesse vincere anche con pochi voti, ha praticamente tagliato le gambe al vincitore, chiunque fosse destinato a diventare presidente, togliendogli tutte le possibilità di cambiare qualcosa per quella regione.
      La mafia, sostanzialmente, ha votato ed ha votato i grillini. Non è stato un non voto voluto, a mio avviso, ma un non voto imposto.
      Ciao Sileno, un abbraccio.

  5. Ogni tanto mi capita di non condividere le tue opinioni. La mafia non ha votato, basta vedere la percentuale dei detenuti che hanno votato per capirlo; la mafia non ha ancora trovato un nuovo interlocutore e non escludo che possa cercarlo anche nel M5S, ma da questo a dipingere Grillo come un suo fiancheggiatore ne corre assai. Io penso che con quella famosa frase non abbia fatto un complimento alla mafia, ha semplicemente detto che non sopprime le sue vittime (altrimenti chi glielo versa il pizzo?) mentre lo Stato sembra non avere scrupoli se tartassa i ceti più deboli. Io eviterei di dare addosso a Grillo e dimenticare i Cuffaro, i Romani ecc., più lo attacchiamo e più cresce. Gli attacchi, in particolare quelli pretestuosi, gli fanno da concime. Crocetta in Sicilia farebbe bene a prestare attenzione alle idee di Cancelleri e compagni, potrebbe averne i voti (gli servono!) senza allearsi nè con il M5S nè i pochi limpidi amici di Miccichè e di Lombardo

    1. Sicuramente sei più equilibrato di me e vedi le cose in modo diverso per quanto riguarda Grillo. Il fatto è che mi ricorda gli esordi della Lega, con la loro capacità di sedurre il territorio e mi ricorda anche il populismo di Berlusconi. E’ un movimento che non mi piace, si presta a molte debolezze per l’inesperienza dei suoi componenti. Questo Grillo lo sa bene ed impone loro di non farsi intervistare, di non apparire in Tv, di non decidere senza il suo consenso, perché ne conosce i punti deboli. Ma i punti deboli li conoscono bene anche i mafiosi. Forse non hanno votato o non hanno fatto votare perché i detenuti che seguono le indicazioni dei mafiosi non hanno votato, com’è stato detto dal Tg de La7 di Mentana, ma non tarderanno a farsi avanti.
      Inoltre non posso sopportare che una persona come Grillo dica che la mafia,non uccide, sarà vero, ma comunque uccide lo stesso impoverendo i suoi clienti e sottoponendoli ad un regime di servizio. Cosa comunque intollerabile.
      Per questo dico che i mafiosi hanno “votato” i grillini, lo hanno fatto col loro silenzio, imponendo a migliaia di cittadini di non andare a votare.
      Ciao Luigi, un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: